Anziano giornalista aggredito all'Arsenale di sera

La pensione rubata, a volte i soldi di un bancomat, a volte ancora i denari prelevati per i regali: in questo periodo i ladri si scatenano e le vittime, come di consueto, sono i soggetti più deboli della nostra società.

Il brutto fatto è accaduto di nuovo nel primo pomeriggio di lunedì a Marghera. Tutto inizia con la segnalazione al 113 per un anziano di 84 anni, residente in Marghera, rimasto vittima di un furto. Il bottino: 1.400 euro in contanti.

Agli operatori della Volante immediatamente intervenuti sul posto, l’anziano ha riferito che dopo essersi recato in banca per prelevare la pensione e successivamente, in piazza Mercato presso alcuni esercizi per le consuete spese, è stato affiancato in via Canal da un uomo nord africano di circa 35-40 anni, alto 170 cm con indosso un giubbotto di colore scuro a bordo di una bicicletta rossa che, con fare molto veloce, deciso e a colpo sicuro infilava la mano nella tasca del giubbotto e estraeva i soldi appena prelevati.

L’anziano, per la rapidità con cui ha subito il furto nell’immediatezza non è riuscito a reagire e l’autore del furto si è allontanato rapidamente in direzione di piazza Mercato.

I poliziotti si sono subito attivati per raccogliere elementi utili alla ricostruzione dei fatti, anche grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza presenti in zona.

Sono duneque in corso indagini per risalire all’autore del reato.

La Polizia, come di consueto, in questi casi raccomanda sempre di effettuare le operazioni di prelievo o versamento in banca o in un ufficio postale, possibilmente in compagnia di altre persone, soprattutto nei giorni in cui vengono pagate le pensioni.

Si consiglia, inoltre, durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca o dall’ufficio postale, con i soldi in tasca, di non fermarsi con sconosciuti anche se chi vi ferma e vi vuole parlare è una persona distinta e dai modi affabili e, in generale, non farsi distrarre.

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here