Marghera, entra in banca con la pistola e chiede soldi: sono Robin Hood

ultimo aggiornamento: 24/10/2015 ore 11:50

159

Marghera, entra in banca con la pistola e chiede soldi: sono Robin Hood

Sono le 16 di venerdì, zona via Forte Marghera – Mestre (Venezia).
Una dipendente di una banca della zona ha chiamato il 113, riferendo che all’interno della struttura si trovava una persona squilibrata e molesta, che pretendeva soldi dagli operatori.

La Volante subito intervenuta sul posto, trovava l’uomo appena fuori dalla banca, mentre cercava di allontanarsi. Q.G., nato a Treviso nel ’51, risultava essere già conosciuto agli Agenti per episodi pregressi in materia di reati contro il patrimonio, la persone e le armi.


L’uomo veniva trovato in possesso di una pistola scacciacani priva di tappo rosso con caricatore rifornito di quattro cartucce caricate a salve, un taglierino e una bomboletta di spray urticante.

Ricostruito l’accaduto, si è delineato un quadro in cui Q.G. era entrato in banca pretendendo la somma di 7.000 euro in contanti, giustificando la richiesta in quanto avrebbe poi diviso i soldi tra le persone presenti, dichiarando anche di essere “Robin Hood”.

Il soggetto in questione veniva denunciato in stato di libertà per il reato di tentata rapina e porto di armi ed oggetti atti ad offendere.


24/10/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here