20.6 C
Venezia
venerdì 06 Agosto 2021

Marchi: ‘Save disposto a cedere i terreni per il nuovo stadio a Korablin’

HomeNotizie Venezia e MestreMarchi: 'Save disposto a cedere i terreni per il nuovo stadio a Korablin'

korablin orsoni nuovo stadio tessera

Lo stadio a Tessera del Venezia, alla fine, si avvicina. Una mossa di buona volontà viene definita quella compiuta dal presidente di Save Enrico Marchi, che ieri ha inviato una lettera al presidente dell’Unione Venezia Yuri Korablin — e per conoscenza al Comune — in cui si rende disponibile a cedere l’opzione sui terreni a nord, all’imprenditore russo, per costruire l’impianto sportivo.

«Le giriamo gratis, non ci vogliamo guadagnare niente — precisa il manager di Conegliano — per me quando un’operazione è chiusa, è chiusa. Io ci credevo al Quadrante, ma il Comune ha cambiato direzione di continuo. Peccato è stata persa una grande occasione per fare un’opera strategica per tutto il Nordest». Questo il contenuto della lettera che ribadisce, a detta del presidente, le difficoltà provocate dal Comune nella vicenda.

Forse questa volta è davvero un passo avanti, anche perchè il termine per l’opzione è fissato a metà febbraio, poi le aree saliranno sicuramente di prezzo.

«Se le aree sono libere, allora costruiremo lo stadio», aveva detto venerdì scorso l’imprenditore russo in tribuna ad assistere alla partita del Venezia. L’operazione potrebbe concludersi nel giro di un paio di mesi, e la soluzione individuata per arrivare al cambiamento di destinazione d’uso delle aree (ora tutte agricole) sarebbe un Accordo di programma tra Comune, Regione, privati e Enac (o Save) che assumerebbe il valore di variante urbanistica.

Ora la palla passa al presidente del Venezia che sarà chiamato a mantenere le promesse, con l’acquisizione delle aree prima e l’avvio dell’iter per arrivare alla costruzione dell’arena di Tessera subito dopo.

«Sia chiara una cosa — conclude Enrico Marchi —. Io non ci perdo, e non ho perso, è la città e l’intero Nordest a non aver sfruttato un’occasione storica. Save ha fatto il benefattore per sei-setti anni, adesso passiamo i terreni ad altri».

Roberto Dal Maschio

[21/01/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.