Manifestazione bengalesi, oltre 1000 a Mestre per dire no alla violenza

ultimo aggiornamento: 29/04/2015 ore 18:52

142

manifestazione bangladesh VTREG

Oltre un migliaio di bengalesi ha sfilato per le vie di Mestre contro la violenza, con particolare riferimento agli episodi di aggressione di cui sono rimaste vittime alcuni loro connazionali negli ultimi mesi.
La comunità bengalese, la più consistente della città (oltre 5 mila i residenti), si è radunata nel pomeriggio davanti alla stazione ferroviaria di Mestre e il corteo, che si apriva con uno striscione sui cui c’era scritto “sicuri nella città di tutti”, dopo aver attraversato Via Piave, è giunto in piazzetta Coin. Con gli asiatici si è unito un gruppetto di antagonisti in segno di solidarietà. La manifestazione si è svolta tranquilla, senza alcun incidente. Nelle parole dei partecipanti, le testimonianze di chi ha subito episodi di intolleranza e atti di bullismo, ma anche una trentina di chi è stato vittima di aggressioni fisiche e verbali. L’auspicio della comunità, attraverso il suo portavoce Syed Kamrul, è che le istituzioni agiscano di più per garantire loro una maggior tutela.

Redazione


24/04/2015

Riproduzione vietata


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here