17.9 C
Venezia
sabato 18 Settembre 2021

Maltempo al centro-sud: danni e vittime. Piove troppo

HomeCronacaMaltempo al centro-sud: danni e vittime. Piove troppo

maltempo alluvione sardegna

Il paese è diviso anche meteorologicamente. A Nord c’è bel tempo, anche se freddo, con alcune zone colpite dal vento che ha creato problemi a Genova, Trieste e in Maremma. Al Centro e al Sud si continua a scatenare l’iradiddio con temporali, fiumi e torrenti straripati, allagamenti, frane, strade bloccate, linee ferroviarie interrotte, morti e feriti

Una donna di 57 anni è annegata a causa dell’allagamento di un sottopasso alle porte di Pescara. Un uomo di 37 anni è morto per annegamento perchè travolto da un’onda anomala nella foce fiume Crati a Rossano, in provincia di Cosenza. L’uomo stava semplicemente pescando insieme a un amico, che è stato, invece, salvato.

A Cervaro, tra Potenza e Foggia, verso le 23 un treno è deragliato. Sono gravi le condizioni del capotreno di 53 anni, mentre è andata meglio agli occupanti di un’auto nletteralmente sfiorata da una frana lungo la strada provinciale vicino ad Ascoli Piceno.

Il maltempo in Italia non si placa. I danni nelle Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia, sembrano un bollettino di guerra. Vento e pioggia. Tanta pioggia, troppa. Circa 290 millimetri, in due giorni, a Panni (Foggia), 270 a Pretoro (Chieti), 223 a San Massimo (Campobasso).

Abruzzo ancora in difficoltà, oltre che a Pescara, anche nel Teramano la situazione critica per lo stato dei fiumi Tronto e Vomano che ha portato all’evacuazione di un centinaio di residenti a Martinsicuro. Stessa scena anche a Spoltore.
Nelle Marche ieri sono tracimati diversi fiumi e sono crollati due ponti. Alcuni tra negozi e fabbriche sono stati allagati a San Benedetto del Tronto. Un centinaio di famiglie sono state allontanate dalle proprie case per precauzione, mentre un pezzo di collina è franato vicino al Duomo di Fermo.

Maltempo e allagamenti in Sardegna, Molise, Campania e Puglia. Esondazioni e dighe sotto osservazione in Basilicata dove tra domenica e ieri si sono accumulati oltre 90 milioni di metri cubi d’acqua. E oggi occhi puntati su Calabria e Sicilia.

Paolo Pradolin

[03/12/2013]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor