giovedì 27 Gennaio 2022
4.4 C
Venezia

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

HomeMalore fataleCorre per prendere il battello: infarto a bordo, non c'è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l’imperscrutabile evolversi di quell’equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore.
Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell’Actv.
Attorno alle 15 l’uomo, residente a Burano, si avvicina per prendere il battello della Linea 12 che da Burano va alla Ricevitoria di Treporti.
Secondo quanto ricostruito da lì avrebbe proseguito per recarsi al centro vaccinale di Marghera per la terza dose.

Vedendo il mezzo che già si accingeva alla partenza il 67enne si è messo a correre per non perdere il vaporetto.
E, forse, proprio quella corsa improvvisa e repentina è stato lo sforzo che ha provocato il malore fatale al pover’uomo.
Luciano Molin sarebbe morto per aver spinto quella corsa fino “allo spasimo” mettendo troppo a dura prova il suo cuore.

Una volta a bordo, infatti, il 67enne avrebbe subito accusato i sintomi del grave malore. A quel punto è stato dato l’allarme via radio e un equipaggio della Croce Verde si è trovato pronto ad intervenire all’approdo appena il mezzo Actv ha accostato.
Purtroppo tutte le manovre sono state inutili, così come l’assistenza prestata durante il tragitto da un operatore sanitario che si trovava per casualità a bordo.

Nei dodici minuti della traversata si è verificata la tragedia, davanti agli occhi atterriti e disperati della moglie e del figlio che erano con lui.
Il mezzo poi è rimasto bloccato al pontone per tutti i rilievi, poi la salma è stata trasportata al cimitero di Treporti.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

5 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Con l’addio alle Suore Imeldine la mia Salizada San Canciano non esiste più

(Seguito dell'articolo "La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più") L’uscita da scuola. La fine delle lezioni, come l’inizio, era un altro rito. Si correva fuori, in un Campo San Canciano affollato di genitori, cercando con...

“Far pagare spese sanitarie a chi non si vaccina: proposta oscena”. Lettera

La proposta di far pagare le cure sanitarie a chi si ammala dopo aver rifiutato il vaccino è oscena: "E le altre malattie?"

Malore improvviso: muore a 52 anni mentre parla col collega

Malore improvviso mentre parla con un collega. Una circostanza apparentemente inoffensiva e priva di pericoli che però, in questo caso, non ha egualmente lasciato scampo alla vittima. Luca Cogno aveva 52 anni e venerdì mattina si è sentito male mentre stava conversando...

19enne di Pianiga trovato morto a Padova. La disperazione della famiglia. Di Andreina Corso

Un ragazzo muore a 19 anni a Padova, all’interno di un capannone abbandonato poco distante dal Parco delle Mura, frequentato da chi si trova a vivere in strada, a cercare riparo e rifugio per la notte che sembra coprire con una...

Lettere. Nuova legge sugli alloggi pubblici, Zaia tratta i veneti peggio delle altre regioni leghiste

NUOVA LEGGE ALLOGGI PUBBLICI: TANTA PROPAGANDA SULL’AUTONOMIA, MA PROPRIO IL POPOLO VENETO E’ TRATTATO DALLA REGIONE DI ZAIA PEGGIO DELLA LOMBARDIA! I VENETI “FIGLI DI UN NORD MINORE”?

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto?

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

Venezia in asfissia: mai così tanti turisti a fine ottobre

Venezia verso alle 11 ha chiuso i terminal di Piazzale Roma e Tronchetto ma fermarsi prima per usare i mezzi ha creato altra congestione

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

“Venezia è ingorda di denaro. Sarebbe l’ora di un progetto sostenibile”. Lettere

Io vengo saltuariamente a Venezia dove possiedo un mini appartamento comperato 15 anni fa. Amo Venezia la sua storia i suoi scorci e la sua arte. Mi sono riconosciuto in essa essendo discendente da famiglia istro-veneta. Purtroppo negli ultimi anni Venezia...