2.7 C
Venezia
martedì 19 Gennaio 2021

L’Ater di Venezia a Matera per il progetto “Ri-guardare le case popolari”. Nei prossimi mesi un convegno a Venezia

Home società L'Ater di Venezia a Matera per il progetto “Ri-guardare le case popolari”. Nei prossimi mesi un convegno a Venezia
sponsor

L'Ater di Venezia a Matera per il progetto “Ri-guardare le case popolari”. Nei prossimi mesi un convegno a Venezia

sponsor

L’Ater di Venezia, con il vicepresidente Fabio Nordio e l’architetto Stefania Spiazzi, hanno partecipato nel fine settimana all’inaugurazione del progetto di riqualificazione di “Giardini Venerdì” a Matera, capitale europea della cultura 2019.

commercial

Il progetto si intitola “Ri-guardare le case popolari” ed è stato curato dal gruppo di ricerca “Architecture of Shame” che ha avviato un dialogo sulle case popolari confrontando esempi italiani ed europei. Nei prossimi mesi, a cura dell’Ater di Venezia, sarà organizzato un convegno sul tema che porterà i protagonisti del progetto nel capoluogo lagunare.

L’Ater di Venezia collabora da tempo con l’Ater di Matera e ha partecipato alla parte conclusiva del progetto che si sta sviluppando all’interno del Quartiere Serra Venerdì: un intervento di riqualificazione sul quartiere di case popolari che coinvolge residenti e la vicina scuola elementare, esito di un concorso internazionale.

Una mostra, un murales realizzato sulla parete di un’abitazione da alcuni artisti e soprattutto la cura di spazi verdi nel quartiere, compresa la piantumazione e lo studio di piantine adatte alle temperature del luogo. Iniziative che hanno visto il dato del nastro sabato sera e hanno acceso l’incontro pubblico conclusivo, partecipato dai rappresentanti delle istituzioni e dai residenti del quartiere.

“Penso sia fondamentale riuscire a divulgare progetti come questi anche in altre parti d’Italia – ha commentato il vicepresidente dell’Ater di Venezia, Fabio Nordio – è per questo che abbiamo deciso di organizzare un convegno a Venezia, nei prossimi mesi, per mostrare ciò che è stato fatto a Matera e avviare un confronto sul tema, cercando di capire se il “metodo” può essere utilizzato a Venezia. Riqualificare un’area urbana di un quartiere popolare coinvolgendo residenti, cittadini e studenti significa migliorare il luogo in cui si vive e attivare una vera cittadinanza attiva”.

“Giardini Venerdì proponeva non un progetto definito ma un processo in evoluzione – ha spiegato l’architetto Stefania Spiazzi – che ha coinvolto il quartiere, le associazioni, piccole imprese e le istituzioni. Quello che ne è risultato è frutto di un lavoro collettivo che spinge a definire il ruolo dei vari partner nel processo della futura manutenzione dello spazio pubblico. Come Ater Venezia abbiamo molte aree verdi incolte e non valorizzate, e ogni anno mettiamo a bilancio una somma cospicua per tenerle in ordine. Questa esperienza sta tracciando un percorso semplice ed esportabile che dal coinvolgimento dei residenti arriva alla cura del bene comune attraverso la formazione degli abitanti. L’individuazione delle biodiversità che sostiene la filosofia del progetto, individua un ulteriore aspetto interessante per iniziare a ripensare all’utilizzo degli spazi verdi in modo più consapevole ed ecologico, con beneficio economico”.

Alla ricerca sulla riqualificazione dei quartieri popolari ha partecipato, oltre all’Ater di Venezia, Federcasa, l’Ater e il Comune di Matera. L’obiettivo del progetto è la creazione di un metodo di valorizzazione dello spazio pubblico delle case popolari, che da Matera possa esser applicato ad altre realtà italiane ed europee, quindi anche a Venezia.

L’Ater di Venezia ha aderito nel 2016 alla ricerca “Indagine sui non abitanti”, di cui è partner dal 2017, mettendo a disposizione le sue competenze e aprendo i suoi archivi per ricostruire la storia di un importante concorso indetto nel 1984 per il quartiere di Campo di Marte alla Giudecca a Venezia. Ha inoltre collaborato per la ricerca d’archivio sul quartiere Serra Venerdì di Matera, disegnato dall’urbanista Luigi Piccianto dopo l’evacuazione dei Sassi nel 1952.

Supporto dell’Ater veneziana anche nella redazione del bando di concorso internazionale per il disegno dello spazio pubblico del quartiere di Serra Venerdì (pubblicato a giugno 2018, con la premiazione dei progetti vincitori a Matera a novembre). Gli esiti del concorso si possono ora ammirare nel quartiere, frutto di un successivo lavoro e percorso svolto “sul campo” da parte del gruppo vincitore di architetti che ha incontrato residenti, cittadini e scuole.

Matera e Venezia sono tutelate dall’Unesco. La prima è capitale della Cultura 2019, la seconda potrebbe candidarsi ad esserlo. Ad unire queste due città è anche l’importanza dell’edilizia residenziale pubblica per mantenere i centri storici “vivi” cioè abitati dai residenti. Sia Venezia che Matera soffrono infatti di problemi simili sulla residenzialità, quelli che accompagnano lo sviluppo turistico.

E’ stato approfondito, attraverso varie iniziative, il rapporto tra Matera e la “vergogna”, caratteristica che l’ha resa famosa negli anni ’50 dopo l’abbandono dei Sassi per decisione del governo De Gasperi e la cui immagine è stata riscattata a seguito dell’inserimento da parte dell’Unesco dei Sassi di Matera tra i beni Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 1993 e della designazione di Capitale europea della Cultura il 17 Ottobre 2014.
Sono infatti trascorsi quasi settant’anni da quando De Gasperi, in visita ai Sassi di Matera, definì i luoghi che ora sono Patrimonio dell’Unesco una vergogna nazionale, ordinando lo sgombero dei residenti.

Da qui è nato il progetto di “Matera Capitale Europea della Cultura 2019 Architettura della Vergogna”, coprodotto dall’omonimo collettivo Architecture of Shame e dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 con il sostegno delle istituzioni che si occupano di case popolari: Federcasa, Ater Matera e Ater Venezia, Archivio di Stato di Matera e Comune di Matera.

Tre lettere saranno consegnate ai Presidenti di Camera e Senato, scritte in occasione dei tavoli di lavoro da varie Ater nazionali per proporre soluzioni al Governo sul tema della casa pubblica.

ater a matera ospiti up 640380 (Nella foto sopra, da sinistra: l’architetto dell’Ater di Venezia Stefania Spiazzi, il vicepresidente Fabio Nordio, l’assessore al Verde pubblico e alle Manutenzioni del Comune di Matera Giuseppe Tragni, l’amministratore unico dell’Ater di Matera, Vito Lupo).

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

Covid, ultime notizie e aggiornamentiVaccino obbligatorioConcorso Letterario

sponsor

Una persona ha commentato

  1. case pubbliche, aumenti e sfratti: promossa petizione contro nuovo sfollamento da Venezia” , o forse si vogliono valorizzare gli spazi urbani per vendere poi al meglio le case ATER AI NUOVI acquirenti?

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Venezia rialza la testa: si girano tre film

Venezia rialza la testa, al via le produzioni cinematografiche in città. Ciak, si gira. La laguna vuota e semideserta diventa un...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...
commercial

Coronavirus a Venezia arretra. Addio a madre e figlio di Cavallino-Treporti

Coronavirus a Venezia che mostra un arretramento, come un'onda di marea che si ritrae, sperando definitivamente. 135 nuovi casi in 24 ore: un numero significativo,...

Accumulatore scomparso, lo trovano morto sotto metri di abbigliamento

Accumulatore scomparso da giorni, i pompieri lo trovano morto sotto alcuni metri di abbigliamento. Oggi pomeriggio, venerdì 15 gennaio 2021, i vigili del fuoco sono...

La morte di Daiana, 28 anni, mentre cammina in Strada Nova, sconvolge Venezia

La morte di Daiana, 28 anni, ha sconvolto la città. Già quando si riferiva di un improvviso malore per la giovane donna, mentre si...

È morta Gina Smerghetto, la mamma del falconiere Ivan Busso

È morta ieri, venerdì 15 gennaio, Gina Smerghetto di 65 anni. È scomparsa poco prima della celebrazione del funerale del figlio Ivan Busso, il...

Donna dimessa a piedi dal pronto soccorso di notte (poi morta), Lihard: verificare responsabilità

Il Movimento per la difesa della Sanità Pubblica Veneziana è venuto a conoscenza della dolorosa trafila, conclusasi tragicamente, di una signora colta da malore...

Il virus torna a scuola: classi che riprendono subito fermate (due a Venezia)

La scuola è ripartita ma nella provincia di Venezia ben otto classi sono state fermate dopo la pausa natalizia. Sono quelle in cui ha...
sponsor

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da...

Venezia surreale per il covid. La basilica di San Marco diventa “faro”

Di Giorgia Pradolin E' un meraviglioso set a luci spente Piazza San Marco. Vuota e immersa nel silenzio, tranne l'eco di qualche passo sui masegni,...

Venezia deserta per il Covid, ecco Rialto di domenica [VIDEO]

Venezia deserta per il Covid, con un video vi mostriamo la zona di Rialto oggi pomeriggio, domenica 17 gennaio 2021. Sono immagini tristi e nel...

La Milano bene trema: abusi su modelle minorenni, tre manager della moda in manette

Abusi su modelle minorenni, una vittima, "eravamo carne da macello". Anche clienti facoltosi tra gli "incontri". La più giovane è del 2004, ha solo 17...

Baby Gang in tram, Sambo: “Dov’è finito il piano educativo?”. Lettere

Baby Gang in tram. (Riceviamo e pubblichiamo). Ieri è andato in scena l'ennesimo episodio di violenza ad opera di adolescenti. Gli adulti, in particolare quegli adulti che...

Operazione ‘Onda Lunga’: alberghi e appartamenti a Venezia con traffici dei ‘Permessi di Soggiorno’

Operazione 'Onda Lunga' della Divisione Anticrimine della Questura di Venezia: sequestri per oltre un milione di euro. Nella mattinata di oggi si è infatti svolta...
commercial

Multe e denunce dopo le verifiche alle oltre 10.000 autocertificazioni in aeroporto a Venezia

Multe e denunce penali dopo che gli agenti hanno svolto le opportune verifiche alle oltre 10.000 autocertificazioni all'aeroporto Marco Polo di Venezia, e sono...

Quando finisce il Grande Fratello VIP? La conferma di Signorini

Dopo un primo allungamento all'8 febbraio e le successive voci che parlavano di "finale il 15 febbraio", nell'ultima puntata di GF VIP Party Alfonso...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Pfizer: “Incidenti in linea con previsioni”

23 persone morte dopo il vaccino in Norvegia. Di più: la definizione testuale dice: "La Norvegia registra 23 morti 'legate alla vaccinazione' ". L'agenzia del...

Covid: Veneto, +2.076 contagi e 101 morti. Zaia: “Prolungare orari bar”

Covid in Veneto che segna un altro punto negativo statistico. Sono altri 2.076 i contagi in più con 101 morti i numeri della progressione...

Mestre: all’esame di guida manda l’amico, tanto è nigeriano come lui

Mestre: all'esame di guida manda l'amico. Così un terzo si è sostituito al connazionale per sostenere l’esame teorico di guida. Ma è andata male...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.