martedì 18 Gennaio 2022
7.5 C
Venezia

Il coronavirus sta mutando verso la fine, come cambia il messaggio degli artisti. Di Apostolos Apostolou

HomesocietàIl coronavirus sta mutando verso la fine, come cambia il messaggio degli artisti. Di Apostolos Apostolou

Il coronavirus sta mutando verso la fine, il manifesto della vista dagli artisti. Di Apostolos Apostolou

Secondo quanto scrive Efrem Lim dell’Università statale di Arizona in uno studio pubblicato sul Journal of Virology, gli scienziati dell’Università di Arizona hanno scoperto una mutazione del nuovo coronavirus che sembra seguire lo stesso schema della Sars del 2003 e che potrebbe rappresentare un indebolimento del virus.

Si tratta, secondo Efrem Lim, di una semplice mutazione, un cambiamento che potrebbe compromettere la capacità del virus di resistere al sistema immunitario dell’organismo ospite, rendendo le infezioni più deboli e i contagi meno aggressivi. (ASU scientific team finds new, unique mutation in coronavirus study studySARS-CoV-2 mutation mirrors one found during 2003 SARS outbreak https://asunow.asu.edu/)

E Mentre il coronavirus sta mutando forse verso la fine, l’epidemia si confronta anche contro un manifesto di artisti. Leggiamo: «Duecento artisti e scienziati di tutto il mondo – fra i quali Paolo Sorrentino, Monica Bellucci, Madonna e Robert de Niro – hanno firmato un appello pubblicato oggi sul quotidiano francese Le Monde contro un “ritorno alla normalità” dopo la pandemia del coronavirus, auspicando al contrario “una trasformazione radicale” del sistema contro il “consumismo”.

“Ci sembra inimmaginabile ‘tornare alla normalità'” scrive il collettivo di artisti e scienziati nella tribuna sul quotidiano, lanciata per iniziativa dell’attrice francese Juliette Binoche e dell’astrofisico francese Aurélien Barrau.

Secondo i firmatari, la pandemia è una “tragedia” ma “la crisi ha il vantaggio di invitarci a far fronte alle domande essenziali”. “Il problema è sistemico” ritiene il gruppo di personalità, fra le quali Jane Fonda, Cate Blanchett, Marion Cotillard, Peter Brook, Marianne Faithfull. “La catastrofe ecologica in corso – si legge nel testo – fa parte di una ‘metacrisi'” poiché il “consumismo ci ha portati a negare la vita stessa: quella dei vegetali, degli animali e quella di un gran numero di umani. L’inquinamento, il riscaldamento e la distruzione degli spazi naturali portano il mondo a un punto di rottura”.

Gli artisti e gli scienziati firmatari lanciano un appello “solenne” ai “dirigenti e cittadini” a “uscire dalla logica insostenibile che ancora prevale, per lavorare a una profonda rifondazione degli obiettivi, dei valori e delle economie”. Una “trasformazione radicale si impone – scrivono – a tutti i livelli”, ma essa “non ci sarà senza un impegno massiccio e determinato” perché “è una questione di sopravvivenza, oltre che di dignità e di coerenza”.(Ansa.it).

Gli artisti che firmano il manifesto per una nuova vita sono quelli che sostengono che, liberati dal reale, si può avere un valore più reale del reale iperreale. Erano quelli che sostenevano la legge commerciabile della società e vedevano solo il valore secondo la legge del “più caro del caro”.

Erano quelli che sostenevano che c’è una regola fra gioco estetico e speculazione. Come quando non ci sono più regole del gioco estetico, cioè quando cominciano a diffondersi in tutte le direzioni valori così sterili che si perde qualunque riferimento alla legge dello scambio, mentre il mercato precipita in una speculazione senza fine.

Questi idoli sintetici, questi mutanti biologici, con ognuno che cerca il proprio look organizzando un’ estroversione senza profondità, creano una sorta di ingenuità pubblicitaria in cui ciascuno diventa l’ impresario della propria apparenza dando lezioni per un manifesto della vita.

Apostolos Apostolou
Scrittore e Docente di Filosofia

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

8 Marzo dedicato alla Coreografa Luciana De Fanti. Di Andreina Corso

Se Italo Calvino ci perdona, se lo copiamo e ci lascia dire: se una sera d’inverno a Mestre una Grande Donna, un’Artista, una Ballerina, una Coreografa e una animalista ricorda suo figlio Omar Caenazzo, morto prematuramente in un incidente stradale, quella...

Venezia affollata: altri 50mila. Ancora trasporti in difficoltà

"Mamma ma Venezia è sempre così affollata...?". La mamma cerca una risposta che abbia una logica, ma la risposta la possiamo dare noi: "Sì tesoro, praticamente sempre e peggiora di sabato e domenica". La scena viene colta andando verso i Gesuiti tra...

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue. Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa. Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...

Cognato circuisce ragazzina di 12 anni con regali e ne approfitta sessualmente, Tribunale di Venezia: niente patteggiamento

Ha abusato sessualmente di una ragazzina di 12 anni. Il responsabile è il cognato che di anni ne aveva ben più di trenta. Ne ha abusato ripetutamente ammaliandola con regali e regalini per confonderla. Finché la scuola si è accorta che...

“Ma è normale che il marinaio Actv abbandoni una borsa trovata a bordo in un pontile deserto?”. Lettere

Mi piacerebbe capire se il seguente comportamento è normale: fatto avvenuto la sera del 12 dicembre, a bordo del motoscafo linea 4.1 delle ore 20,16 circa, partenza piazzale Roma, direzione Murano. Alla stazione una coppia scende e dimentica una borsa che il marinaio...

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto?

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

Vaporetti Actv Venezia: torna la Linea 2 fino a Lido

Actv implementa più corse: Linea 2 adesso arriva fino a Lido e ci sono corse supplementari 5.1 2 5.2.

Cognato circuisce ragazzina di 12 anni con regali e ne approfitta sessualmente, Tribunale di Venezia: niente patteggiamento

Ha abusato sessualmente di una ragazzina di 12 anni. Il responsabile è il cognato che di anni ne aveva ben più di trenta. Ne ha abusato ripetutamente ammaliandola con regali e regalini per confonderla. Finché la scuola si è accorta che...

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...