Hotel Santa Chiara Piazzale Roma, c’è chi ci vede un pacman che si mangia l’edificio

ultimo aggiornamento: 07/08/2015 ore 17:29

520

hotel santa chiara venezia piazzale roma XVE

Il nuovo cubo bianco che raddoppia lo spazio dell’Hotel Santa Chiara sul Canal Grande sta facendo discutere non solo a Venezia. Un bel servizio con interviste sta andando in onda in queste ore sul tg nazionale di Sky, per esempio.
Che ha che non va? Che non piace, primo. Che non c’entra niente con le linee dell’architettura tipiche veneziane, per secondo.
Il blocco di cemento bianco che sembra piovuto dal cielo lì in mezzo ricorda di più una tipica casa tunisina con il suo tradizionale bianco calce piuttosto che un’immagine della Serenissima per chi arriva e si affaccia alla città.

Il cubo di Piazzale Roma è stato appena scoperto dal bozzolo che ne nascondeva i restauri e subito sono partite critiche e discussioni.
Tra le più divertenti segnaliamo ai lettori la pagina Facebook “Atlante dei possibili Santa Chiara” che in poche ore è arrivato a 300 iscritti e che si propone di trovare soluzioni per migliorare l’estetica a lavoro finito. E lì, grazie a Photoshop, arrivano i contributi grafici che mirano a salvare il salvabile del panorama. Così si può trovare un Hotel Santa Chiara ricoperto da piante rampicanti, da un codice bar-code, oppure con un gigantesco pac-hotel santa chiara venezia pacman XBOXman che si mangia l’edificio. Oppure ancora, con un redivivo king kong sul tetto attaccato alle antenne.


Tra i contributi più seri quello di Alessandro Marzo Magno che retoricamente (ma non troppo) chiede: “Cari architetti Antonio Gatto, Dario Lugato e Maurizio Varratta, siete orgogliosi del vostro contributo dato alla città di Venezia? Siete orgogliosi che il vostro edificio affianchi idealmente quelli di Andrea Palladio, Jacopo Sansovino, Baldassarre Longhena? La nuova ala dell’hotel Santa Chiara merita un posto nella storia dell’architettura mondiale”.

Definitiva la sentenza di Vittorio Sgarbi: «È una vergogna. Dovrebbe essere abbattuto e la soprintendente che ha dato l’ok essere dimissionata all’istante. Era il mio albergo, una volta. Non ci andrò mai più. Mai più. E spero che non ci vada mai più nessuno. Che quelle stanze in più restino vuote».
Tra gli altri commenti sul social troviamo la chiosa: “Consoliamoci che almeno stanno concentrando tutti gli orrori a Piazzale Roma: Ponte di Calatrava, People Mover Venezia, Cittadella della Giustizia, ora il cubo”.
Fuori dal coro l’ex sindaco Massimo Cacciari che dichiara al Corriere: «Di certo non può essere più brutto di quello di prima».

Paolo Pradolin


07/08/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here