COMMENTA QUESTO FATTO
 

Corre per prendere il treno in corsa per andare a scuola ma rimane incastrata: gravissima

Probabilmente la mancanza di un’occupazione e la perdita del posto di lavoro hanno spinto un operaio 42enne polesano a farla finita ieri mattina, gettandosi in stazione sotto un Frecciarossa in transito sul terzo binario verso Venezia.

L’uomo, secondo quanto viene ricostruito, era disoccupato e disperato e si è tolto la vita gettandosi sotto un treno. La disgrazia è accaduta lunedì mattina alla stazione ferroviaria di Rovigo.
L’uomo era di San Martino di Venezze e si è suicidato scegliendo di gettarsi sotto l’Eurostar diretto a Venezia.

Erano le 10.48 quando è avvenuta la tragedia. All’interno della sua Golf nera parcheggiata nei pressi della stazione, gli agenti della Polfer hanno trovato diversi curriculum vitae. L’uomo, operaio disoccupato, da quanto appreso era alla ricerca disperata di un lavoro.

Il gesto estremo, sulla cui volontarietà non sembrano esserci dubbi da parte degli investigatori, è avvenuto poco prima delle 11, alla presenza di diversi viaggiatori, soprattutto studenti. Il dramma ha atterrito i presenti anche per il ricordo del recente suicidio dell’universitario 22enne di Badia Polesine che, la sera del 14 febbraio sempre dal marciapiede del terzo binario, si era gettato sotto un altro convoglio alta velocità di passaggio e sempre diretto a Venezia. E’ successo la sera prima della laurea annunciata ma, in realtà, non conseguita.

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here