giovedì 27 Gennaio 2022
4.2 C
Venezia

GDF SCOPRE 28 KG DI MARIJUANA NELLA MERCEDES | Veniva dalla Grecia

HomeVenezia cittàGDF SCOPRE 28 KG DI MARIJUANA NELLA MERCEDES | Veniva dalla Grecia

VENEZIA | Nascondeva 28 chili di marijuana nella Mercedes per un valore di 300 mila euro ma viene smascherato dai cani delle unità  cinofile.
Proprio così, a vederlo era un uomo distinto, non si sarebbe detto che era un albanese di 54 anni che a bordo della sua Mercedes con molta nonchalance nascondeva il grosso quantitativo di droga. Ma con domande sui motivi e la tipologia del viaggio in Italia, i militari della guardia di finanza e i funzionari dell'Ufficio delle Dogane sono riusciti a incastrare il 54enne in giacca e cravatta, in realtà  un trafficante di droga che nella propria automobile nascondeva 28 chili di marijuana per un valore totale sul mercato di 300mila euro.L'uomo, sbarcato da un traghetto arrivato al porto di Venezia dalla Grecia, viene fermato dalle forze dell'ordine per un controllo di routine. E proprio durante il controllo tutta l'ostentata sicurezza sembra vacillare, l'albanese appare nervoso, evasivo, e questo comportamento fa scattare un campanello d'allarme negli agenti, che compiono un controllo più approfondito.

In questa accurata indagine sono intervenute le unità  cinofile antidroga con Sonny e Raba (i due pastore tedesco dei finanzieri) che hanno iniziato a segnalare con insistenza i longheroni del telaio, confermando ciò che i militari avevano sospettato: sull'auto si scoprono cinquanta panetti di marijuana.
La macchina viene poi quindi sottoposta ai raggi dello scanner mobile che ha consentito di individuare la precisa collocazione della marijuana che è stata recuperata dopo aver tagliato il telaio con un flessibile.

L'uomo è stato arrestato per traffico internazionale di stupefacenti.

Monica Manin
[[email protected]]

Riproduzione Vietata
[31/10/2012]


titolo: GDF SCOPRE 28 KG DI MARIJUANA NELLA MERCEDES | Veniva dalla Grecia
foto: GUARDIA DI FINANZA (REPERTORIO)


Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Dottoressa di base No Vax sospesa: paese senza medico

La dott.ssa è sospesa come medico di base dall'Ulss di Padova privando la comunità di Cervarese Santa Croce della sua assistenza

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...

DEMOCRAZIA? Gnanca su le scoasse! E io pago per l’immondizia tenuta in casa

Sarà l’età con tutti i prò e tutti i contro, sarà che mi giro attorno e vedo andar tutto al rovescio, anche se la buona vista non mi manca ma, da un po’ di tempo sono cambiata, DEVO protestare, perché quello...

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

“Si parla tanto di spopolamento di Venezia, ma la città perde meno abitanti di prima”. Lettere

In riposta alla lettera: "Le colpe dei veneziani e dei 'venezianassi' ". Vedo, purtroppo, che ancora una volta si punta il dito contro questo mostro delle locazioni turistiche senza mai vedere tutto l’insieme. Chiedo al prof. Mozzatto che faccia meglio i compiti prima...

“Non è che chi va fuori non ami più Venezia, è lei che non c’è più”. Lettere

In risposta alla lettera: "Go fato ben a andar via (da Venezia) chea volta e no me dispiaxe proprio”. Per Frank. La tua risposta a Luca. S è stupida. Io sono veneziana doc, conosco benissimo la storia dell’arte (ho studiato con artisti...

Corre per prendere il battello: infarto a bordo, non c’è niente da fare

Corre per prendere il battello, poi per l'imperscrutabile evolversi di quell'equilibrio precario che è lo stato di salute di ognuno, ha un attacco e, purtroppo, muore. Luciano Molin, 67 anni, è deceduto ieri a bordo di un battello dell'Actv. Attorno alle 15 l'uomo,...

“Non mi hanno fatto entrare all’Ospedale di Venezia per accompagnare mia figlia”. Lettere

Riceviamo e pubblichiamo. Buongiorno sono una cittadina italiana. Martedì ho accompagnato mia figlia di 10 anni a fare una visita in ospedale di Venezia ma all' ingresso non mi hanno fatto entrare perché non ho il "Green Pass". Ma secondo voi è possibile lasciare...

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.