13.2 C
Venezia
giovedì 23 Settembre 2021

“Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura”. Lettere al giornale

HomeLettere"Frecce tricolori su Venezia: io non le gradisco e il mio cane ha paura". Lettere al giornale

Gentile cronista, la prego di pubblicare quanto segue.
Le Frecce Tricolori a Venezia oggi (venerdì 28 maggio, ndr) sono passate ripetutamente con sorvoli verosimilmente bassi, tanto che mi tremavano i vetri della casa.
Avevo letto che la loro esibizione è domani (sabato 29 maggio, ndr) in occasione dell’apertura del Salone Nautico, quindi quelle andate in scena oggi sono solo delle “prove” che però pareva non finissero più.
Io mi chiedo: che fine hanno fatto i sorvoli singoli? Quei passaggi che fanno meravigliare tutti per un attimo irripetibile e poi basta?
Perché oggi è diventata una sorta di “esibizione” che non finiva più con passaggi ripetuti più e più volte?

Io vorrei sapere che fine ha fatto anche quella Sovrintendenza ai Monumenti che 20-30-40 anni fa diceva che le vibrazioni sono pericolose per il Campanile di San marco e la Basilica stessa. Ma questo è un discorso su cui devono interrogarsi gli amministratori.
Il mio discorso è privato e personale: intanto tutti questi passaggi mi provocano un’agitazione che poi fatica a passarmi nel corso della giornata perché quei rombi evocano nella mia mente un pericolo imminente. Come se fossero gli aerei dei bombardamenti di cui si ha paura quando si avvicinano.
Ma quello che mi fa ancora più male è il terrore che assale il mio cagnolino, un cucciolo di 9 mesi.
A lui è inutile spiegare che si tratta di una manifestazione organizzata, che dopo poco è tutto terminato (cosa non vera perché oggi i passaggi non finivano più), che è solo molto rumore ma non c’è nessun pericolo…
Lui per la paura corre a nascondersi dietro una vecchia libreria che è il posto più riparato della casa, secondo lui.
Per ore non vuole venire fuori e per prenderlo bisogna alzarlo di peso ma non vorrebbe.
Piange, guaisce e ha nel petto il cuore che scoppia.
Ad ogni passaggio trema la casa, le vibrazioni sembrano un’esplosione e le finestre vibrano peggio di ogni terremoto.
E domani si replica perché oggi erano solo “prove”…?

Personalmente non ho il piacere di avere questa passione sportiva degli aerei.
Le Frecce Tricolori danno lustro e onore all’Italia, lo so. So che sono una vecchia e che la mia opinione ha poca importanza.
Ma ve lo chiedo lo stesso: perché non andate a fare questa manifestazioni in un’area dedicata lontana dalle città dove tutti i vostri ammiratori e appassionati godrebbero meglio lo spettacolo?
Così la gente che non gradisce non lo subirebbe lo stesso.

Grazie

E. Vianello
Venezia

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

14 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. Mi rivolgo alla Sig.ra Maria teresa Bertinotti : e’ evidente che lei non ha un cagnolino. E’ evidente che lei non ha sensibilita’ verso chi ha paura. E’ evidente che se stesse zitta farebbe una figura migliore . Non vi e’ dubbio che la nostra pattuglia sia la migliore al mondo. Forse non sa’ che, comunque, Venezia e’ no fly zone e lo e’ per un preciso motivo . Addirittura i droni , quelli piccoli “da passatempo” sono vietati . I professionisti che li usano per riprese e/o fotografie devono avere tutta una serie di permessi per poterli usare . Si chieda perche’ i voli civili non sorvolano la citta’.
    “Il Cima” …non mi sembri proprio una “cima” visto il commento . Non pretendo che tu sia esperto di acustica, ma e’ la maledetta, ennesima , vibrazione che puo’ causare danno.

    Ma al di la di tutto : cosa c’e’ di strano se una persona con qualche anno in piu’ ha paura e soffre nel vedere il suo amico a 4 zampe aver paura anch’esso ?

    Hanno ridotto e di moltissimo il frastuono dei fuochi per il redentore, negli anni, proprio per un discorso di vibrazioni che possono inficiare negativamente su campanile e basilica. Ma xe mai possibie che dove’ parlar sensa saver e critiche’ chi, con gentilezza, ga espresso el proprio pensiero ? Ma vergogneve , se casca un aereo sora Venexia gave’ presente cossa che succede ?? Dai, sveia !

  2. Ma possibile che c’è sempre da reclamare per tutto?
    Le Frecce Tricolori sono l”Eccellenza Italiana nel mondo. Piloti eccezzionali, lavoro tutto italiano, serietà, precisione. Tutto quello che di bello ci può essere. Eppure si reclama anche qui. Perchè sempre a pensare solo a noi, al nostro cagnolino,
    al rumore…? Provate ad alzare gli occhi verso il cielo, e guardare quella perfezione, lasciatevi andare alla bellezza.
    Ne sarà felice anche il cagnolino. Grazie

    • Il mio cucciolo credevo che morisse da come soffriva e gli batteva il cuore, altro che felice
      Ripeto il concetto: sabato c’è stato un passaggio degli aerei: è stato apprezzabile e sopportabile.
      Venerdì invece ci sono state le grandi manovre con voli radenti sui tetti delle case per più e più volte. Non finivano mai!
      Io dico: perchè non fate queste cose (tanti e ripetuti passaggi) in un’area dedicata a questo?

  3. Bah, non vi va mai bene nulla. Un passaggio subsonico delle Frecce non fa proprio nessun danno, quanta intolleranza a tutto…

    • Il concetto è sempre lo stesso: ti diverti tu ma non ci devo rimettere io.
      Se io sto male a te non frega niente giusto? Se il cane mi muore di crepacuore vengo da te a cui piacciono?
      Ieri ci sono state DECINE di passaggi subsonici come li chiami tu, non è UN PASSAGGIO

      • Infatti, ha perfettamente ragione, il cane è un piacere suo e ci devo rimettere io, nel dovermelo sentire h24 con i suoi abbai continui, fare lo slalom per la strada tra cacche e pisciate, anche trovandomele sulle ruote della mia auto. Se il giorno devo alzarmi presto per andare a lavorare, a lei non frega niente, giusto? Se vengo assalito dai cani, che faccio?

    • Be’ a Ramstein un passaggio subsonico di queste “eccellenze” ha causato 70 morti e più di 1000 feriti. Da allora le Frecce sono bandite dalla Germania. Ora si provi ad immaginare un incidente simile sopra Venezia e ci domandi se c’è poi tanta differenza tra chi ha permesso il sorvolo di Venezia e chi fa andare una funivia senza freni.

      • Ottimo intervento ricordare le vittime di quella strage in virtù del divertimento.
        Giusto anche il concetto emerso che per far divertire te devo rimetterci io, specialmente quando il “TE” sono i turisti e gli interessi del salone nautico che credo interessi ben poco ai veneziani, che amano barche più modeste…
        Se proprio le vogliono le frecce, vadano al mare, così almeno siamo sicuri che non precipitano sule abitazioni facendo una strage.
        Prevenire è meglio che curare, e nessuno è perfetto, nemmeno i piloti delle frecce…!

  4. Ha ragione sig. Vianello. Troppo rumore dai voli su è giù. Così si svegliava perfino mio nipotino che ha appena 2 settimane è cominciava piangere.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor