24.9 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Frase offensiva sulla tomba del poliziotto morto in servizio atto ignobile

HomeLettereFrase offensiva sulla tomba del poliziotto morto in servizio atto ignobile

I giovani sorpresi a fare sesso al cimitero

Con questo ennesimo atto ignobile nei confronti del cippo dedicato al nostro collega Antonino Copia, deceduto nell’adempimento del proprio dovere nel 2009, è stata attaccata ancora una volta la Polizia di Stato e tutto il suo personale, che lavora giornalmente per garantire la sicurezza dei cittadini, e quindi, anche per quell’imbecille che ha pensato di scrivere la solita frase offensiva nei confronti delle forze dell’ordine.

Auguro di tutto cuore a questo codardo, di aver presto bisogno dell’aiuto delle forze dell’ordine, chissà, magari, considerato l’odio che ha nei nostri confronti, deciderà di chiamare superman….
Si sa che purtroppo la mamma degli imbecilli è sempre incinta. Prima o poi troveremo chi è stato, anche se nel frattempo confido vivamente nell’intervento della giustizia divina.

Intanto auspichiamo che la scritta vergognosa venga rimossa subito e sia messa in “sicurezza” la lapide, magari monitorata da delle telecamere. Ditemi voi se in un paese civile come l’Italia debbano succedere simili cose e se si debba essere costretti a sorvegliare quello che dovrebbe essere un bene intoccabile e inviolabile, proprio per ciò che rappresenta.

Mauro Armelao
Segretario Generale Provinciale
UGL Polizia di Stato di Venezia

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.