7 C
Venezia
domenica 28 Novembre 2021

Falso invalido guidava il camion e camminava per Venezia, scoperto dalla Gdf

HomeFalsi invalidiFalso invalido guidava il camion e camminava per Venezia, scoperto dalla Gdf
la notizia dopo la pubblicità

La segnalazione alle Fiamme Gialle veneziane è arrivata dalla Romania, dove a un romeno di 41 anni, era stata ritirata la patente di guida a seguito di una infrazione stradale

Autoarticolato in autostrada A4 andava a zigzag. Polacco guidava ubriaco

Invalido, evidentemente falso, guidava perfettamente il camion, peccato che percepisse l’indennità Inps in quanto bisognoso di assistenza. Si tratta di un romeno residente a Marghera scoperto dalla Guardia di Finanza. L’uomo guidava il camion e passeggiava senza problemi per le vie di Venezia, nonostante gli fosse stata certificata una invalidità al 100% ad un braccio e ad una gamba, con riconoscimento dell’indennità di accompagnamento.

I militari del I Gruppo Venezia della guardia di Finanza, dopo mirati accertamenti ed appostamenti, hanno smascherato il falso invalido che ormai dal 2011 percepiva la pensione di invalidità, truffando allo Stato italiano più di 30.000 euro.

La segnalazione alle Fiamme Gialle veneziane è arrivata dalla Romania, dove a un romeno di 41 anni, era stata ritirata la patente di guida a seguito di una infrazione stradale.

Da anni residente in Italia, il romeno percepiva dall’Inps una pensione di invalidità al 100%, con inabilità totale e permanente agli arti inferiori causata da un incidente stradale alcuni anni fa.

L’assoluta incompatibilità dell’invalidità accertata con la guida di autoarticolati ha fatto partire gli accertamenti più approfonditi, resi difficoltosi dal fatto che il cittadino rumeno, anagraficamente residente a Marghera, risultava soggiornare quasi sempre nel paese di origine.

L’occasione per capire come stessero le cose, le Fiamme Gialle l’hanno avuta quando il falso invalido è stato richiamato per la notifica di un atto presso gli uffici dell’Inps. Una volta fuori dagli uffici, dopo alcune centinaia di metri, iniziava a camminare “miracolosamente” senza problemi.

Due anni fa, aveva addirittura ottenuto il rinnovo della patente di guida, attestando falsamente, nel corso della prevista visita medica, di non avere alcuna invalidità e mostrandosi in piena forma fisica al medico.

L’uomo veniva così denunciato per truffa aggravata ai danni di ente pubblico e permetteva all’ufficio amministrativo dell’Inps di Venezia di revocare l’assegno di invalidità percepito indebitamente.

(foto di repertorio)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Brugnaro in situazione di conflitto di interessi? Interrogazione al governo

I terreni acquistati da Brugnaro all' "entrata" di Venezia oggetto di un conflitto di interessi? Lo chiede SI con un'Interrogazione, "Secondo un'inchiesta del quotidiano 'Il Domani', la giunta del Comune di Venezia, all'interno del piano per la mobilità sostenibile Venezia 2030, ha...

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Donne sputano la comunione, altre sputano sul Cristo. Nelle chiese si moltiplicano le profanazioni

Oltraggi e profanazioni nelle chiese veneziane pare siano molto più frequenti di quanto si immagini. Altri episodi che, seppur meno gravi, testimoniano della situazione che si vive nelle chiese del centro storico veneziano, affollate da fedeli ma anche da turisti.

Sciopero Actv a Venezia: la gente “assalta” il motoscafo che fa finecorsa [video]

Qualcuno a bordo già lo sospettava: quel motoscafo era "anonimo", cioè senza cartello di linea. In più, ad ogni fermata precedente (Tre Archi, Madonna dell'Orto, ecc..), il marinaio ripeteva diligentemente "Solo Fondamente Nove", quindi assomigliava in tutto e per tutto ad...

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...

Green Pass obbligatorio: quali sono le regole

Green Pass obbligatorio, la guida: tutte le regole. Dove non si entra senza, come procurarselo, quanto dura, ecc...

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

Dal 2022 per venire a Venezia si dovrà prenotare

Venezia e overtourism: nel 2022 Venezia potrebbe essere a numero chiuso con tanto di tornelli. Dall'estate 2022 per entrare a Venezia servirà prenotare secondo il progetto. Dopo i rinvii legati anche al Covid, il Comune ha stabilito che il prossimo anno vedrà...

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

Chiede di indossare la mascherina: turista picchia marinaio Actv

Il marinaio Actv chiede di indossare la mascherina: preso a pugni. Arriva il capitano: picchiato anche lui. Cattivo segno dei tempi di un turismo asfissiante e stressante a Venezia che sono tali anche per loro, per i turisti. La città, la pandemia,...

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

Rapina in villa sul Terraglio pistole in pugno, minacciata bambina

Rapina odiosa a Mogliano, domenica sera. Sono circa le 19 e 30, quando quattro malviventi con passamontagna in faccia, irrompono nella villa sul Terraglio con le pistole in mano. Immobilizzano il proprietario, il petroliere Giancarlo Miotto di 79 anni, la moglie, e non...