19.1 C
Venezia
martedì 03 Agosto 2021

Ebola cresce, autorizzati farmaci sperimentali. Il rischio dagli aeroporti

HomeCronacaEbola cresce, autorizzati farmaci sperimentali. Il rischio dagli aeroporti

Ebola continua a crescere

Ebola, la paura non si arresta, la sua diffusione nemmeno. E in mezzo alle notizie che arrivano da più parti del mondo, una parla di un rimedio tampone di tipo drastico, che descrive bene lo stato di crisi in cui siamo arrivati.

Sì ai farmaci sperimentali per tentare di trovare una cura alla malattia. L’Organizzazione mondiale della sanità, a sorpresa, dà il via libera all’uso di farmaci sperimentali. Il pericolo che l’epidemia si trasformi su scala mondiale è concreto, è proprio il direttore generale dell’OMS a dirlo, anticipando che «ogni città con un aeroporto internazionale è a rischio».

Ebola è anche un tabellino di numeri in continuo aggiornamento. E i numeri fanno paura.
I morti per il virus hanno superato ieri il migliaio. Tra di esse il missionario spagnolo Miguel Pajares, 75 anni, fatto rientrare giovedì a Madrid dov’è deceduto in mattinata all’ospedale Carlos III.

Ebola fa salire anche i numeri dei contagiati, ovviamente, arrivati ora alla soglia di quota duemila.
Sono numeri che hanno convinto l’ OMS a fare di più, così dopo trentasei ore di vertice l’Organizzazione ha deciso di dare il via libera a farmaci in piena fase sperimentale, per tentare di fermare il virus che sta colpendo Sierra Leone, Liberia, Guinea e Nigeria. A questo punto, eventuali effetti collaterali negativi non possono essere più gravi del virus Ebola stesso.

Redazione

[13/08/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.