COMMENTA QUESTO FATTO
 

Delitto Monica De Rossi, inquietanti SMS di Davide Tomasi

Spuntano nuovi sms ed indizi, a rendere più complicato l’odioso delitto che ha portato alla morte una giovane donna, madre di tre figli, Monica De Rossi, assassinata da Davide Tomasi con un coltello conficcato sulla schiena.

La vicenda, già atroce nel suo agire, aggiunge nuove istanze alla magistratura che dovrà analizzare il significato dei numerosi sms che l’omicida ha mandato ad altre persone, ai familiari e soprattutto agli uomini che Monica aveva frequentato in passato e di cui era ossessionato, in una patologica gelosia fino ad escogitare morte e vendette.

L’ultimo, rivolto al suo presunto rivale “Ho vinto, vedrai…” racconta ulteriormente le caratteristiche dell’omicida, inoltre un altro fatto aggiunge orrore alla vicenda.
L’autopsia ha rilevato una puntura di siringa sul collo della vittima e gli inquirenti dovranno ora comprenderne la natura e l’origine.

Davide Tomasi dovrà risponderne al Giudice per le istanze preliminari Roberto Venditti, anche se ora è ricoverato nel Reparto di Psichiatria dell’Ospedale di San Bortolo e nel contempo sono in essere gli accertamenti su cellulari e computer per cercare di capire i tempi e i modi della loro trasmissione e cosa possa aver provocato un delitto tanto efferato.

Sarà cura del Pubblico Ministero circostanziare gli eventi, focalizzare e mettere insieme un fatto che aggiunge il segno più alla somma degli omicidi perpetrati, dove le donne sono ancora una volta vittime.

Redazione

07/04/2016

 
ASSOCIAZIONE LA VOCE DI VENEZIA 5X1000
 

(cod degrisi)

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here