pubblicità
pubblicità
11.6 C
Venezia
sabato 17 Aprile 2021
HomecontagiCoronavirus Venezia: le classi con studenti positivi e situazione aggiornata del veneziano

Coronavirus Venezia: le classi con studenti positivi e situazione aggiornata del veneziano

Coronavirus Venezia: 12 classi nel territorio veneziano sono state interessate da casi di coronavirus nella giornata di ieri.
Il dato è emerso oggi, 5 marzo 2021, durante la conferenza stampa dell’Ulss 3 Serenissima all’Ospedale Civile di Venezia che ha fatto il punto della situazione sanitaria nei territori e nelle scuole.
Si è trattato del primo incontro con la stampa per il nuovo direttore generale, Edgardo Contato, che ha dato la propria disponibilità ad organizzare incontri settimanali con gli organi di informazione, anche nel nosocomio veneziano, con l’aggiornamento sulla situazione del virus nei

territori di competenza dell’Ulss 3.
Un’apertura che ha raccolto consensi e valorizza l’ospedale Civile di Venezia nella gestione dell’emergenza sanitaria. Oggi, prima dell’incontro con i giornalisti, il nuovo direttore generale ha salutato i primari dell’ospedale veneziano, come fatto ieri con quelli dell’ospedale dell’Angelo.
Con lui all’incontro con la stampa c’era Luca Sbrogiò, direttore del Dipartimento di prevenzione che ha fornito i dati relativi all’epidemia e ai contagi nelle

scuole.
CLASSI CON STUDENTI POSITIVI
Oggi sono 50 le classi attualmente interessate da casi positivi di covid-19 in tutta l’Ulss 3 Serenissima, con studenti dagli 0 ai 18 anni. E solo ieri sono state 12 le classi di scuole diverse che hanno segnalato la presenza di studenti positivi.
“Ieri hanno alzato la mano 12 classi per segnalarci casi positivi – ha spiegato il direttore del Dipartimento, Sbrogiò – sono perlopiù nel veneziano e alcune a Dolo”.
Nel dettaglio, le scuole di ieri in cui sono stati riscontrati studenti positivi sono 6 a Venezia, di cui 4 nel centro storico lagunare e 2 a Marghera, le altre a Chioggia e nelle scuole della Riviera del Brenta.

Da inizio pandemia i numeri sono rilevanti. “Bastano due positivi per avere un focolaio – ha spiegato Sbrogiò – Abbiamo avuto quasi 11mila studenti quarantenati e 1.014 insegnanti da inizio anno scolastico”.
“Ieri hanno alzato la mano 12 classi per segnalarci dei casi positivi – ha spiegato in senso figurato il direttore del Dipartimento – sono perlopiù nel veneziano e alcune a Dolo”.
Nel dettaglio, le scuole di ieri in cui sono stati riscontrati studenti positivi sono 6 a Venezia, di cui 4 centro storico e 2 a Marghera, le altre a Chioggia e nelle scuole della Riviera del Brenta. “Tra dicembre e gennaio – ha spiegato Contato – con la chiusura delle scuole il problema si è praticamente azzerato e rispetto a quel calo progressivo ora assistiamo ad una ripresa”.

I DATI SULLA SITUAZIONE CORONAVIRUS NEL VENEZIANO
In tutto il territorio di competenza dell’Ulss 3 i casi positivi registrati dal 21 febbraio 2020 sono, ad oggi, 40.063. Attualmente sono in isolamento 3.700 persone. Di questi oltre quarantamila, dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono deceduti 1.448 malati covid (il 4% del totale) mentre i guariti ammontano a 36.611 (il 91%), e gli attualmente positivi sono 2.004 (il 5%).
I ricoverati nelle strutture sanitarie dell’Ulss 3 Serenissima oggi sono 109 (5,4% del totale), e di questi 98 sono ricoverati in reparto (il 90%) e 11 si trovano in gravi condizioni, in terapia intensiva (10%).

TAMPONI
Nel veneziano la percentuale dei nuovi positivi sui tamponi molecolari e rapidi è del 4,3%. I nuovi casi per 100mila abitanti, nell’ultima settimana, è di 116.
Ecco i dati aggiornati nelle scuole veneziane:

slide situazione scuole ulss

VARIANTI
La diffusione delle varianti nel contesto scolastico riguardano i comuni di Malcontenta, Marcon e Cona.
C’è anche la rete “scuole sentinelle”, per individuare la presenza dei covid: nella prima fase viene svolto il tampone nasale e sierologico a 7 scuole selezionate (1 per provincia) in un giorno stabilito.
Nella seconda fase si esegue il tampone nasale a rotazione a studenti e insegnanti di ogni classe delle scuole selezionate; ogni settimana una sezione e e terminate le sezioni si ricomincia.
“Siamo una delle aziende che ha aperto più canali di comunicazione con la scuola – ha spiegato Sbrogiò – abbiamo il numero verde telefonico, numero WhatsApp e Webinar in cui viene fatto il punto e la pagina Facebook”.

VACCINI
Le vaccinazioni anti-Covid nel territorio veneziano prevedono l’avvio in simultanea della somministrazione dell’antidoto anziani della classe 1939 e anche dei novantenni, classe 1929.
Lo ha spiegato il direttore del dipartimento di prevenzione. “Oggi la Regione – ha detto Sbrogiò – ci ha chiesto di inviare il piano vaccini della nostra azienda”.
Il piano vaccinale dell’Ulss 3 è iniziato il 15 febbraio, affrontando una classe d’età ogni settimana, e partendo dai nati 1941 (80 anni). Ora, appunto la novità, che vedrà agli ottantenni affiancati i novantenni. Nel territorio veneziano dell’Ulss 3 sono 185 le persone centenarie.
Lunedì inizieranno le vaccinazioni dei rappresentanti delle Le forze dell’ordine, vi sarà il completamento del personale delle scuole e inizieranno le vaccinazioni per le persone con le patologie.

Nelle tre sedi vaccinali dell’Ulss 3 (Mestre, Camponogara, Chioggia) per le sedute programmate fino al 31 marzo c’è un’adesione pari al 98%. Il 20 febbraio le sedute vaccinali hanno riguardato i nidi e le scuole dell’infanzia, il 1 marzo le scuole di ordine superiore e il 2 marzo le università. Ad oggi sono state eseguite 3.961 vaccinazioni e c’è disponibilità per 11.390.

Giorgia Pradolin

Data prima pubblicazione della notizia:

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

notizie della settimana di Venezia dopo la pubblicità
spot
spot
sponsor