7.4 C
Venezia
mercoledì 01 Dicembre 2021

Coronavirus Venezia: le classi con studenti positivi e situazione aggiornata del veneziano

HomecontagiCoronavirus Venezia: le classi con studenti positivi e situazione aggiornata del veneziano
la notizia dopo la pubblicità

Coronavirus Venezia: 12 classi nel territorio veneziano sono state interessate da casi di coronavirus nella giornata di ieri.
Il dato è emerso oggi, 5 marzo 2021, durante la conferenza stampa dell’Ulss 3 Serenissima all’Ospedale Civile di Venezia che ha fatto il punto della situazione sanitaria nei territori e nelle scuole.
Si è trattato del primo incontro con la stampa per il nuovo direttore generale, Edgardo Contato, che ha dato la propria disponibilità ad organizzare incontri settimanali con gli organi di informazione, anche nel nosocomio veneziano, con l’aggiornamento sulla situazione del virus nei

territori di competenza dell’Ulss 3.
Un’apertura che ha raccolto consensi e valorizza l’ospedale Civile di Venezia nella gestione dell’emergenza sanitaria. Oggi, prima dell’incontro con i giornalisti, il nuovo direttore generale ha salutato i primari dell’ospedale veneziano, come fatto ieri con quelli dell’ospedale dell’Angelo.
Con lui all’incontro con la stampa c’era Luca Sbrogiò, direttore del Dipartimento di prevenzione che ha fornito i dati relativi all’epidemia e ai contagi nelle

scuole.
CLASSI CON STUDENTI POSITIVI
Oggi sono 50 le classi attualmente interessate da casi positivi di covid-19 in tutta l’Ulss 3 Serenissima, con studenti dagli 0 ai 18 anni. E solo ieri sono state 12 le classi di scuole diverse che hanno segnalato la presenza di studenti positivi.
“Ieri hanno alzato la mano 12 classi per segnalarci casi positivi – ha spiegato il direttore del Dipartimento, Sbrogiò – sono perlopiù nel veneziano e alcune a Dolo”.
Nel dettaglio, le scuole di ieri in cui sono stati riscontrati studenti positivi sono 6 a Venezia, di cui 4 nel centro storico lagunare e 2 a Marghera, le altre a Chioggia e nelle scuole della Riviera del Brenta.

Da inizio pandemia i numeri sono rilevanti. “Bastano due positivi per avere un focolaio – ha spiegato Sbrogiò – Abbiamo avuto quasi 11mila studenti quarantenati e 1.014 insegnanti da inizio anno scolastico”.
“Ieri hanno alzato la mano 12 classi per segnalarci dei casi positivi – ha spiegato in senso figurato il direttore del Dipartimento – sono perlopiù nel veneziano e alcune a Dolo”.
Nel dettaglio, le scuole di ieri in cui sono stati riscontrati studenti positivi sono 6 a Venezia, di cui 4 centro storico e 2 a Marghera, le altre a Chioggia e nelle scuole della Riviera del Brenta. “Tra dicembre e gennaio – ha spiegato Contato – con la chiusura delle scuole il problema si è praticamente azzerato e rispetto a quel calo progressivo ora assistiamo ad una ripresa”.

I DATI SULLA SITUAZIONE CORONAVIRUS NEL VENEZIANO
In tutto il territorio di competenza dell’Ulss 3 i casi positivi registrati dal 21 febbraio 2020 sono, ad oggi, 40.063. Attualmente sono in isolamento 3.700 persone. Di questi oltre quarantamila, dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono deceduti 1.448 malati covid (il 4% del totale) mentre i guariti ammontano a 36.611 (il 91%), e gli attualmente positivi sono 2.004 (il 5%).
I ricoverati nelle strutture sanitarie dell’Ulss 3 Serenissima oggi sono 109 (5,4% del totale), e di questi 98 sono ricoverati in reparto (il 90%) e 11 si trovano in gravi condizioni, in terapia intensiva (10%).

TAMPONI
Nel veneziano la percentuale dei nuovi positivi sui tamponi molecolari e rapidi è del 4,3%. I nuovi casi per 100mila abitanti, nell’ultima settimana, è di 116.
Ecco i dati aggiornati nelle scuole veneziane:

slide situazione scuole ulss

VARIANTI
La diffusione delle varianti nel contesto scolastico riguardano i comuni di Malcontenta, Marcon e Cona.
C’è anche la rete “scuole sentinelle”, per individuare la presenza dei covid: nella prima fase viene svolto il tampone nasale e sierologico a 7 scuole selezionate (1 per provincia) in un giorno stabilito.
Nella seconda fase si esegue il tampone nasale a rotazione a studenti e insegnanti di ogni classe delle scuole selezionate; ogni settimana una sezione e e terminate le sezioni si ricomincia.
“Siamo una delle aziende che ha aperto più canali di comunicazione con la scuola – ha spiegato Sbrogiò – abbiamo il numero verde telefonico, numero WhatsApp e Webinar in cui viene fatto il punto e la pagina Facebook”.

VACCINI
Le vaccinazioni anti-Covid nel territorio veneziano prevedono l’avvio in simultanea della somministrazione dell’antidoto anziani della classe 1939 e anche dei novantenni, classe 1929.
Lo ha spiegato il direttore del dipartimento di prevenzione. “Oggi la Regione – ha detto Sbrogiò – ci ha chiesto di inviare il piano vaccini della nostra azienda”.
Il piano vaccinale dell’Ulss 3 è iniziato il 15 febbraio, affrontando una classe d’età ogni settimana, e partendo dai nati 1941 (80 anni). Ora, appunto la novità, che vedrà agli ottantenni affiancati i novantenni. Nel territorio veneziano dell’Ulss 3 sono 185 le persone centenarie.
Lunedì inizieranno le vaccinazioni dei rappresentanti delle Le forze dell’ordine, vi sarà il completamento del personale delle scuole e inizieranno le vaccinazioni per le persone con le patologie.

Nelle tre sedi vaccinali dell’Ulss 3 (Mestre, Camponogara, Chioggia) per le sedute programmate fino al 31 marzo c’è un’adesione pari al 98%. Il 20 febbraio le sedute vaccinali hanno riguardato i nidi e le scuole dell’infanzia, il 1 marzo le scuole di ordine superiore e il 2 marzo le università. Ad oggi sono state eseguite 3.961 vaccinazioni e c’è disponibilità per 11.390.

Giorgia Pradolin

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da visita da parte dei miei nuovi compagni e compagne di classe è stato questo: -“Da dove ti vien,...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando sulle sue gambe ma dopo poche ore è spirata. F.C., signora di 52 anni residente a Lido, mercoledì...

Musei Civici Veneziani, grave attacco a lavoratrici e lavoratori

Nei Musei Civici Veneziani si aggrava l’attacco alle lavoratrici e ai lavoratori dei servizi in appalto, con l’annuncio delle cooperative Coopculture e Socio Culturale della disdetta dei contratti integrativi aziendali. Ancora una volta l'unica strategia che le aziende intendono attuare è quella...

La manifestazione di Venezia contro il vaccino: siringhe come carri armati

La difesa ferrea delle proprie convinzioni, ha scatenato gli oltre mille manifestanti contrari al vaccino e alla certificazione verde e li ha trasformati in oratori e attori impegnati a interpretare un copione pieno di riferimenti storici e di accenti letterari e...

Venezia. Match tra turiste ubriache per la pantegana. Vince l’animalista per ko tecnico alla 1a ripresa

Il video riporta una scena che si è svolta questa notte a Venezia, nello spiazzo dietro Rialto, di fronte al Fontego. Due ragazze, pare inglesi, sono al culmine di una bella serata, a quanto pare anche ben "allegre". Improvvisamente nasce una discordia....

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

“Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”: un sondaggio per conoscersi e un comitato per il sostegno

Tra il serio e il faceto, “Tutta la Città Insieme!” lancia il Comitato FaVeRAT - “Famiglie Veneziane Rovinate dagli Affitti Turistici”. Per aderire, chiede di rispondere ad un sondaggio ed inviare racconti su come si convive con strutture ricettive nel proprio condominio...

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Caro capitano Actv ti ringrazio. Lettere al giornale

Caro capitano Actv ti ringrazio. Sono quello che aspettava la corsa del 4.1 al pontile dei Giardini ieri, venerdì mattina alle 7.27. Non è colpa mia se sono una persona anziana. Ho lavorato tutta una vita e adesso ho bisogno di usufruire dei...