Coronavirus, ultime notizie in tempo reale. Aumentano contagi in nave tra gli anziani

ultimo aggiornamento: 14/02/2020 ore 22:02

32264

Coronavirus, ultime notizie in tempo reale. Aumentano contagi in nave tra gli anziani

Coronavirus: Giappone verso sbarco anziani dalla Diamond (ore 06.30)
Le autorità giapponesi hanno deciso di far sbarcare dalla Diamond Princess, la nave in quarantena nel porto di Yokohama, alcuni passeggeri più anziani trasferendoli in alloggi protetti messi a disposizione dal governo, purché i nuovi test cui saranno sottoposti risultino negativi.
La decisione arriva all’indomani del forte aumento di casi di contagio a bordo della nave, salito a 218 su 3.700 persone tra passeggeri ed equipaggio inizialmente a bordo, che fa temere per le condizioni di salute di alcune centinaia di persone di età pari o superiore a 80 anni.
Gaku Hashimoto, alto funzionario del ministero della Sanità, ha annunciato che tutti i passeggeri “considerati ad alto rischio per la salute” saranno sottoposti a nuovi esami.
“Coloro che risultano positivi saranno ricoverati in ospedale. Coloro che risultano negativi, sbarcheranno e saranno trasferiti negli alloggi protetti forniti dal governo”.

Coronavirus: 1.383 morti in Cina da inizio. (ore 02.30)
Sala a 1.383 il bilancio delle vittime dell’epidemia di coronavirus in Cina, 116 morti in più rispetto a ieri quando se ne erano registrati 242.
In calo anche il numero di nuove infezioni nella provincia di Hubei, che si ferma a 4.823 dopo l’impennata di 14.800 casi registrati ieri, a causa del cambiamento dei parametri per definire i contagi.


Coronavirus: l’immunologo: “In realtà non sappiamo quanti sono i casi reali (ore 22.30)
Un invito alla cautela sull’ alternarsi delle stime riguardanti la diffusione del coronavirus è venuto da Anthony Fauci.
L’immunologo americano di fama mondiale e direttore dell’Istituto Nazionale per le Malattie infettive ha sottolineato che “sino a quando non ci sarà un test diagnostico uguale per tutti e distribuito e usato ovunque non sarà possibile contare i casi reali della malattia”. E quindi il tasso di decessi.
“Ciò che continua a mancare è inoltre il numero vero degli infetti, contiamo solo quelli che si rivolgono a medici ed ospedali. E su questa cifra è stata calcolata una mortalità al 2.4%”.
“Si tratta di una mortalità ben più alta di quella dell’influenza”, ha dichiarato Fauci: “Il problema è al momento grave in Cina ma dobbiamo tenere gli occhi aperti sui casi relativi e diffusi durante i viaggi”.

Coronavirus: Vietnam, in quarantena una intera città. (ore 12.30)
Un comune di 10.000 abitanti vicino ad Hanoi è stato messo in quarantena per paura di diffondere il coronavirus.
Lo ha confermato il ministero della Salute vietnamita.
“Stiamo ordinando una quarantena per l’intero comune di Son Loi per 20 giorni – ha fatto sapere il ministero – perché nella cittadina sono stati segnalati 5 casi di infezione da Covid-19”.
In Vietnam sono 15 le persone fin qui colpite dal virus.

Coronavirus: altri 44 casi sulla Diamond Princess. (ore 08.00)
Il ministro della Salute nipponico Katsunobu Kato ha confermato l’accertamento di altri 44 casi di coronavirus sulla nave da crociera Diamond Princess, nella baia di Yokohama.
È il risultato maturato da altri 221 test fatti, che porta il totale delle infezioni accertate a 218, in aggiunta al funzionario della quarantena rimasto a sua volta contagiato.
A bordo ci sono ancora oltre 3.000 persone, tra cui 35 italiani, di cui 25 membri dell’equipaggio, incluso il comandante Gennaro Arma.


Coronavirus: Hubei, boom contagi con nuovi parametri. (ore 22.00)
L’Hubei ha registrato 242 morti e 14.840 nuovi casi di contagio da coronavirus COVID-19 a partire dal 12 febbraio.
Si tratta di una brusca impennata sul giorno precedente e tiene conto delle regole di conteggio aggiornate che includono i “clinicamente diagnosticati”, che pesano per 13.332 casi nella classificazione del virus che è stata rivista.

Coronavirus: Berlino, non si può escludere la pandemia. (ore 14.30)
“Non è prevedibile ancora se da un’epidemia regionale in Cina si arrivi a una pandemia mondiale”.
Lo ha detto il ministro della Salute tedesco Jens Spahn, a margine di una commissione parlamentare sul Coronavirus a Berlino, sottolineando come questo scenario non possa essere escluso.
“In Germania ci stiamo preparando bene”, ha aggiunto.
Quello che potrebbe accadere, ha anche spiegato, è che “la situazione peggiori prima di migliorare”.
In Germania ci sono 16 casi di contagio, i pazienti sono tutti “isolati e in trattamento”, ha concluso.

Coronavirus, John Hopkins University: 1.115 i morti, oltre 45mila i contagi globali. (ore 10.00)
Sono 1.115 i morti in totale per l’infezione da coronavirus (Covid-19), secondo i dati aggiornati della John Hopkins University.
Di questi, 1.068 sono stati registrati nella sola provincia cinese di Hubei, epicentro dell’epidemia con il capoluogo Wuhan, uno solo fuori dalla Cina continentale, a Hong Kong, e uno all’estero, nelle Filippine.
Nel momento in cui scriviamo giunge notizia di una donna iraniana di 63 anni morta lunedì in un ospedale di Teheran per sospetta infezione da coronavirus cinese. La diagnosi non è ancora confermata, sono in corso accertamenti.
Nel mondo, le persone contagiate con certezza sono 45.188, di cui 44.670 nella sola Cina continentale e il picco, fuori dall’Asia, risulta in Germania, con 16 contagiati, seguita da Australia (15) e Stati Uniti (13), mentre l’Italia è ferma a 3 con diversi casi in accertamento che spesso, fortunatamente, danno esito negativo.
Le persone che sono state contagiate e che sono guarite a livello globale, sempre secondo i dati della John Hopkins, sono 4.850, delle quali 2.639 nella sola provincia di Hubei, il resto nelle altre province e regioni cinesi, una a Macao e una a Taiwan e altre 49 fuori dalla Cina.

Coronavirus: altri 39 casi sulla Diamond Princess. Totale contagi sulla nave a largo del Giappone sale a 174. (ore 00.30)
Altri 39 casi di infezione da coronavirus sono stati registrati a bordo della Diamond Princess, la nave da crociera da giorni in quarantena davanti alle coste di Yokohama.
Lo ha dichiarato il ministro giapponese della sanità, Katsunobu Kato.
Il totale dei contagi, ora, è di 174.
“Su 53 nuovi test effettuati sulle persone a bordo – ha detto Kato – 39 hanno dato risultato di positività”.
Tra i contagiati anche quello che è stato definito un “ufficiale”.
Si tratta di un dipendente del ministero della Salute giapponese che stava conducendo un’ispezione sulla nave.

Coronavirus: Cina, casi confermati sono oltre 44.200 (ore 00.00)
I casi di contagio da coronavirus in Cina sono ora oltre 44.200, se si sommano i nuovi casi (1.638) al numero dato dalla commissione sull’epidemia della provincia di Hubei nel briefing di ieri.

Coronavirus: Usa, paziente esce dopo primo test ma era malato (ore 18.00)
Il primo americano evacuato da Whuan e sospettato di avere il coronavirus è stato fatto uscire “per errore” da un ospedale di San Diego dopo che un test iniziale era risultato negativo.
Lo riferisce la Cnn citando dirigenti sanitari locali.
Il paziente era stato rimpatriato la scorsa settimana ed era stato ricoverato con altre tre persone che mostravano possibili sintomi del coronavirus.
Un primo test aveva concluso che nessuno dei quattro pazienti era infetto e tutti erano stati dimessi domenica per passare i 14 giorni di quarantena previsti nella base di Miramar, vicino a San Diego.
Ma oggi i centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno informato l’ospedale che un ulteriore test ha rivelato che uno dei pazienti era positivo al coronavirus.
Così è scattato il ricovero e l’isolamento in ospedale.
Si tratta del 13/mo caso in Usa: 11 sono stati confermati in persone che avevano viaggiano recentemente a Wuhan, epicentro dell’epidemia, due invece sono legati alla trasmissione da persona a persona.

Coronavirus: quarto porto nega ingresso a nave da crociera (ore 16.00)
Una nave da crociera, la MS Westerdam che fa capo alla compagnia britannico-americana Holland America Line con oltre 2000 persone a bordo, si è vista negare ad oggi l’ingresso in almeno quattro porti in seguito ai timori per la diffusione del coronavirus, sebbene nessun caso sia stato riscontrato a bordo.
L’ultimo no in ordine di tempo, oggi, è quello del primo ministro thailandese, il generale Prayut Chan-o-cha: “Non consentiamo l’attracco nei nostri porti, ma prendiamo in considerazione l’assistenza umanitaria, se vogliono fare rifornimento o approvvigionamento di viveri sicuramente provvederemo”, ha detto.
“Ci sono molte persone a bordo, dobbiamo essere cauti, non consentire che la situazione entrino nella fase 3 della diffusione del virus (in Thailandia)”, ha aggiunto.
La nave era salpata da Singapore il 16 gennaio con un itinerario che originariamente prevedeva soste nelle Filippine, Taiwan, Giappone, Corea del Sud e per concludere in Cina, per poi spostare la destinazione da Shanghai a Yokohama.
La nave ha effettuato tappe in Thailandia, Cambogia, Vietnam e Hong Kong.
A Hong Kong sono scesi 1.254 passeggeri e ne sono imbarcati 768.
Intanto Filippine e Taiwan hanno annunciato la chiusura dei porti e le autorità giapponesi hanno negato l’ingresso. Nel frattempo la compagnia aveva annunciato l’intenzione di attraccare a Laem Chabang, in Thailand, per consentire lo sbarco dei passeggeri, ma la sosta è stata negata.

Coronavirus: CNN, più di 100 morti in un giorno, mai così tanti (ore 11.00)
I morti per il coronavirus sono stati ieri 108.
Si tratta del numero di decessi più alto in una sola giornata dall’inizio dell’epidemia.
Lo conferma la Cnn che parla di 2.478 nuove infezioni denunciate lunedì.

Chiuso profilo Facebook ‘Allegra Viandante’, raccontava le cose dalla nave in isolamento. (ore 08.30)
Il profilo Facebook di ‘Allegra Viandante’ è stato chiuso al pubblico.
La donna che raccontava il suo stato di isolamento a bordo della Diamond Princess con realismo e leggerezza non è più raggiungibile.
Il suo ultimo post era di lunedì sera ed è stato visibile fino a notte inoltrata per tutti gli utenti.
Questa mattina il suo profilo non è più accessibile con un unico post a favore di una raccolta fondi per gli animali.
La donna, tra i messaggi inviati dalla nave, aveva postato una serie di fotografie riprese dal ponte in cui vi erano sul molo rigorosi preparativi con personale militare e sanitario con ambulanze.
Tra tutte le foto, anche un video in cui veniva srotolato una sorta di tunnel di plastica dall’uscita della nave all’entrata di un’ambulanza, come fosse stato importante che il virus non si propagasse nell’aria, che aveva attirato più di tutte l’attenzione (foto).

Coronavirus: primo caso in California, 13 negli Usa (ore 7.40)
Primo contagio da coronavirus in California.
Un funzionario del Centro per il controllo delle malattie ha riferito alla CBS News che a San Diego è stato diagnosticato un nuovo caso del virus cinese che porta a 13 il numero dei pazienti nel Paese.
Si tratta di un uomo che era stato evacuato da Wuhan, in Cina, su un volo noleggiato dal Dipartimento di Stato la scorsa settimana.

Anche Australia sequenzia il coronavirus,’passo per vaccino’ (ore 7.00)
Scienziati australiani hanno coltivato in laboratorio il nuovo Coronavirus ‘2019-nCoV’ da campioni prelevati da pazienti, offrendo un significativo contributo al pool internazionale di sequenze genetiche e quindi allo sviluppo di un vaccino e di terapie.
Un’equipe di dieci ricercatori del laboratorio di patologia dell’ospedale di Westmead in Sydney, guidati dal direttore di patologia del dipartimento Sanità del New South Wales, Dominic Dwyer, hanno isolato il virus cinese da diversi pazienti e ne hanno composto due complete sequenze.
“Gli aspetti tecnici della coltivazione di un’intera sequenza virale sono significativi”, ha dichiarato Dwyer in un comunicato.
“Il vantaggio di avere un ‘genoma isolato’, come viene chiamato, è di poter confermare che i nostri test funzionano bene. Possiamo anche dare un contributo in termini di comprendere come il virus sta mutando attorno al mondo”. Oltre a facilitare i test del virus, le sequenze del genoma permetteranno di testare potenziali vaccini, ha aggiunto. I dati raccolti sono stati aggiunti alla banca dati online dell’organizzazione Mondiale della Sanità, che già include 50 genomi completi del virus. A quanto riferisce il ministro della Sanità del New South Wales, Brad Hazzard, fino a ieri sono stati sottoposti a screening oltre 14.500 passeggeri in arrivo all’aeroporto internazionale di Sydney, 57 di loro con sintomi di tipo influenzale sono stati diretti a ulteriori test, e nessuno di loro è risultato contagiato. “Quindi le precauzioni che stiamo adottando in Australia stanno funzionando bene”, ha aggiunto.

Coronavirus: oltre 42.600 contagi in Cina, 1.016 morti (ore 2.00)
Il numero di infezioni confermate nell’epidemia di coronavirus in Cina ha raggiunto quota 42.638 a livello nazionale, con quasi 2.500 nuovi casi segnalati.
Lo ha comunicato il governo cinese, che ha portato a 108 i nuovi decessi per il virus, 103 nella sola provincia di Hubei: la più colpita.
La triste conta delle vittime a livello nazionale è di 1.016 morti.

Due bambini da Cecchignola all’ospedale ma per altre patologie (ore 22.30)
Due piccoli bimbi in quarantena nella città militare della Cecchignola, a Roma, sono stati portati all’ospedale Bambino Gesù.
Il ricovero non riguarda motivi legati al Coronavirus, ma altre patologie.
Si tratta di una decisione presa in via precauzionale.

Coronavirus: caso sospetto Olbia, uomo aggravato in ospedale (ore 21.30)
Si sono aggravate le condizioni di salute di uno dei coniugi di Olbia segnalati come sospetti casi di coronavirus.
L’uomo della coppia presenta febbre a 39 e tosse molto forte, così l’Unità di crisi locale ha deciso per il suo trasferimento nel reparto Malattie infettive dell’ospedale San Francesco di Nuoro, dove è disponibile una stanza di isolamento a pressione negativa.
Nel frattempo, il personale del 118 sta portando i tamponi per i prelievi a Olbia, nella casa dove la coppia è in isolamento da venerdì sera.
I tamponi saranno poi trasferiti a Cagliari per le analisi.
L’uomo sarà trasportato con una barella a contenimento biologico e un’ambulanza del 118 fino al San Francesco.
La donna invece, che presenta una lieve febbre, sarà tenuta sotto osservazione nella sua casa di Olbia.

Coronavirus: effettuati nuovi tamponi alla Cecchignola (ore 20.00)
Sono stati eseguiti nuovi tamponi faringei sugli italiani in quarantena nella città militare della Cecchignola a Roma, per verificare eventuali contagi da Coronavirus.
Lo stesso test era stato eseguito la scorsa settimana quando, sui 56 italiani in isolamento, l’unico a risultare positivo è stato un 29enne, ora ricoverato allo Spallanzani.
Nelle prossime ore si conoscerà l’esito dei nuovi tamponi effettuati oggi sui ‘reclusi’ alla Cecchignola.

Coronavirus: ok test bambini, tornano a Cecchignola (ore 19.00)
E’ tornata alla Cecchignola anche la donna italiana che due giorni fa era stata portata allo Spallanzani perché affetta da congiuntivite.
Anche su di lei, così come per i bambini, il test ha avuto esito negativo.

Coronavirus: la persona ricoverata all’Angelo era arrivata a Venezia da Corea. E’ in osservazione (ore 18.30)
Una persona, arrivata a Venezia con una aereo dalla Corea del Sud, è stata ricoverata all’ospedale dell’Angelo di Mestre in quanto presentava uno stato febbrile.
I medici, è detto nella nota dell’Ulss 3 Serenissima, “evidenziano come nemmeno per questo paziente sussistono i presupposti per parlare di un caso sospetto collegabile all’epidemia in atto in Cina. La persona in questione, su cui i sanitari stanno effettuando gli esami clinici, è in osservazione”.
L’Ulss 3 precisa inoltre di aver svolto “nei giorni scorsi la necessaria indagine volta ad individuare gli eventuali contatti avuti a Venezia dalla famiglia di Taiwan ora ricoverata in Cina dopo la diagnosi di contagio da CoronaVirus” e di aver fatto “secondo i protocolli un’analisi approfondita quanto al soggiorno veneziano della coppia, e a partire dalla ricostruzione così definita, i sanitari hanno proceduto alla puntuale osservazione dei contatti significativi. Nessun elemento rilevante – sottolinea – è finora emerso dall’indagine epidemiologica effettuata”.

Diamond Princess, aumentano i contagi a bordo (ore 18.00)
I casi di coronavirus a bordo della nave da crociera Diamond Princess aumentano di giorno in giorno e le 3.700 persone sono isolate nelle loro cabine.
I contagiati sono saliti a 135, dopo il picco di 65 casi confermati solo nelle ultime ore. Ma i 35 italiani presenti sulla nave pare stiano tutti bene, di cui 25 fanno parte dell’equipaggio, compreso il comandante Gennaro Arma.
Dalla sua cabina una passeggera ha filmato le ambulanze schierate e il personale medico imbracato nelle tute protettive: “Ambulanze, vigili del fuoco, polizia e militari sempre presenti e pronti per ogni evenienza. Il governo giapponese sta prendendo molto sul serio questa situazione di crisi, così come la compagnia di crociera”.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

2 persone hanno commentato questa notizia

Please enter your comment!
Please enter your name here