Coronavirus, sindaco Venezia: chiarire su lavoratori. Polizia e Carabinieri tempestati di chiamate

ultimo aggiornamento: 09/03/2020 ore 07:36

6937

Coronavirus, sindaco Venezia: chiarire su lavoratori. Polizia e Carabinieri tempestati di chiamate

Venezia sta assorbendo l’impatto, anche emotivo, dell’ultimo decreto del governo sul coronavirus. Sul provvedimento si è espresso poco fa anche Luigi Brugnaro: “Penso siano necessari chiarimenti urgenti sugli spostamenti delle merci e dei lavoratori”. Ha scritto su Twitter il sindaco di Venezia. “Letto il provvedimento definitivo. No comment sulle modalità – prosegue Brugnaro – facciamo tutto quello che serve per la salute dei cittadini. Siamo e saremo sempre a disposizione con spirito costruttivo”.

Questa mattina, intanto, centinaia di telefonate di cittadini sono giunte a partire dall’alba ai centralini di polizia e carabinieri di Padova, Treviso e Venezia per chiedere informazioni in relazione al decreto del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.
Le richieste sono le più disparate sulle diverse casistiche: c’è chi chiede come si deve comportare per rientrare a casa da un viaggio, ai trasportatori che devono recapitare merci in varie città, ad automobilisti che si devono spostare in varie località per lavoro.
Le forze dell’ordine stanno attendendo a loro volta disposizioni dalle prefetture e, per il momento, non avrebbero attivato il piano di limitazioni nelle aree interessate dal decreto.
Le strade e autostrade, anche per la giornata festiva, sono già comunque quasi deserte e così le stazioni ferroviarie. Non si segnalano situazioni particolari nelle tre province venete.


La conferma ufficiale di quanto sopra arriva verso mezzogiorno dalla Questura di Venezia: “Nessuna criticità al momento nella città di Venezia, e nessun provvedimento già in atto, in seguito alle restrizioni decise dal Governo per contenere il contagio da Coronavirus”. Parole affidate all’ANSA dal Questore, Maurizio Masciopinto, che assieme al prefetto Vittorio Zappalorto sta analizzando tutte le situazioni sensibili che potrebbero essere interventi e misure di contenimento nel Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico che si terrà stasera.

Sul fronte della battaglia al virus, in ogni caso, non è una giornata positiva oggi. Il Veneto registrava questa mattina un picco nell’aumento di casi di positività al Coronavirus, con 72 casi in più rispetto al report precedente.
Il dato è ufficiale con provenienza dalla Regione Veneto.
I casi totali salgono così a 670. Le vittime sono 18, con tre nuovi decessi rispetto al dato di ieri sera.
I pazienti tuttora ricoverati sono 193, 47 quelli in terapia intensiva.

(categoria “virus cinese”, aggiornamento 8 marzo 2020 ore 12.00)


TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here