martedì 18 Gennaio 2022
7.5 C
Venezia

Coronavirus e Carnevale di Venezia: avevo segnalato pericolo dei ‘truccatori di strada’. Lettere

HomeLettereCoronavirus e Carnevale di Venezia: avevo segnalato pericolo dei 'truccatori di strada'. Lettere

Lettere al giornale.

Buongiorno, vi do la mia testimonianza su come è stato gestito il carnevale 2020.
Parlo dei trucchi dei ‘truccatori di strada’.
Mi è stato risposto che “Ci sono le normative per la testatura dei trucchi e pennelli monouso”, ma di monouso nemmeno l’ombra e nessun controllo da parte del Comune di Venezia, in piena pandemia.
Per quanto ho visto, nessun disinfettante e nemmeno acqua per poterli sciacquare.
Ulss ha risposto con una telefonata, il carnevale è finito e si archivia.
distinti saluti
Patrizia Pensa

La lettera originale datata 16 febbraio 2020 che la lettrice mostra come inviata all’assessore Lanzarin della Regione del Veneto, al Sindaco di Venezia, al Direttore Generale dell’Ulss 3 Serenissima.

Preg.mi Tutti,

mi chiamo Patrizia Pensa,
Vi scrivo per richiamare la Vs. attenzione sul problema mondiale della diffusione e contagio del CORONAVIRUS di cui sappiamo tutti essere ALLARME MONDIALE.

In particolar modo la mia mail vuole portare l’attenzione sui permessi che il COMUNE DI VENEZIA ho concesso ai truccatori artisti di strada per il Carnevale 2020.

Sono convinta che il pericolo di contagio e di trasmissione da persone sane e portatrici del CORONAVIRUS possano essere i PENNELLI DA TRUCCO che vanno a contatto con le MUCOSE DELLE LABBRA e DEGLI OCCHI.

Sono per caso MONOUSO? Non credo proprio, i pennelli da trucco professionali costano una fortuna. Perciò per la tutela della salute pubblica mondiale CHIEDO di ritirare i permessi concessi e di bloccare per quest’anno questa attività, anche se porta la perdita economica per gli artisti, credo il DOVERE VERSO LA SALUTA PUBLICA ED IN QUESTO CASO MONDIALE sia più importante di ogni danno economico.

Ringrazio e porgo doverosi ossequi.

Patrizia Pensa

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

“Alle vetrerie di Murano 3 milioni, anche ai furbetti, quelli che evadono milioni di euro”. Lettere

In riferimento all'articolo: "Fornaci di Murano ‘salvate’ dalla Regione". Lettere al giornale. Io penso che: …ma come, le vetrerie di Murano vengono finanziate con tre milioni di euro, dopo che più di qualcuna, da quanto leggo su quotidiani locali,   è stata “pizzicata” ad...

Venezia salva la motonave “Concordia”, non sarà smantellata

A Venezia nuova vita per la motonave Concordia. Il Consiglio di Amministrazione di Actv S.p.A. ha deliberato di non procedere alla demolizione della motonave Concordia, ormai fuori servizio dalla fine del 2010 ed attualmente classificata come "galleggiante". La decisione è stata presa a...

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Lettera ai veneziani: Non vedete lo scempio in cui state riducendo la vostra città?

Accludo una fotografia emblematica del disastro che state combinando nella vostra città (Venezia, ndr). A un primo esame si potrebbe pensare che si tratta della foto di qualche bazar in Medio Oriente o un mercatino in centro America o Africa, invece corrisponde...

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

C’è chi abusa del nome di Venezia per riempirsi le tasche mentre “schiavi” lavorano per loro. Lettere

Passavo per Campo Santo Stefano attirata dalla bella musica classica sparata a tutto volume. Ho scorto un banchetto addobbato con fiori e circondato da uomini in tuxedo e donne in abiti d'atelier. Dapprima pensai fosse una sorta di celebrazione dell'antistante Istituto...

Rialto, turiste entrano per provarsi vestiti, defecano in camerino e si puliscono con i capi da provare

Rialto (Venezia), lunedì scorso, una giornata normale di flusso turistico nella direttrice Campo San Bartolomeo - San Lio nella prima vera apparizione di caldo estivo. Mai la commessa di un negozio di quella via, una giovane veneziana di 24 anni, avrebbe pensato...

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

Sanzione disciplinare irrogata dal datore di lavoro. L’impugnazione. I principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

La Sanzione Disciplinare irrogata dal datore di lavoro. Vediamo oggi l'impugnazione della sanzione e i principi di immutabilità, specificità, immediatezza e proporzionalità

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013