24.9 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Conte resta alla Juventus. Ancora un anno e poi…

HomeCalcioConte resta alla Juventus. Ancora un anno e poi...

Conte resta alla Juventus

Conte resta alla Juventus: ecco il messaggio ufficiale che tutti i tifosi bianconeri volevano sentire. Ore 20.34 su Twitter la Juventus cinguetta: «Stagione 2014/15: allenatore Antonio Conte». Succinto e lucido. Punto.

Conte resta alla Juventus, è questo l’esito di una giornata di trattative di Andrea Agnelli, vissuta nel tentativo di combinare il presente (e anche il passato) con il futuro. Non c’è la stretta di mano in diretta, come un anno fa, non ci sono i mal di pancia che si protraggono in un lungo tira e molla.

Meglio così. Attenzione però: Conte, come lui stesso aveva sottolineato domenica, ha ancora un anno di contratto. E quindi annunciare che siederà in panchina anche per la stagione 2014-2015 non vuole dire esattamente nulla se non il rispetto del contratto già in essere.
Conte si incontra verso le 18 a Torino con il presidente e i dirigenti Beppe Marotta e Fabio Paratici. Dopo un paio d’ore, ecco il tweet societario.

Domenica sera, alla fine delle sue fatiche annuali, l’allenatore aveva ammesso che, ripensandoci, sarebbe stato meglio non fare certe esternazionii. Frasi come «questa Juventus non può vincere la Champions» o «non si può entrare in un ristorante da 100 euro con 10 euro» hanno provocato un po’ (eufemismo) di irritazione in Andrea Agnelli, che per molto meno ha allontanato Alex Del Piero. Il presidente era favorevole a chiudere con Conte e avviare un rinnovamento. E non era il solo.

Conte resta alla Juventus, tutto ricomposto, quindi. Sì, se non fosse che l’allenatore voleva uscire da trionfatore, convinto che in Europa la squadra, senza grandi investimenti non possa andare lontano e che anche in campionato, con alcuni giocatori fondamentali logorati (e con il Mondiale ad aumentare i problemi), non sia possibile ripetersi ai livelli abissali del 2013-2014.
Inoltre, a quanto pare, nessuno tra Conte e Agnelli voleva rimetterci un euro, e, come noto, un divorzio non consensuale è sempre molto dispendioso.

Roberto Dal Maschio

[20/05/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.