lunedì 17 Gennaio 2022
2.1 C
Venezia

Scuola, Covid: dalla prima elementare in su test sugli alunni e quarantena in classe

HomeScuolaScuola, Covid: dalla prima elementare in su test sugli alunni e quarantena in classe

Dalla prima elementare in su è stata riproposta la possibilità di continuare l’attività didattica anche quando si evidenzia un caso di positività, se il tampone alla classe non individua altri casi: è questa la novità introdotta dalle “Linee di indirizzo per la gestione di casi Covid-19 all’interno delle scuole e dei servizi per l’infanzia” pubblicate il 4 febbraio e in vigore da questa settimana.

Mentre fino alla settimana precedente, a fronte di un caso di positività in classe, scattava la sospensione dell’attività didattica in presenza, ecco che cosa accade da qui in poi quando si registra un caso di positività che riguardi un alunno. D’intesa tra istituto e Servizio igiene e sanità pubblica (Sisp), e sull’elenco fornito dal referente Covid della scuola, i compagni di classe e gli insegnanti coinvolti vengono sottoposti a tampone di screening, che viene effettuato entro le 72 ore, e nel frattempo gli alunni e gli insegnanti sospendono l’attività didattica in presenza e effettuano la didattica a distanza.

Se il tampone di screening individua uno o più altri soggetti positivi, l’attività didattica viene sospesa e la classe viene sottoposta a quarantena, e poi a tampone ulteriore di verifica, di “re-testing”, dieci giorni dopo. Se invece il tampone di screening evidenzia la negatività di tutti i soggetti testati, la classe prosegue l’attività anche in presenza, secondo il programma dell’istituto, rispettando le modalità di “quarantena in classe”, o più propriamente di “sorveglianza stretta con frequenza scolastica”; questo regime si rispetta fino a che, dieci giorni dopo, tutti i soggetti sono sottoposti a secondo tampone, di re-testing, e si chiude nel caso in cui l’esito sia per tutti negativo.

Si reintroduce quindi la possibilità che la classe prosegua la sua attività nella scuola con una serie di attenzioni e vincoli che costituiscono la cosiddetta “quarantena in classe”, tra cui il fatto che i ragazzi in questo periodo escono di casa solo per raggiungere la scuola, che vengono evitate in classe attività particolarmente a rischio quali il canto, e che si alza il livello del monitoraggio sul rispetto delle norme anti Covid-19.

Le nuove norme valgono anche nel caso in cui a risultare positivo sia stato un insegnante, il quale però abbia compiuto un numero di ore superiori alle 4 nella classe. Per le classi delle scuole dell’infanzia, invece, la quarantena scatta come sempre in automatico: si tratta di bambini più piccoli, che non utilizzano le mascherine, e per cui le linee guida prevedono un’attenzione e una cautela più elevate.

«La modifica delle procedure – sottolinea il direttore Giuseppe Dal Ben – viene illustrata dall’Ulss 3 agli Istituti scolastici e ai referenti Covid-19. A questo tema specifico viene dedicato il prossimo webinar che vedrà ancora una volta il team scuole Covid della nostra azienda sanitaria collegarsi con più di 400 operatori dell’ambito scolastico, illustrare le novità normative, ascoltare e sciogliere i dubbi degli istituti e dei referenti Covid, nel segno della più vasta condivisione possibile».

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Il Natale che non c’è. Invito ai lettori: scriviamo chi sono i dimenticati

Scusino le lettrici e i lettori se scrivo in prima persona questo monologo diario che mi spunta in testa come un abete senza addobbi e confinato in un bosco che la mente ha voluto conservare. Non mi piacciono le luci, i...

Il Mose vince: Venezia “asciutta”. Perché la conferma tarda ad arrivare

L'acqua alta a Venezia non è arrivata: la marea ha toccato a Lido 138 cm. ma le paratie del Mose alle 18.40 di lunedì erano già issate

Venezia e flussi turistici, Brugnaro: “Contributo d’accesso e prenotazione con app”.

A Venezia si ritorna a parlare di regolamentazione dei flussi turistici. Lo ha fatto oggi il sindaco Luigi Brugnaro, a proposito del "Contributo di accesso" (il ticket per Venezia). Una 'app', in soldoni, darà le chiavi per entrare sulla base dell'affluenza tipica in...

Anche la banca diventa bar: 50 ora i locali a Santa Margherita. Di Andreina Corso

Il problema Movida e i suoi affluenti, vien da dire ridendo amaro. Abbiamo ricevuto una bella lettera, lungimirante da Eric, cittadino canadese, che riportiamo qui sotto, per chi non l’avesse ancora letta. “Sono canadese e sono andato due volte in Venezia. Mi...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

Psoriasi, nuova cura: Secukinumab risulta efficace e può arrivare presto

Psoriasi, c'è una nuova cura: Secukinumab. Finalmente, dopo tante speranze e dopo tanti falsi miti, arriva una buona notizia su una patologia della pelle che riguarda 125 milioni di persone nel mondo. Psoriasi, c'è una nuova cura che promette molto bene e, soprattutto,...

Fiabe gay per i bambini negli asili e nelle materne: il Comune compra libri contro omofobia

Arrivare ai bambini attraverso le favole per contrastare l’omofobia. Il Comune di Venezia ha dotato asili nido e scuole materne di quarantasei storie per bambini, regolarmente acquistate e distribuite in migliaia di volumi. E' un’iniziativa di Camilla Seibezzi, la delegata del...

Dove si buttano le batterie a Venezia? E un cellulare? Ecco luoghi e orari: è una “ecomobile”

Forse non tutti sanno che a Venezia esiste un' "Ecomobile" acquea itinerante, che raccoglie alcune tipologie di rifiuti urbani pericolosi. Utile, pertanto, ricordarne orari e luoghi, anche perché con l’ora solare, da martedì 9 novembre, sono cambiati gli orari. E’ stata inoltre istituita...

Mestrino condannato per violenze sessuali alla bimba di 6 anni

Venezia. Un abominevole abuso ai danni di una bambina di sei anni. Le parole, la sentenza e le pene adeguate all’orrore di questo abominevole abuso, le assegnerà la Giustizia a colui che si stenta a chiamare uomo, colui che ha commesso reati...

A Venezia tutti stipati dentro i vaporetti, e l’intesa ancora non c’è

Venezia, il desiderio di visitarla. Venezia, la sua tenuta, Venezia e la strategia dei trasporti che tenta di dar risposta alle esigenze di spostamento a quanti, veneziani e turisti cercano di raggiungere un vaporetto o un motoscafo, facendosi largo a gomitate...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.