2 C
Venezia
martedì 07 Dicembre 2021

Consiglio dei Ministri approva: vendere Poste, sconti per le autostrade e rientro capitali

HomeEconomiaConsiglio dei Ministri approva: vendere Poste, sconti per le autostrade e rientro capitali
la notizia dopo la pubblicità

imu prima rata

Grandi lavori ieri in Consiglio dei ministri. Diversi i nodi al pettine e alcune novità saranno di notevole gradimento.

SCONTI AUTOSTRADALI. Arriva per i pendolari lo sconto del 20% sulle tratte autostradali fino a 50 chilometri. Partirà il primo di febbraio e durerà in modo sperimentale per due anni. Lo sconto del 20% sui pedaggi sarà regolato dall’uso del Telepass e vale solo per chi usa l’auto tutti i giorni per 20 tratte al mese (40 compreso il ritorno), per chi ha una frequenza inferiore avrà uno sconto meno forte.

DETRAZIONI IRPEF. È stato abrogato il previsto taglio del tetto alle detrazioni dal 19% al 18%. Gli sgravi fiscali verranno riordinati nell’ambito dell’attuazione della delega in via di approvazione in Parlamento.

PRIVATIZZAZIONE POSTE. Palazzo Chigi ha poi dato il via libera al piano di privatizzazione delle Poste e dell’Enav. Saranno cedute quote attorno al 40% che porteranno, per il momento, un valore di quasi 6 miliardi di euro allo Stato.
Il ministro Saccomanni si augura di poter concludere l’operazione su Poste prima dell’estate. Il programma di privatizzazioni «durerà almeno un paio d’anni», ha detto Saccomanni e coinvolgerà altre aziende pubbliche. I ministri dell’Ambiente, Andrea Orlando, e degli Affari regionali, Graziano Delrio, hanno sollevato qualche obiezione in Consiglio dei ministri chiedendo che ci sia comunque una verifica sui piani industriali delle aziende da dismettere.

SCONTI PER RIENTRO CAPITALI. L’atteso decreto sul rientro dei capitali vede finalmente la luce, ma chiarisce subito che gli sconti vanno intesi solo sulle sanzioni che chi usufruisce della sanatoria ha pendenti, non sulle imposte dovute.
Il decreto che disciplina la collaborazione volontaria per l’emersione dei capitali detenuti illecitamente all’estero si chiama ‘voluntary disclosure’. Per il capo del governo «è cambiato il panorama internazionale, sta finendo ovunque l’anonimato e ora chi ha portato i soldi all’estero rischia di non poterli più utilizzare». Comunque per gli evasori c’è tempo. Il ministro del Tesoro Fabrizio Saccomanni ha puntualizzato che per l’operazione di regolarizzazione ci sarà tempo fino a «settembre del 2015». La multa per la regolarizzazione viene ridotta di un quarto e si riduce fino alla metà se il contribuente trasferisce capitali in Italia da un altro Paese dell’Ue o in Stati aderenti agli accordi che consentono uno scambio effettivo delle informazioni. Sul piano penale «non viene perseguito il reato per omessa o infedele dichiarazione dei redditi», che scatta invece «per comportamenti fraudolenti, frode fiscale, fatture o dichiarazioni false, con una pena ridotta fino alla metà».

CONTRIBUTI INAIL. Una boccata di ossigeno per le imprese è stata definito il decreto che rinvia di tre mesi (fino al 16 maggio) il termine dei versamenti dei contributi Inail. «Un’operazione che vale due miliardi di euro» ha detto il Enrico Letta.

Paolo Pradolin

[25/01/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia

Prende il viagra: la moglie chiama la polizia. 82 anni, dopo avere preso la pillolina blu ha tentato di avere un rapporto sessuale con la moglie. Ma la donna, sua coetanea, ha avuto paura "dell'impeto" ed ha chiamato la polizia.  E' inutile descrivere...

“Vaporetto da Lido: 7,50 euro e ammassati come animali”

Riceviamo e pubblichiamo. La lettrice prende spunto da una segnalazione precedentemente ricevuta in cui si dice: "Centinaia di persone costrette a stiparsi all’interno di un imbarcadero chiuso nell’attesa di un vaporetto che passa ogni 30 minuti. È stato ridotto il numero di...

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

Viale San Marco, a Mestre, perde la sua storica pasticceria Corona

La Pasticceria Corona, di Raffaella e Fabio, fino ad oggi a Mestre, in Viale San Marco, si trasferisce a Fossalta di Piave.

Cinema Santa Margherita: avevamo i pantaloni corti

La Venezia che era. Quella in cui siamo nati e cresciuti. Per molti l'unica vera, intesa come città. La foto risale agli anni 50-60. A quei tempi la città era ricca di sale cinematografiche che attiravano sempre un grande pubblico soprattutto nei...

Mestre, “prego biglietto”, tunisino fa il finimondo. Pugni e sputi: colpito anche infermiere del Suem. In tasca il foglio di Via

Tunisino violento da in escandescenze per i controlli anche dopo l'arrivo dei poliziotti.

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

“Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Lettere

"L'unica ricchezza per Venezia è il turismo e un turismo molto sostenuto è l'unico che può dare delle entrate a tutti".

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

“Lido: ragazzi ubriachi di notte ovunque. Uno saltava sul tetto di un’auto. Ci si preoccupa solo di far arrivare turisti…”. La lettera

Lido, in una laterale del Lungomare all'altezza della zona A, ore 2.00 del lunedì notte. Ormai col caldo si dorme con le finestre aperte, anzi in realtà non si dorme molto perché dalla strada arrivano voci, urli e schiamazzi, non c'è...

Malore fatale: a Cà savio morto 41enne

Un altro malore fatale. La sventura colpisce di nuovo a Cà Savio. Vittorio Gersich, 41 anni, del posto, è morto venerdì sera forse a causa di un attacco di cuore improvviso. Il 41enne si è accasciato per strada, poco distante dalla sua...

Situazione Actv/Avm Venezia: Brugnaro convoca i sindacati

Nonostante a Venezia i flussi turistici siano ripresi, nei primi dieci mesi del 2021 situazione ricavi peggiore di quanto si prevedeva