7.5 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Ciclisti uccisi da automobilista ubriaco senza assicurazione

Homeciclisti investitiCiclisti uccisi da automobilista ubriaco senza assicurazione
la notizia dopo la pubblicità

incidente sera bicicletta

Ciclisti uccisi da un conducente che aveva bevuto, il cui mezzo era senza revisione ma soprattutto senza assicurazione. E’ accaduto nel Bresciano.

E’ stato un impatto tremendo che ha spezzato in due le biciclette e frantumato il parabrezza dell’auto.

Sabato pomeriggio a Verolanuova in provincia di Brescia sono così morti due ciclisti, un 70enne e un 67 entrambi residenti a Cremona, travolti e uccisi dall’auto.

Chi era al volante aveva bevuto e i primi esami parlano di un tasso alcolemico tre volte oltre il consentito.

La vettura non era poi assicurata e nemmeno era stata fatta la revisione.

Per questi motivi è scattato l’arresto e l’automobilista, un 35enne bresciano, accusato di duplice omicidio stradale è finito in carcere.

I ciclisti sono morti sul colpo, sbalzati dalle loro bici da corsa a metri distanza.

Colpiti frontalmente dalla vettura che procedeva in senso di marcia opposto.

È stato lo stesso automobilista a chiamare i soccorsi e a rendersi conto per primo che per i due uomini non c’era più nulla da fare.

L’incidente è avvenuto lungo un tratto di strada stretto con campi agricoli da una parte e dall’altra della lingua d’asfalto e in un orario, nel cuore del pomeriggio, in cui il sole poteva abbagliare.

Dopo il primo alcol test, risultato positivo, i carabinieri di Verolanuova su ordine della Procura di Brescia hanno eseguito l’arresto del 35enne che è stato poi trasferito in ospedale per nuovi accertamenti medici e infine nel carcere di Canton Mombello di Brescia dove attenderà l’udienza di convalida.

L’auto, distrutta frontalmente e sul lato guida, è stata posta sotto sequestro.

Si tratta del secondo grave incidente stradale nel Bresciano in pochi giorni dopo l’investimento di un bambino di due anni che a Coccaglio stava attraversando la strada sulle strisce pedonali sul passeggino spinto dalla madre.

L’automobilista è stata rintracciata solo undici ore dopo perché allontanatasi senza prestare soccorso.

Si tratta di una 22enne che è stata arrestata su ordine del pm e dopo due giorni rimessa in libertà dal gip che non ha convalidato l’arresto facendo decadere la misura dei domiciliari per l’insussistenza del rischio di reiterazione del reato in quanto alla donna dopo lo schianto era stata ritirata la patente.

Le condizioni del bambino, ricoverato all’ospedale di Bergamo, restano gravi.

(per approfondire: ciclisti investiti)

(foto di archivio)

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Mestre, palpano il sedere alla moglie. Marito li redarguisce e viene picchiato anche se ha la figlia in braccio

Il padre di famiglia ha rinunciato a fare denuncia temendo che, a causa delle leggi attuali, i balordi sarebbero tornati presto in strada e avrebbero potuto decidere di andarlo a cercare per vendicarsi

Escort: quello che i veneziani vogliono. I racconti di Silvia, escort di Venezia

Chi sono i clienti delle escort a Venezia? Lo racconta una delle prime escort in classifica del sito di Escort Advisor, il primo sito di recensioni di escort in Europa. Silvia di Venezia, che esercita la professione nella città lagunare da...

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Pensioni, novità in vista: Quota 41, Lavoratori fragili e Opzione donna

Pensioni: novità all'orizzonte in campo previdenziale. Tanta la carne al fuoco con una nuova "faccia" per l' Ape social e una nuova "Quota 41", ma non per tutti, e una certezza: si va verso la proroga per l' Opzione donna.

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

Con l’addio alle Suore Imeldine la mia Salizada San Canciano non esiste più

(Seguito dell'articolo "La Venezia perduta. Le Suore Imeldine e la scuola a San Canciano che non esistono più") L’uscita da scuola. La fine delle lezioni, come l’inizio, era un altro rito. Si correva fuori, in un Campo San Canciano affollato di genitori, cercando con...

Arrivo a Venezia e subito multato in vaporetto per non aver obliterato, ma non è giusto

"Appena il tempo di sedersi e 2 addetti mi chiedono i biglietti che mostro prontamente. Mi dicono laconicamente che non sono stati validati e siamo in contravvenzione".

Dottoressa Maria Elena De Bellis sospesa per no al vaccino: 1500 assistiti devono cambiare medico

Dottoressa Maria Elena De Bellis, una professionista stimata alla quale i suoi 1500 assistiti si sono sempre affidati con fiducia. Sarà difficile per i suoi pazienti rinunciare a un rapporto solido e rassicurante, instaurato in un tempo di reciproco affidamento. Eppure quell’ambulatorio...

Venezia da oggi ha il ticket di ingresso. Potrà arrivare a 10 euro

Gli indotti che l'amministrazione potrà incassare riguarderanno verosimilmente i visitatori che arrivano con: grandi navi, autobus gran turismo, lancioni provenienti da altri comuni, treni, auto private, ecc.

Plateatici liberi a Venezia, ma mia madre non riesce più a passare. Lettere

Gran parte della città comprende e approva la delibera comunale che recita ”I pubblici esercizi possono occupare suolo pubblico anche in deroga alle limitazioni poste dalle norme vigenti, con il massimo della semplificazione amministrativa possibile, fino al 31 Luglio”. Ma la...

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. VIDEO

Moighea, a Venezia si canta una nuova canzone. In rima, con una melodia orecchiabile e quell'ironia tipica del dialetto veneziano. La cornice e lo sfondo sono proprio la città, in questa estate 2021: un anno e mezzo di emergenza sanitaria da...

Morto turista tedesco, dipendente del campeggio di Cavallino indagato

Morto il turista tedesco ricoverato all'Angelo dopo un litigio in un camping di Cavallino-Treporti, il dipendente ritenuto responsabile potrebbe a momenti essere accusato di omicidio In base alle risultanze d'indagine, infatti, la Procura della Repubblica deciderà nelle prossime ore se indagare l'aggressore...