Chievo Napoli, inizia poker di gare che potrebbe lanciare gli azzurri

ultimo aggiornamento: 25/10/2015 ore 05:53

101

Napoli riesce dove l'Inter aveva fallito: 4-0 allo Wolfsburg

Il Napoli, forte dall’aver messo in cassaforte la qualificazione europea, rilancia l’inseguimento alla testa della classifica.
Chievo Napoli, in definitiva, fa partire un poker di gare di quelle che fanno pensare ai tifosi “si può fare”.

Salito in tre gare dal 12mo al quarto posto in classifica, con la capolista Fiorentina a soli tre punti, il Napoli vuole il bottino pieno a Verona per poi “puntare” in serie Palermo, Genoa e Udinese: un filotto di cinque gare, compresa la sfida di ritorno con il Midtjylland, che potrebbe davvero portare gli azzurri in testa alla classifica e far salire al massimo la
febbre scudetto. E la vittoria a Verona sarebbe davvero il trampolino di lancio perfetto, visto anche lo scontro diretto tra Fiorentina e Roma.


Maurizio Sarri dice di non leggere i giornali, ma conosce bene il calendario anche se sa bene quanto sia pericoloso fare calcoli.
Negli ultimi anni per il Napoli, paradossalmente, a grandi exploit con le grandi sono seguiti tonfi con le meno blasonate.

E anche quest’anno l’avvio sulla carta morbido di campionato si è rivelato un flop con il ko di Sassuolo e i pareggi con Empoli e Sampdoria. Ma da allora il Napoli è cambiato, nel modulo, nella fiducia, nella coesione, soprattutto nel gioco.

Da Reina a Higuain tutti gli azzurri si fidano ora ciecamente di Sarri, che oggi non ha ceduto all’entusiasmo e ha mantenuto il tradizionale silenzio post-Europa League.
Dopo il successo del “Napoli 2” in Danimarca, il tecnico toscano si prepara a tornare ai suoi titolarissimi.


Chievo Napoli in difesa ripresenterà Hysaj nel posto a destra e Albiol torna al fianco di Koulibaly, mentre a centrocampo Jorginho e Hamsik saranno al via dall’inizio insieme ad Allan. Davanti il tridente dei sogni con Callejon-Higuain-Insigne.

Una formazione che ormai i napoletani recitano a memoria.
L’argentino e il folletto di Frattamaggiore vogliono tornare al gol per continuare il loro
dominio nella classifica cannonieri, ma alle loro spalle scalpita anche Gabbiadini, che in Danimarca ha dimostrato di non aver perso lo smalto e che sarà utilissimo a Sarri in questo nuovo tour de force che Sarri prepara nel ritiro di Verona.

25/10/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here