0.2 C
Venezia
martedì 30 Novembre 2021

Capo scout abusa delle ragazzine da anni, arrestato

HomeCronacaCapo scout abusa delle ragazzine da anni, arrestato
la notizia dopo la pubblicità

Arrestato ieri il capo scout di Civitavecchia, lo «zio» conosciuto da tutti. L’accusa? Abusi sessuali compiuti su ragazzine che avrebbe dovuto guidare e proteggere.
L’indagine, in mano agli investigatori della Polmare, guidati dalla dirigente Lorenza Ripamonti, è partita solo grazie al coraggio di una delle vittime del pedofilo, nonostante sia certo di altre giovanissime vittime alle grinfie dello «zio».

Lei, oggi ventenne, da quando di anni ne aveva solo dieci era diventata oggetto delle attenzioni dell’«orco»: un uomo del quale fidarsi, presidente e capo scout di una delle associazioni più conosciute e apprezzate di Civitavecchia.
L’uomo, 61 anni, sposato e padre di famiglia, da oltre un decennio passava il proprio tempo con i ragazzini in divisa, guidando il gruppo in molte attività nautiche o nelle chiese, fino alle escursioni fuori porta.

Nella denuncia la ragazza ha raccontato agli agenti i dettagli del suo incubo: abusi sessuali subìti per sette anni, in ogni occasione possibile. A lungo paura e vergogna l’hanno fatta tacere, fino a quando non ha deciso di lasciare gli scout e raccontare tutto alla madre. Subito denuncia alla polizia, poi, con l’aiuto di una psicologa, il delicato percorso per l’accertamento dei fatti.

Durante l’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Alessandra d’Amore, sono state raccolte le testimonianze delle tante adolescenti che facevano parte del gruppo scout. Così è emersa una seconda storia di orrori. Un’altra ragazza racconta: anche lei, oggi adolescente, è rimasta vittima del sessantenne quando aveva fra gli 8 e i 12 anni.

Così si avviano gli accertamenti con telecamere nascoste ed è bastato poco per assistere alle ennesime molestie, in questo caso su una tredicenne. Le immagini, secondo gli investigatori, sono inequivocabili.

Redazione

[07/06/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Separazione Venezia – Mestre, che cosa ne pensate? Sondaggio in tre clic

Separazione Venezia - Mestre sì o no? Referendum sì, referendum no. Importanti autorità cittadine affermano che il momento storico della città lo vede necessario ed ora è opportuno. Il sindaco, Luigi Brugnaro, invita, invece, a non andare a votare per 'invalidarlo'...

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

Rottweiler libero in spiaggia azzanna una donna, paura a Jesolo

Il rottweiler ha attaccato e affondato i denti al polso della malcapitata che cercava proprio in questo modo di "parare il colpo".

C’è chi abusa del nome di Venezia per riempirsi le tasche mentre “schiavi” lavorano per loro. Lettere

Passavo per Campo Santo Stefano attirata dalla bella musica classica sparata a tutto volume. Ho scorto un banchetto addobbato con fiori e circondato da uomini in tuxedo e donne in abiti d'atelier. Dapprima pensai fosse una sorta di celebrazione dell'antistante Istituto...

“No al vaccino perché…”. Parla l’infermiere di Rianimazione: “Ecco le mie ragioni”

Troppo spesso si entra nel merito dei giudizi sul perché una percentuale di operatori sanitari rifiuti il vaccino anti-covid (non tutti i vaccini, si badi bene, essi non sono no-vax). Ecco le loro motivazioni espresse da un 'addetto ai lavori'. Gli si deve, quantomeno, l'opportuna libertà di parola, che tutti gli altri dovrebbero quantomeno fronteggiare con disponibilità all'ascolto. Questo significa essere informati.

Le sirene esistono? Ecco un video reale di pescatori per farvi riflettere e decidere (video non manipolato)

Le sirene sono personaggi leggendari che hanno sempre accompagnato la mitologia di tutte le culture. In tempi moderni la questione si è ulteriormente arricchita grazie all'avvento di telecamere più economiche, così sono cominciati a circolare sedicenti video che le riprendevano. Le sirene...

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

Controluce di Venezia. Foto di Iginio Gianeselli

Controluce. Splendido effetto, se ben usato, che marchia i toni chiaroscuri. Venezia, come sempre, si presta come splendida modella e lo scatto non può che essere affascinante. Grazie a Iginio per la foto. didascalia: Controluce di Venezia autore: Iginio Gianeselli invia una foto torna all'archivio delle foto

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

Deve andare a lavorare, entra in pontile dall’uscita causa turisti: pontoniera la fa multare

Una brutta multa e un brutto gesto. Una multa salata ad inizio settimana, come buongiorno. E la rabbia per una multa di 67 euro per essere entrata dalla parte dell’uscita del pontile della linea 1 sul piazzale di Santa Lucia. E’ vero,...

Santa Margherita (Venezia) e degrado: i residenti reagiscono

Degrado notturno in Campo santa Margherita: i residenti reagiscono. La pandemia l’aveva rimossa quella sgradevolezza di sapere e vedere un campo vivo, abitato dai residenti, amato per la sua solarità conviviale, trasformarsi nella notte in un deposito di rifiuti, di bottiglie e...