Camposampiero Poesia XXIV edizione, scadenza 30 giugno per opere edite

76

Entro il 30 giugno la scadenza del Bando per le Opere Edite; il 10 ottobre quella per la Sezione Giovani

AL VIA LA XXIV EDIZIONE DEL PREMIO BIENNALE NAZIONALE “CAMPOSAMPIERO POESIA” CON LA PUBBLICAZIONE DEL BANDO

Una manifestazione che durante tutto l’arco della sua esistenza si è mossa “Alla ricerca della presenza del divino nella vita, negli eventi e nelle cose, in piena dignità estetica”.
Questa frase del poeta Bino Rebellato, inserita nel 1972 nella prima edizione del Bando, racchiude lo spirito ed il significato del Premio Biennale Nazionale “Camposampiero Poesia” promosso dal Comune, dal Lions Club e da Mediagraf. Un’esperienza culturale tra le più significative e coraggiose in ambito nazionale che è cresciuta in oltre quarant’anni e che si sta preparando a salpare per la prossima XXIV Edizione, con un programma ricco di eventi e manifestazioni.

È stato pubblicato in questi giorni il Bando 2018 per le Opere di Poesia Religiosa di autori italiani o stranieri, edite in lingua italiana tra il 1 gennaio 2015 ed il 31 dicembre 2017, con scadenza 30 giugno 2018. Per questa sezione il tema è libero, purché vi sia, vivo e dominante, il senso del divino.
“Camposampiero Poesia” si è sempre messo “in ascolto” delle voci nuove ed alte che si affacciano all’esperienza della scrittura poetica. È un’iniziativa che tiene vivo l’interesse nei confronti della poesia religiosa annoverando personaggi di spicco, ma anche credendo fermamente in questa forma d’arte, non sempre facile per il grande pubblico. Un Premio di poesia religiosa fuori da ogni connotazione sacra o confessionale, aperto alla spiritualità insita nel mondo, devoto alla bellezza dei versi.

Il Premio è dedicato a Padre David Maria Turoldo coscienza inquieta della Chiesa, che presiedette la Giuria dal 1982 al 1992. Ritenuto uno dei più rappresentativi esponenti del cambiamento del Cattolicesimo nella seconda metà del Novecento, Turoldo fu definito dal Cardinale Martini “Profeta fragile e tonante dalla individualità prepotente e imprevedibile”, nonché “Testimone e servo della Parola” come egli stesso si definì. È a questa testimonianza che il Premio vuole corrispondere offrendo agli autori l’opportunità di far emergere le scintille di spiritualità dal loro quotidiano, secondo la propria coscienza, secondo la voce della propria anima.

“Camposampiero Poesia” ha pubblicato numerose antologie delle opere premiate. Scorrere l’albo d’oro dei premiati e l’elenco dei giurati – essi stessi spesso poeti di fama – è ripercorrere la Storia della Poesia italiana del secondo Novecento: Mario Luzi, Fernando Bandini, Bino Rebellato, Italo Alighiero Chiusano, Rodolfo Doni, Silvio Ramat, Giovanni Raboni, Davide Rondoni. Si fregia di una Giuria di prim’ordine presieduta dal 2010 dalla scrittrice e poetessa padovana di origine armena Antonia Arslan e affiancata da Sergio Frigo, Elda Martellozzo Forin, Siobhan Nash Marshall e Alessandro Rivali.
Accanto alla Sezione Opere Edite, dal 2010 “Camposampiero Poesia” dedica un Premio agli “under 20”, intitolato “PAROLE E IMMAGINI”. Il tema di quest’anno “I Linguaggi della Pace per vincere la guerra” desidera invitare i ragazzi ad esprimere un loro pensiero, un’emozione, un messaggio utilizzando la parola, anche nella “brevità” contemporanea associandolo ai contemporanei linguaggi multimediale ovvero a una foto o a un video.

Questa Sezione si rivolge a chiunque sia interessato a divulgare i contenuti della proposta e a stimolare la partecipazione dei giovani nelle scuole, nelle diocesi, nelle associazioni ricreativo-culturali e educative e negli oratori e gruppi scout sia in ambito locale che nazionale. Possono partecipare al Premio i ragazzi nati dopo il Primo gennaio 1997 e gli elaborati devono giungere alla Segreteria Organizzativa entro il 10 ottobre 2018.

La Sezione è aperta anche a lavori collettivi realizzati da Scuole, Gruppi e Associazioni da tutta Italia che, in occasione della conclusione del Centenario della Grande Guerra sono invitati a riflettere sul tema della Pace declinato in senso più ampio: dalla Pace legata ai conflitti bellici, alle questioni economiche, ai fenomeni migratori, alle relazioni nella società, alla pace nella propria comunità. Educare alla Pace, riflettere sulla Pace, pensare alla Pace è oggi più che mai opportuno e doveroso, come invita Papa Francesco quando afferma che “Siamo entrati nella Terza guerra mondiale, solo che si combatte a pezzetti”.

Per la sezione giovani sono previsti premi sia per il lavoro individuale che di gruppo riconoscendo, pertanto, la qualità e l’originalità complessiva degli elaborati. I riconoscimenti saranno assegnati da una Giuria presieduta da Giuseppe Donegà.

A corollario del Premio, i cui bandi sono disponibili nel sito www.premiopoesiacamposampiero.it, che verrà assegnato tra la fine di novembre ed i primi giorni di dicembre 2018, è stato previsto un ricco programma di eventi quali incontri e spettacoli che si terranno nella cittadina padovana e in altre città del Veneto grazie anche al supporto di una fitta rete di collaborazioni che vedono coinvolti a livello nazionale l’Agesci e l’Azione Cattolica Giovani e poi il NOI Associazione Veneto, il «Messaggero di sant’Antonio», alcuni settimanili diocesani, i Periodici San Paolo, il quotidiano AVVENIRE.

Informazioni: 049 9300255

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here