-0.1 C
Venezia
lunedì 25 Gennaio 2021

Calcio si ferma di nuovo? Napoli: tamponi di conferma prima della Juve

Home Calcio Calcio si ferma di nuovo? Napoli: tamponi di conferma prima della Juve
sponsor

Juventus - Inter e altre 4 gare rinviate per coronavirus. Ultima ora.

sponsor

Il calcio si ferma di nuovo? Qual’è la situazione tra tamponi del Napoli, positivi del Genoa che dichiara: “Non possiamo giocare” e denunciano 11 giocatori positivi.

commercial

Il Genoa è quello “messo peggio”. Sono saliti a quindici i positivi in casa Rossoblu, di cui 11 giocatori: in pratica una squadra intera. La notizia positiva del giorno, per il Napoli e per la serie A, e’ che invece il primo

giro di tamponi non ha riscontrato alcuna positività tra i giocatori di Gattuso, ma come spiegano tutti gli esperti il test che dara’ un risultato certo e’ quello delle prossime ore, con risultati a ridosso della partita con la Juve.

“Ma noi siamo in quarantena, e non possiamo giocare”, dicono dal Genoa aspettando il rinvio della partita col Torino, dalla Lega che riunita in consiglio ha deciso di aggiornarsi a domani “per valutare gli ultimi aggiornamenti legati ai tesserati positivi della società Genoa”.

A tirare un sospiro di sollievo e’ pero’ tutta la serie A, perché una situazione Napoli sulla falsariga di quella Genoa avrebbe complicato la giornata. Proprio mentre il ministro Spadafora ha ribadito la linea di “far andare avanti il campionato”, anche contro le esternazioni (“avventate”, le ha definito il responsabile dello sport) del viceministro della salute, Sandra Zampa, prima convinta della necessita’ di fermare la A poi in retromarcia. Da Castelvolturno, arriva il grido di esultanza dei giocatori Napoli,

che intensificano gli allenamenti verso la Juve.
“Ma un tampone per essere attendibile deve esser fatto dopo cinque giorni: dunque, sara’ decisiva la giornata di venerdì”, spiega Ivan Gentile, infettivologo della Ferdinando II di Napoli. E infatti il club partenopeo ha deciso di effettuare un terzo tampone sabato, con risultati in serata.

In attesa delle decisioni del consiglio di Lega su Genoa-Torino, intanto, va in scena la polemica politica. “Non ci sono le condizioni per fermare il campionato di calcio” ha detto Spadafora, prima di partecipare alla riunione di maggioranza sul testo unico di riforma dello sport.

La spada di Damocle del coronavirus pendeva sulla serie A dopo il caso Genoa. La notizia della negatività dei giocatori del Napoli (accolta con gioia durante l’allenamento del pomeriggio) fa tirare un sospiro di sollievo anche se si dovrà aspettare

[quads id=19]

il secondo giro di test, in programma domani ed eventualmente quello di venerdì, a ridosso della trasferta di Torino per il big match di domenica in casa della Juventus.
“Siamo tutti in quarantena. La Asl ci ha fermato, non possiamo giocare sabato contro il Torino anche con i 13 disponibili. Senza allenamenti dobbiamo rinviarla” ha detto il d.s. del Genoa Daniele Faggiano.

Intanto “la situazione dei giocatori negativi va monitorata giorno per giorno perché essendo stati in contatto con i giocatori positivi possono positivizzarsi. Secondo il ‘protocollo partita’ scritto dal ministero lo scorso giugno i giocatori negativi potranno allenarsi se verrà confermata la loro negatività”, ha pero’ specificato all’ANSA la responsabile del settore profilassi della Asl 3 di Genova, Anna Opisso.

[quads id=19]

Per il vice ministro della Salute Pierpaolo Sileri “in caso di più calciatori positivi va fatto un passo indietro, stabilizzare la situazione e ripartire. Ma la decisione di fermare un campionato di calcio non passa per il vice ministro della Salute, e quindi parlo da medico. Se hai una squadra di calcio con molti giocatori positivi – ha proseguito Sileri – quella squadra farà fatica a giocare, ma quello che mi preoccupa è l’eventuale positività di altri giocatori di altre squadre, perché sebbene dubito che il contagio possa avvenire in campo con facilità perché il contatto lo hai mentre giochi, sono più preoccupanti i contatti conviviali come nello spogliatoio, a cena. Quindi se troviamo dieci giocatori positivi da una parte, cinque dall’altra, faccio fatica a pensare ad un campionato aperto”.

E in serie B spunta una positività in casa Salernitana, a poche ore da una partita. Lo ha comunicato la società campana che, allo stesso tempo, ha precisato “che il tesserato non ha avuto contatti con il gruppo squadra da domenica”. Tutti gli altri tamponi sono, invece, risultati negativi. La notizia è arrivata pochi minuti prima del fischio d’inizio di Salernitana- Sud Tirol, valida per il secondo turno di Coppa Italia. Nella serata di ieri, invece, il club campano aveva comunicato “che non c’è stata alcuna positività accertata all’interno del gruppo squadra bensì due tamponi dovranno essere ripetuti in quanto il materiale prelevato è risultato insufficiente ai fini di una diagnosi”.

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

Oltre 400 daspi a Venezia nel 2020, ritirate 83 patenti

Oltre 400 daspi urbani a Venezia nel 2020. Il Comando generale della Polizia locale di Venezia informa che, in occasione della festività di San Sebastiano,...

Coronavirus Venezia, curva rallenta. Addio al gestore della Latteria Popolare, 57 anni

Coronavirus Venezia con la curva che rallenta, finalmente. Si spera diventi presto possibile dimenticare i giorni in cui si superavano i 500 nuovi contagi in...

Whatsapp cede dati a Facebook? Fuga di utenti in massa: sospeso tutto per tre mesi

Whatsapp cede i dati a Facebook? Sul punto c'è una gran confusione, dice l'azienda di messaggistica, ma ormai il l'allarme era partito tra i...

“Il Carnevale di Venezia 2021 si farà”: ma come? Tutti gli scenari della kermesse

Tra un paio di settimane avrà inizio il Carnevale di Venezia 2021 mentre aumentano le incognite sulla sua organizzazione. Nel Carnevale 2020 ci fu...

Crolla a terra a San Giovanni Grisostomo, malore fulminante

Verosimile malore fulminante a San Giovanni Grisostomo, a Venezia, ieri sera. Un uomo che stava passeggiando è improvvisamente crollato a terra probabilmente colto da un...
commercial

L’Isola dei Famosi 2021, i concorrenti: indiscrezioni su 47 possibili naufraghi

Il Grande Fratello VIP non è finito, anzi, ancora non è chiaro quando andrà in onda la finale. Nel frattempo già si parla del...

È morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

Nella notte tra lunedì e martedì è morto Gianni Busso, di 72 anni, all'ospedale dell'Angelo di Mestre, dov'era ricoverato dall'11 dicembre scorso per il...

Hanging Challenge e i ragazzini su TikTok si stringono una cinta al collo. Morta bimba di 10 anni

Hanging Challenge è il nome di quest'ultima aberrazione. E' una 'sfida', le chiamano 'challenge', ed è l'ultima arrivata tra quelle lanciate sui social per provocare...

Veneto prossima settimana in zona arancione o gialla. Zaia: «Sicuramente non rossa»

Sono 1359 i positivi nelle ultime 24 ore in Veneto con l'incidenza dei contagi al 3%. Non avendo più con la nuova circolare la...

Morte della donna dimessa a piedi dal pronto soccorso, partite le indagini

Ci saranno minuziose indagini conseguentemente al decesso di Fabiana Carone, la povera donna di 52 anni morta dopo aver fatto rientro al proprio domicilio...
sponsor

Incidente con lo scooter sul Ponte della Libertà: residente a Lido ricoverato in gravi condizioni

Incidente con lo scooter giovedì pomeriggio sul Ponte della Libertà. Un uomo di 57 è ricoverato in gravi condizioni a Mestre. Diverse le ipotesi della...

Trovato morto nel letto d’ospedale dopo l’intervento al piede

Trovato morto nel suo letto d'ospedale dopo l'intervento al piede. E’ successo il 19 gennaio all'ospedale di Mirano: un uomo di 72 anni, Luigi Geretto,...

Mestre, sabato ore 18: centinaia per lo spritz senza mascherina [video]. Lettere

Mestre, sabato sera: poche ore fa. Il video parla da solo. La segnalazione del lettore questa volta produce le prove incontrovertibili di come (alcuni) giovani se...

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto: la mappa aggiornata

Terremoto, i comuni più a rischio in Veneto sono 11. La mappa delle zone sismiche della regione è stata aggiornata dalla giunta regionale, su...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati
commercial

Coronavirus Venezia, la seconda ondata si sta ritirando

Coronavirus Venezia e provincia, la seconda ondata da segni di regressione. Il primo segno si può interpretare con il tasso di occupazione dei posti letto. I...

Donna dimessa a piedi dal pronto soccorso di notte (poi morta), Lihard: verificare responsabilità

Il Movimento per la difesa della Sanità Pubblica Veneziana è venuto a conoscenza della dolorosa trafila, conclusasi tragicamente, di una signora colta da malore...

Giovane fermato alla guida, ma non ha mai preso la patente. In auto droga e Taser

Compagnia Carabinieri di Venezia Mestre attenta e presente nei controlli coordinati del centro città e periferia. Tra i vari reati accertati ieri la condotta grave...

Coronavirus Venezia, nuovi positivi con leggera ripresa

Coronavirus Venezia (e provincia) una giornata in chiaro-scuro quella che va dalle ore 17 di martedì alle ore 17 di mercoledì. In attesa che i...

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Ancora Legge n. 104. Cosa posso fare e non posso fare durante i giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap. Quali...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.