Il neo sindaco di Venezia: “Mi chiamano campagnolo, io rispondo con un sorriso”

ultimo aggiornamento: 15/06/2015 ore 16:58

121

brugnaro sindaco cronaca votazioni nella notte
“Continuano a chiamare la mia lista di centro destra, mi chiamano ‘campagnolo’ o ‘berlusconino’: ma a questi signori che da fb fino alle interviste hanno fatto informazione falsa affinché a Venezia si continuasse a non fare nulla, a loro rispondo con un sorriso”.
Così Luigi Brugnaro, neo sindaco di Venezia, nel corso di una conferenza stampa nella sede del Comune lagunare.
“Quello che ha vinto – ha ricordato – è il partito del lavoro al quale può aderire chiunque anche oggi, anche chi è del centro sinistra. Quelli che sono stati messo al bando da Venezia sono quei signori che non hanno fatto nulla in tanti anni, intralciando anche chi voleva fare”.
Questo, ad esempio, mandando “a tempi eterni lavori come il Mose, inducendo a far ‘sparire’ soldi, togliendoli alla comunità ed aumentando i costi”.
Per Brugnaro, quello che è successo con queste elezioni è che i cittadini, “nel segreto dell’urna, non hanno guardato ai partiti ma hanno chiesto una risposta ai loro problemi”.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here