Borse griffate contraffatte, a Mestre tre depositi: 7000 borse sequestrate

ultimo aggiornamento: 03/10/2015 ore 17:52

118

borse griffate contraffatte depositi a mestre

Colpo grosso della Guardia di Finanza: circa 7.000 borse griffate contraffatte sequestrate in tre magazzini di commercianti di Mestre.

La Guardia di Finanza di Venezia ha individuato tre commercianti di Mestre nei cui magazzini venivano stipate e vendute a venditori abusivi migliaia di borse griffate contraffatte.

Nel corso dell’estate i finanzieri veneziani oltre a contrastare la vendita al dettaglio di merce contraffatta nella città lagunare, hanno anche eseguito appositi servizi che hanno consentito di risalire ai fornitori della merce.


A seguito di queste attività di investigazione, sono stati individuati i tre esercizi commerciali, nei quali i venditori si rifornivano prima di andare in centro storico per proporre la loro mercanzia ai turisti.

I militari a Mestre, con la collaborazione della Camera di Commercio, hanno inoltre sottoposto le borse all’esame dello “spettrometro”, per la rilevazione di eventuali metalli in quantità superiore a quanto previsto dalla legge.

Campioni sono stati inviati ai laboratori per verificare la nocività e acquisire l’eventuale prova dei reati di adulterazione o contraffazione di altre cose in danno della pubblica salute.


Tra le settemila borse sequestrate, infatti, circa 200 potrebbero essere potenzialmente pericolose per la salute perché contenenti cromo esavalente, piombo e nichel in livello superiore rispetto ai limiti consentiti dalla legge.

Redazione

03/10/2015

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here