Bambino iperattivo nella scuola elementare di Treviso, genitori tengono i figli a casa

94

dona 2 milioni al comune per i bambini

E’ stata chiamata la polizia, che ha inviato una volante.
Tutto perchè a Treviso ieri in una scuola elementare, dove da giorni c’è una situazione di difficoltà dovuta alle intemperanze di uno scolaro di 10 anni affetto da handicap la cui iperattività ha fatto decidere ai genitori degli altri alunni di tenere i figli a casa.

Ieri il bambino si è chiuso in una stanza da solo, rifiutandosi di uscire. La scuola ha così chiesto l’intervento prima dell’Usl e poi della polizia che ha risolto la situazione in modo non traumatico.

Il ragazzo frequenta la quinta elementare, è seguito da un insegnante di sostegno ma nonostante ciò ha un comportamento molto vivace che – secondo i genitori degli altri alunni – sarebbe sfociato in alcune occasioni in episodi ‘violenti’ nei confronti di compagni e insegnanti.

Per questo le famiglie degli altri ragazzini avevano deciso di attuare la singolare forma di protesta, non mandare i figli a scuola, per sollecitare la direzione scolastica a trovare soluzioni alternative.

Redazione

[28/11/2013]

Riproduzione vietata

Riproduzione Riservata.

 

Lascia un commento alla notizia che hai appena letto (nessuna registrazione necessaria)

Please enter your comment!
Please enter your name here