8.1 C
Venezia
domenica 28 Novembre 2021

Bambino di due anni morto: era stato visitato e dimesso

Homebambino mortoBambino di due anni morto: era stato visitato e dimesso
la notizia dopo la pubblicità

Avrebbe compiuto 2 anni a dicembre, Ayaan, li avrebbe festeggiati con i genitori e i due fratellini di otto e dodici anni.
La disperazione di una famiglia stravolta dal dolore si accompagna alla domanda che da giorni assale i genitori incatenati all’incredulità che tutto questo sia vero, che sia potuto accadere.
E soprattutto s’interrogano, pur nel comprensibile panico che li assale, se quella morte si poteva scongiurare, se il piccolo poteva essere salvato.
Lo sanno che il loro bambino non tornerà in vita, ma vogliono spiegarsi, capire se questo lutto che ha distrutto la loro vita, si poteva evitare, se si è indagato abbastanza nel fronteggiare i sintomi e la sofferenza di Ayaan.

E Ullah Rohamat e la moglie Rohima, genitori del piccolo, hanno trovato la lucidità e la forza di rivolgersi allo studio degli avvocati Angelo Lorenzon, Nicoletta Maser e Rita Tremiterra, per presentare una denuncia nei confronti dell’Ospedale di San Donà, dei medici, del pediatra ora indagato, che hanno assistito il bambino, rivendicando il diritto di sapere come quella morte improvvisa sia potuta avvenire.

L’autopsia disposta dalla Procura a denuncia avvenuta rivelerà le cause del decesso, forse accerterà se ci sono state negligenze nella cura, epilogo di una giornata con il fiato sospeso che inizia nell’abitazione di Jesolo lido, dove vive la famiglia, con un malore del piccolo che accusava dolore addominale e disturbi intestinali.

Preoccupati, i genitori lo portano in ospedale a San Dona, e alle 10 e 15 lo affidano alle cure dei medici, il pediatra lo visita alle 12.00, gli praticano un clistere e lo dimettono alle 14.00, nonostante il bambino accusasse, secondo i genitori, sintomi di vomito e diarrea.
Ayaan torna così a casa, ma verso le 18’00 si accascia, è molto debole, il padre chiama il 118, chiede aiuto. I sanitari al telefono gli danno indicazioni sul che fare e come, ma il bimbo peggiora a vista d’occhio. Disperato richiama il 118 e chiede un’ambulanza, che arriva, pur senza medico. Ne comparirà un’altra che si avvierà di corsa con Ayaan verso l’ospedale di Jesolo nel suo ultimo disperato viaggio.

Una giornata di novembre di dieci ore, si è portata via la candelina della torta che a giorni il bambino avrebbe spento per festeggiare i suoi amati due anni, così come la voce che dal cellulare ha detto al padre che il bambino era morto, ha spento in un attimo la vita di una famiglia.

continua a leggere dopo la pubblicità

» leggi anche: Bambino di due anni muore a Jesolo per soffocamento

» leggi anche: Ricoverato per Covid, scappa e uccide il figlio di 10 anni con una coltellata alla gola

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Andreina Corso
Cittadina 'storica' di Venezia, si occupa della città e della sua cronaca. Cura gli approfondimenti, è giornalista, insegnante, autrice letteraria, poetessa.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

Lettera ai veneziani: Non vedete lo scempio in cui state riducendo la vostra città?

Accludo una fotografia emblematica del disastro che state combinando nella vostra città (Venezia, ndr). A un primo esame si potrebbe pensare che si tratta della foto di qualche bazar in Medio Oriente o un mercatino in centro America o Africa, invece corrisponde...

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Turisti riducono Piazza San Marco pizzeria a cielo aperto: da oggi non pagherò più le tasse

Il prof. Tamborini denuncia che la Polizia Municipale è intervenuta solo dopo molte insistenze e quando ormai non c'era più niente da rilevare. Oltre al fatto che ormai non viene praticamente sanzionato più nulla (neanche agli abusivi), perchè un cittadino deve...

Il nostro giornale festeggia: oltre 10 milioni di pagine viste

"La Voce di Venezia" a luglio 2014 ha incredibilmente abbattuto il muro delle 10 milioni di pagine viste. Era ormai qualche anno fa: un pugno di ragazzi (in parte di Venezia) usciti dal corso di laurea di "Scienze della Comunicazione"...

Pensioni: cosa vuol dire Quota 102

Pensioni: sembra segnata la strada, e va verso Quota 102. Ma che cos'è "Quota 102" che va a interessare una platea di 50mila persone in 2 anni? Quota 102 (che arriverebbe al posto di Quota 100 che si esaurisce il 31 dicembre) dall'anno...

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

“Alle vetrerie di Murano 3 milioni, anche ai furbetti, quelli che evadono milioni di euro”. Lettere

In riferimento all'articolo: "Fornaci di Murano ‘salvate’ dalla Regione". Lettere al giornale. Io penso che: …ma come, le vetrerie di Murano vengono finanziate con tre milioni di euro, dopo che più di qualcuna, da quanto leggo su quotidiani locali,   è stata “pizzicata” ad...

G 20 a Venezia: città indifferente o infastidita

G 20 a Venezia: città e cittadini indifferenti o infastiditi, altro che occasione internazionale per mettere in mostra la città. In linea generale l'umore è irritato, gli incassi non sono all'altezza delle aspettative, il continuo sorvolo degli elicotteri, necessari alla sicurezza,...

“Anziani trattati come mentecatti all’aeroporto di Tessera”. Lettere

Buonasera, la presente per segnalare un fatto increscioso e poco carino accaduto ai miei genitori di 74 anni con una patologia grave di diabete che lo ha portato alla cecità di un occhio e a mia madre di 68 anni anche...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Operatori sanitari non vaccinati in Veneto: sono oltre 2.000 ed ora rischiano

Rieccola la Commissione di valutazione che sempre apre la porta e l’ascolto alle ragioni (e ai torti) dei conflitti. Ritorna il problema di chi ancora non si è vaccinato, o non si può o vuole vaccinare, o ha paura, o ha bisogno...