venerdì 21 Gennaio 2022
1 C
Venezia

Amore bugiardo – Gone girl va visto e apprezzato con un po’ di sacrificio. Di Giovanni Natoli

HomeMoviegoer, appunti di uno spettatore cinematografico. Di Giovanni NatoliAmore bugiardo – Gone girl va visto e apprezzato con un po' di sacrificio. Di Giovanni Natoli

amore bugiardo Gone girl FILM

Carissimi lettori de “La voce di Venezia”,
questa è la mia prima recensione per il 2015, anche se ho visto questo film l’anno scorso. Esattamente due giorni prima che ci fosse il convenzionale cambio di cifra e tutti noi traghettassimo nel 2015.

Colgo l’occasione per fare gli auguri a tutti di un felice anno. Lo so, è retorico e i tempi son difficili; nonostante tutto, però, non è mai impossibile cogliere un attimo di felicità e benessere; spesso ciò avviene, per quel che mi riguarda, nel buio “illuminato” (uno dei magici controsensi del cinema) di una sala di proiezione.

Mi auguro un felice prosieguo con “la Voce di Venezia”, testata che ha accolto la mia persona. Ringrazio sentitamente la rivista tutta che ospita queste mie riflessioni non di critico cinematografico ma di spettatore.
Un “Moviegoer”, un pellegrino dei cinema; così si chiama la mia rubrica, in omaggio al meraviglioso romanzo di Walker Percy, sconosciuto in Italia, cult book in America. Un libro che mi piacerebbe leggessero tutti.

Ma passiamo al mio commento al film: “L’amore bugiardo-Gone girl”, di David Fincher. Regista noto soprattutto per film come “Seven” e “Fight Club” ma anche autore di “The social network” e dell’esaustivo e a tratti estenuante “Zodiac”, dedicato ai terrificanti avvenimenti causati dal “Killer dello Zodiaco” durante gli anni a cavallo tra i ’60 e i ’70.
Killer che ispirò un titolo celebre del cinema d’azione, “Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo!” di Don Siegel. Un film che doveva avere valenza terapeutica, cercava di incanalare le paure suscitate dai terrificanti delitti di questo serial killer, dando una soluzione in chiave western a una caccia all’uomo che ebbe esiti sconfortanti, come illustrato nel film di Fincher.

“L’amore bugiardo” è tratto da un best seller di Gillian Flynn, anche sceneggiatrice del film, e ha avuto accoglienze disparate; da quel che ho potuto leggere si passa dall’entusiasmo alla delusione. Soprattutto è la risaputa “pignoleria” del regista a lasciare interdetti alcuni spettatori, che oltretutto rilevano, in questo lungo e a tratti faticoso film discrete incongruenze. Il mio parere è che, comunque, “L’amore Bugiardo” (titolo acchiappagonzi, dato che, oltretutto, il protagonista è un ex divo delle ragazze come Ben Affleck) è una pellicola che va vista e, con un po’ di sacrificio, pure apprezzata. Il nocciolo della questione messa in scena è nientemeno che la verità o meglio, non tanto l’impossibilità di conoscere oggettivamente i fatti così come son successi (tipo “Rashomon”) quanto l’inevitabile necessità di accettare la menzogna come parte integrante del vivere. Il che, detto dall’autore di “The social network” non fa che dimostrare la sua forte autorialità, anche…

> > segue > >

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

19enne di Pianiga trovato morto a Padova. La disperazione della famiglia. Di Andreina Corso

Un ragazzo muore a 19 anni a Padova, all’interno di un capannone abbandonato poco distante dal Parco delle Mura, frequentato da chi si trova a vivere in strada, a cercare riparo e rifugio per la notte che sembra coprire con una...

Ovovia, il Comune di Venezia vuole i danni (video della traversata)

L’Ovovia del Ponte di Calatrava e la sua rimozione: il Comune chiama in causa per danni i progettisti e le imprese costruttrici.

Identificata baby gang che terrorizza Venezia e Mestre. Brugnaro: “Abbiamo 27 nomi”

Il sindaco di Venezia conferma quanto era nei dubbi e nei timori della gente comune: sono tanti e due-tre, verosimilmente i "capi", sono molto, molto pericolosi. "Sappiamo chi sono. Abbiamo 27 nomi. Due o tre sono particolarmente pericolosi. Mi auguro che qualcuno...

La strana storia della bambina di tre anni in giro da sola di notte a Venezia

La bimba, tre anni non ancora compiuti, ha attraversato a piedi, di notte, da sola, una parte di Venezia, città certamente bella e romantica, ma anche piena di insidie per una bimba così piccola a spasso da sola.

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

Venezia, San Zaccaria. La sorpresa all’imbarco: ignoti hanno defecato in vaporetto

Venezia, il degrado del comportamento delle persone ha toccato livelli mai raggiunti prima. Questa mattina un vaporetto ha attraccato al pontile di San Zaccaria, ma i viaggiatori che sono saliti a bordo hanno trovato una disgustosa sorpresa. Un passeggero si era appena...

“Io, sfrattata da Venezia, ho voluto a tutti i costi tornarci ed è stato un incubo”. Lettere

In risposta alla lettera “So venexian de aqua, abito in campagna, Venezia resta la mia città”. Venezia... Io ci sono nata 60 anni fa e sono dovuta scappare a 15 anni con tutta la famiglia perché già a quei tempi per...

Polmonite Bilaterale da Covid, ricoverata in rianimazione. Ha sette mesi

A sette mesi ha il Covid ed è ricoverata in rianimazione. Alla piccola viene assicurata la migliore assistenza possibile, per questo è stata trasferita dalla Calabria a Roma. La piccola ha soli sette mesi ed è ricoverata in terapia intensiva perché contagiata...

Le colpe dei veneziani e dei ‘venezianassi’. Lettere

In merito alla "lettera al giornale":  “Venezia è destinata a diventare un museo, fatevene una ragione”

Bentornati turisti a Venezia. Tutti contenti ora. Lettere al giornale

Bentornati turisti. Mercoledì. Motoscafo 4.2 che alle 17.20 imbarca al pontile di San Pietro in direzione Fondamente Nuove. Primi posti, rigorosamente quelli riservati agli invalidi, una coppia nonostante tutta la cabina sia per metà libera. Evidente che sui quei posti c’è più spazio per...

Automobilista litiga con ciclisti, fa inversione e li mette sotto come birilli

Litigio tra un gruppo di ciclisti ed un automobilista che li stava superando. L'automobilista fa inversione di marcia con l'automobile, punta dritto gli uomini in bici e li colpisce come birilli. Ne mette sotto due prima di fuggire. Uno degli uomini è...

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi Actv: ecco come e quando

Green Pass obbligatorio a Venezia a bordo dei mezzi di trasporto pubblico locale. La comunicazione arriva direttamente dall'Azienda che recepisce il DL del governo sul tema. E dato il rigore della disposizione non è certo il caso di prenderla alla leggera: la sanzione...