7.1 C
Venezia
giovedì 02 Dicembre 2021

Addio preside Davide Frisoli, cordoglio del Comune e della Città metropolitana di Venezia

HomePersone che se ne vannoAddio preside Davide Frisoli, cordoglio del Comune e della Città metropolitana di Venezia
la notizia dopo la pubblicità

Scomparsa del dirigente scolastico Davide Frisoli, il cordoglio del Comune e della Città metropolitana di Venezia.

Addio preside Davide Frisoli, cordoglio del Comune e della Città metropolitana di Venezia

Il sindaco della Città di Venezia e della Città metropolitana, appreso della prematura scomparsa a 59 anni del professor Davide Frisoli, dirigente scolastico dei licei ”Bruno-Franchetti” di Mestre e “Benedetti-Tommaseo” di Venezia, ha voluto ricordare questa mattina nella seduta di Giunta la figura del docente mestrino mancato per Coronavirus la notte scorsa all’ospedale Dell’Angelo di Mestre.

“Come sindaco di Venezia e della Città metropolitana porgo le più sincere e sentite condoglianze alla moglie, ai figli, ai colleghi e agli alunni degli istituti in cui lavorava il professor Frisoli – ha detto il primo cittadino – Questo maledetto virus ci tocca oggi molto da vicino, colpisce un insegnante molto apprezzato e conosciuto in città. Dopo anni di insegnamento era impegnato come dirigente scolastico in più istituti in città: dall’istituto Querini che conta due scuole dell’infanzia, una primaria e una secondaria all’Istituto Viale San Marco che conta una scuola media, tre elementari, una materna più la scuola in pediatria all’ospedale oltre ai Licei Bruno-Franchetti e Benedetti-Tommaseo”.

Il professor Frisoli era amico di famiglia sia dell’assessore comunale Massimiliano De Martin, sia del consigliere delegato Luca Battistella.

“Davide era una persona rispettabilissima, moderata, capace di ascoltare le persone e gli alunni per non farli sentire numeri – è il ricordo di De Martin – Impegnato nel suo lavoro perché la scuola fosse sempre più luogo dove poter e saper insegnare ma soprattutto imparare, fuori dalle logiche conservative di potere. Alla ricerca del bene comune e del valore dell’insegnamento. Con lo stesso rispetto che nutriva per i ‘figli degli altri’, nel suo riserbo poneva attenzione e amore per la crescita della sua famiglia. Esempio di chi lavora in silenzio, senza cercare luci della ribalta, servitore dello Stato e riferimento per le famiglie per la crescita educativa e scolastica dei propri figli”.

“Il professor Frisoli era una persona squisita, gentile e onesta, uno stile d’altri tempi – aggiunge Luca Battistella, consigliere delegato -. Abbiamo condiviso il percorso scolastico delle nostre figlie. Non ci aspettavamo un epilogo così drammatico, non era credibile. Anzi, ogni giorno ci attendavamo la notizia del suo ritorno a casa tra le braccia della dolce moglie. Sapevamo che dalla sua aveva la forza di una bella ‘filosofia’ di una persona che non l’aveva solo studiata, ma la praticava nel suo quotidiano di lavoro, di vita”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione
A cura della Redazione di www.lavocedivenezia.it

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Impiegati d’albergo: “Non siamo noi il male di Venezia, non dimenticateci”. Lettere

  "Anch'io voglio tornare a lavorare ma..." Breve racconto di una receptionist di un hotel di lusso   Ormai sono mesi che, con l'albergo chiuso, vivo solo "grazie" alle briciole della cassa integrazione. Voglio tuttavia ricordare a tutti che prima non era la terra promessa come...

Venezia, gondoliere aggredito da turista perchè lo ha fatto scendere dalla gondola [video]

Venezia, gli anni passano ma le cose non cambiano. La cultura del turista che è convinto di entrare in una città finta, dove tutto è permesso perché "paga", non migliora. Anzi. L'ultimo episodio a dimostrazione di ciò ci è giunto in redazione...

La Venezia Scomparsa: Molin e il Ponte dei Giocattoli. I ricordi, la chiusura: incontro con Federico, l’ultimo gestore, 12 anni dopo

Il negozio Molin, conosciuto da tutti i veneziani tanto da aver ribattezzato “il Ponte dei Giocattoli”, non rappresentava per me un semplice, piacevole prolungamento del percorso mattutino, ma un vero e proprio luogo dei sogni a due soli passi da casa. La...

Guide turistiche abusive a Venezia: giusto multarle, ma chi vuole essere in regola che possibilità ha?

In questi giorni sono state sanzionate molte guide turistiche abusive a Venezia, ma vediamo anche l’altra faccia della questione: per chi volesse lavorare in regola, dopo una laurea sudata e successivi studi, da anni ormai non ha alcuna possibilità di abilitarsi. Sono...

Deve andare a lavorare, entra in pontile dall’uscita causa turisti: pontoniera la fa multare

Una brutta multa e un brutto gesto. Una multa salata ad inizio settimana, come buongiorno. E la rabbia per una multa di 67 euro per essere entrata dalla parte dell’uscita del pontile della linea 1 sul piazzale di Santa Lucia. E’ vero,...

Mestrino condannato per violenze sessuali alla bimba di 6 anni

Venezia. Un abominevole abuso ai danni di una bambina di sei anni. Le parole, la sentenza e le pene adeguate all’orrore di questo abominevole abuso, le assegnerà la Giustizia a colui che si stenta a chiamare uomo, colui che ha commesso reati...

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali i rimedi? L’importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

Quando il sindacato «vende» il lavoratore in sede di conciliazione. Quali sono i rimedi? L'importanza della sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 24024/2013

“Venezia non è più in pericolo??” Decisione Unesco incredibile. Lettere

I TURISTI continuano a soffocare Venezia senza alcuna limitazione, specie quelli pendolari che sbarcano con barche “Gran Turismo” col benestare del sindaco che ad oggi non ha posto in essere alcun limite. Anzi, pare interessato a far “assaltare” la città da...

I plateatici dei bar di Venezia tornano al loro posto

I plateatici di Venezia torneranno al loro posto originale il 31/12/21 "rientrando" dalle espansioni concesse per compensare il lockdown.

Venezia. Match tra turiste ubriache per la pantegana. Vince l’animalista per ko tecnico alla 1a ripresa

Il video riporta una scena che si è svolta questa notte a Venezia, nello spiazzo dietro Rialto, di fronte al Fontego. Due ragazze, pare inglesi, sono al culmine di una bella serata, a quanto pare anche ben "allegre". Improvvisamente nasce una discordia....

“Alcune malattie non hanno cure dopo 40 anni, il vaccino lo hanno fatto in pochi mesi: è un miracolo”. Lettere

E' convinzione che i miracoli siano spettanza religiosa: falso! Nell'ultimo anno e mezzo è accaduto un miracolo "laico" che ha dell'incredibile. Dopo 40 anni di ricerca, nessun vaccino contro l'HIV; nessun vaccino perpetuo contro la banale influenza; nessun trattamento farmaceutico valido...

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...