Acqualandia, rubano dagli armadietti in deposito poi fingono ‘errore’

ultimo aggiornamento: 14/08/2015 ore 17:13

181

acqualandia jesolo rubano dagli armadietti

La vicenda nasce domenica scorsa intorno alle ore 14.00, quando personale della vigilanza interna del parco acquatico “Acqualandia” di Jesolo segnala che all’interno della zona dedicata al deposito dei bagagli vi è stato un probabile furto.

Gli agenti della volante del Commissariato di Jesolo, subito intervenuti, apprendevano che poco prima una donna (di 37 anni, residente in provincia di Milano) si era presentata al desk dedicato alla prenotazione degli armadietti di deposito dei bagagli asserendo di aver prelevato per errore uno zaino al posto di quello di sua proprietà.


Quanto raccontato dalla donna dava da subito adito a parecchi dubbi, tanto che la successiva visione dei filmati interni relativi alla zona ove il fatto era accaduto davano in realtà una versione del tutto diversa da quella riferita dalla donna.

Ed infatti, gli agenti accertavano che intorno alle ore 13.00, la donna si era effettivamente recata nella zona degli armadietti, e qui, dopo avere regolarmente aperto il proprio armadietto, ne aveva estratto il proprio zaino per poi svuotarlo degli indumenti contenuti all’interno. Subito dopo, sul luogo interveniva anche un uomo (poi identificato per un 43enne residente, come la donna, nella medesima località lombarda): quest’ultimo, dopo essersi guardato intorno con circospezione, apriva un altro armadietto (probabilmente rimasto aperto per errore): da qui prelevava un secondo zaino (non suo) che poi riponeva all’interno di quello precedentemente svuotato dalla donna.

Infine, i due uscivano dai locali per raggiungere i parcheggi e depositare il tutto nella loro autovettura.


I poliziotti, che nel frattempo avevano rintracciato la coppia, hanno invitato i due ad aprire il bagagliaio dell’auto e ad esibire quanto appena trafugato: in effetti, lo zaino rubato è risultato appartenere ad un 42enne cittadino bengalese regolarmente residente a Treviso e ospite del parco acquatico.

Condotti presso gli uffici del Commissariato di via Aquileia, sono stati denunciati per il reato di furto in concorso.

13/08/2015

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here