martedì 25 Gennaio 2022
7.6 C
Venezia

A Venezia librerie come in America: bar interni e bevande, il Comune dice sì

HomelibrerieA Venezia librerie come in America: bar interni e bevande, il Comune dice sì

Il Consiglio comunale, nella seduta odierna, ha approvato con 23 voti a favore, 8 astenuti e un non votante la modifica dell’articolo 13 del Regolamento di igiene per attività di produzione, preparazione, vendita e somministrazione di alimenti e bevande.
La modifica del Regolamento introduce una specifica disciplina in materia di salvaguardia della salute pubblica e della sicurezza sui luoghi di lavoro per le attività di somministrazione di alimenti e bevande che si trovano all’interno di librerie, anche al fine di salvaguardare queste attività ad oggi non adeguatamente considerate dal Regolamento di igiene e quindi prive di appropriata regolamentazione.

Per questo, l’art. 13 del Regolamento viene modificato aggiungendo, alla fine dell’articolo, il comma 8:
“Fermo restando quanto previsto dall’art. 15 del Regolamento per le attività di somministrazione alimenti e bevande, le attività di somministrazione ubicate all’interno delle librerie devono rispondere ai seguenti requisiti:
1. Presenza servizi igienici con antibagno (possono essere utilizzati quelli della libreria);
2. Attrezzature per preparazione bevande calde (caffè espresso, etc; forno microonde) con contratto manutenzione;
3. Frigorifero per conservazione alimenti e bevande;
4. Congelatore per conservazione materie prime;
5. Attrezzatura per lavaggio stoviglie; se assente, solo stoviglie a perdere;
6. Spazio attrezzato per la somministrazione (tavolini sedie, o anche solamente il banco vendita);
7. Corso di formazione per titolare/commessi;
8. Spogliatoi per armadietti a doppio scomparto;
9. Piccolo deposito per prodotti del food;
10. Se si vogliono preparare alimenti è necessario l’anti e WC dedicato al personale che manipola;
11. Tutti devono, in ogni caso, avere un piano di autocontrollo Reg. CE 852/04”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Redazione Venezia
Dalla redazione di Venezia. Per comunicare una segnalazione: [email protected]

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

No Vax passano alle minacce: lettera con proiettile a dottoressa di Padova

No Vax passano alle minacce: l'immunologa Viola a Padova finisce sotto scorta a causa di una lettera con proiettile. C'è grande riserbo dagli inquirenti ma si è saputo che la lettera di minacce No vax conteneva un proiettile ed è stata...

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.

Venezia si spopola: contatore ormai a 50mila residenti

Lentamente, i veneziani sono costretti a lasciare la loro città. L’agonia silenziosa degli esiliati in terraferma, inesorabile come una malasorte, è registrata fin dal 2008 su iniziativa di Venessia.com, dalla Farmacia Morelli in campo San Bartolomeo che ha posto in vetrina un...

Salvi abitanti delle isole: possibile salire sui mezzi di trasporto con Pass-base

"Salvi", si fa per dire, gli abitanti delle isole: è possibile salire sui mezzi di trasporto con Pass-base fino al 10 febbraio. E' tutt'ora considerata un'eccezione, quindi il nuovo documento parla dei soli motivi di salute e di studio, ma è sicuramente...

Il Comune contesta la cassettina per i libri gratis, Ticozzi: “Da premiare, non sanzionare”

Il Comune di Venezia contesta al bookcrossing l'occupazione di suolo pubblico. Ticozzi: "iniziativa da premiare non da sanzionare".

C’è chi abusa del nome di Venezia per riempirsi le tasche mentre “schiavi” lavorano per loro. Lettere

Passavo per Campo Santo Stefano attirata dalla bella musica classica sparata a tutto volume. Ho scorto un banchetto addobbato con fiori e circondato da uomini in tuxedo e donne in abiti d'atelier. Dapprima pensai fosse una sorta di celebrazione dell'antistante Istituto...

Questo turismo porta benessere e posti di lavoro a Venezia? No: solo povertà e schiavismo

Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una graduale quanto inarrestabile trasformazione di Venezia: da città a non-luogo in mano al turismo e alle sue regole. Nel 1988, davanti a una popolazione residente di 81.000 unità, Paolo Costa e Jan Van Der...

“Non è che chi va fuori non ami più Venezia, è lei che non c’è più”. Lettere

In risposta alla lettera: "Go fato ben a andar via (da Venezia) chea volta e no me dispiaxe proprio”. Per Frank. La tua risposta a Luca. S è stupida. Io sono veneziana doc, conosco benissimo la storia dell’arte (ho studiato con artisti...

La Venezia perduta. Addio a Testolini, la cartoleria dei veneziani. Storia e ricordi

Testolini chiude, dal 1911 la cartoleria dei Veneziani. Storia e ricordi di un altro pezzo di Venezia che scompare. Intervista a Stefano Bettio, assieme al fratello Alessandro, ultimi gestori.

Malattia durante le ferie del lavoratore dipendente. Che fare?

Innanzitutto, ringrazio la Voce di Venezia per avermi concesso questa rubrica in materia di diritto del lavoro. Sovente i media menzionano parole come TFR, licenziamento per giusta causa, parasubordinazione, contratti collettivi e infinite altre, dando per scontato il loro significato. In realtà,...

Storia di un albero. Oggi abbattuto in funzione di chissà quali esigenze, San Basilio è meno bella ora

"È stato un uomo, più di settant’anni fa a impiantare quel pioppo su quell’angolo di San Basilio. Quell’uomo era mio padre. Mia madre diceva a noi figlie, quello è l’albero che ha fatto nascere vostro padre e noi ai nostri figli, quello è l’albero che ha impiantato il nonno e i figli ai loro figli, quello è l’albero del bisnonno..."

No Vax passano alle minacce: lettera con proiettile a dottoressa di Padova

No Vax passano alle minacce: l'immunologa Viola a Padova finisce sotto scorta a causa di una lettera con proiettile. C'è grande riserbo dagli inquirenti ma si è saputo che la lettera di minacce No vax conteneva un proiettile ed è stata...