Brugnaro riceve da Zappalorto la fascia da sindaco di Venezia

ultimo aggiornamento: 18/06/2015 ore 07:08

196

brugnaro investito sindaco di venezia da zappalorto
Ieri pomeriggio a Ca’ Farsetti, è stata consegnata dal commissario straordinario, Vittorio Zappalorto, e dal segretario generale del Comune di Venezia, Rita Carcò, la fascia tricolore al neoeletto sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro.
Il nuovo sindaco ha partecipato subito alla verifica straordinaria di cassa alla presenza del direttore della Direzione Finanza Bilancio e Tributi, Piero Dei Rossi e dell’intero collegio dei revisori: Massimo Da Re, Silvia Bernardin, Maria Giovanna Ronconi.
Ma il nuovo sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha avuto parole di comprensione e gratitudine per il Commissario uscente, Vittorio Zappalorto.
“A nome della città – ha detto Brugnaro – ho voluto dirgli grazie per il lavoro che ha fatto, mettendo la faccia nei provvedimenti che ha preso. Alcuni di questi sono poco digeribili, non li condividiamo e li cambieremo; ma riconosciamo che non ha alcuna responsabilità nel disastro sociale ed economico che ha trovato: essendo arrivato quando era saltato il banco, ha fatto il massimo che ha potuto”.
Brugnaro ha in particolare encomiato il “coraggio che il commissario ha avuto nel chiudere il bilancio, mettendo in sicurezza il Comune e consentendo alla nostra Amministrazione la possibilità di cambiare alcuni provvedimenti, prendendo in mano il bilancio di previsione”.
“Con la sua esperienza – ha proseguito il sindaco – ci potrà dare qualche consiglio. Un po’ di cose ce le siamo già dette, altre le affronteremo man mano. Ma questo conferma che abbiamo una situazione in cui ci sono tante persone amiche di Venezia, che vogliono che questa città cammini con le proprie gambe. Mi sembra che sia stata riconosciuto al popolo di Venezia il diritto e la priorità di vivere bene: è per questo che diamo un grande ringraziamento a Zappalorto, che rimarrà sempre amico di Venezia, e gli facciamo il nostro in bocca al lupo per i prossimi incarichi”. Il sindaco ha quindi reso noto che “la cassa è in positivo, con poco più di un milione di cassa libera e 14 milioni in conti vincolati, con in previsione una quarantina di milioni che entreranno ora con il versamento della prima rata Tasi e gli acconti Imu”. “La situazione – ha concluso – è sotto controllo, ma siamo al limite e, se si trattasse di un’azienda, la situazione sarebbe molto preoccupante, per cui non sarà una passeggiata”.

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here