11.9 C
Venezia
sabato 27 Novembre 2021

Venice low cost: sempre più turisti indirizzati a provare la gondola con il traghetto

HomeVenezia e i turistiVenice low cost: sempre più turisti indirizzati a provare la gondola con il traghetto
la notizia dopo la pubblicità

In questo ottobre di “alta stagione” turistica a Venezia, è emersa un’altra moda, o meglio: un’altra aberrazione. Turisti e gruppi indirizzati a fare la traversata del Canal Grande potendo poi raccontare “Sono andato in gondola” avendo speso un euro, un euro e cinquanta. Ma la “Gondola da Parada”, il “traghetto”, era uno dei pochi baluardi rimasti a chi a Venezia ci vive o ci lavora che aveva necessità di fare la traversata in pochi minuti senza aspettare il “battello”. Che ne sarà di questa agevolazione se arrivando al molo si trova l’immancabile muraglia umana sbracata con a capo la famosa guida con l’ombrellino?

Non poteva essere lasciata in pace, la Gondola, simbolo e orgoglio della città d’acqua? C’è anche lei adesso tra le maglie del risentimento cittadino nei confronti delle strade e dei mezzi affollati di turisti, da quelli degli alberghi di lusso ai cosiddetti giornalieri. E’ la volta dei traghetti presi a cuore dalla consigliera della Municipalità veneziana Cecilia Tonon, che propone accessi e costi differenziati tra residenti e turisti, così come già avviene per gli imbarcaderi di vaporetti e motoscafi a Piazzale Roma.

La proposta non è sconosciuta all’Ente Gondola e al Comune, in passato c’è stato un certo movimento e dibattito sull’indirizzo rievocato dalla consigliera Tonon, e aveva sviluppato in città alcuni interrogativi sull’opportunità di far pagare ai turisti un prezzo alto per andare al di là del Canale, al fine di scoraggiare le comitive e di lasciar posto ai veneziani.

Ma il tema dei traghetti si inquadra in un ambito più complesso – afferma il Presidente della Municipalità di Venezia Gian Andrea Martini – e questo continuo rimbalzare nelle cronache delle incompatibilità tra i residenti e “gli altri” dovrebbe costringere l’amministrazione comunale in primis, ma anche tutto il mondo culturale e del lavoro veneziano ad un ripensamento su quegli ormai famosi flussi, sulle reali opportunità di ospitare chi vuole visitare Venezia rispettandola e sentendosi rispettato”.

Come conciliare l’esigenza giusta di chi si sente prevaricato e ne lamenta le conseguenze, con la continua e oramai intollerabile offerta di residenza turistica, ne sono esempio la nascita di nuovi alberghi, offerte sempre più ghiotte indirizzate ad un turismo di lusso, che forse non prenderà il traghetto, ma una gondola privata, ma che comunque passeggerà sui campi, i ponti, le strade di Venezia. L’Unesco, lo ribadiamo, ha dato due anni di tempo alla città per risolvere questo problema, ma per ora, da quel che si legge e si vede, la città pur intatta nella sua aristocratica bellezza con meno di 54mila residenti, è diventata un contenitore di insoddisfazioni e di un domani molto incerto.

Ora anche i traghetti, le gondole, che con i motoscafi, i vaporetti si offrono ad una comunità in eccesso, un universo che non ce la fa a condividere in armonia le troppe esigenze che esprime e che rimangono sommerse nella comune insoddisfazione.

Andreina Corso

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Andreina Corso
Cittadina 'storica' di Venezia, si occupa della città e della sua cronaca. Cura gli approfondimenti, è giornalista, insegnante, autrice letteraria, poetessa.

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

Notizie più seguite dall'archivio

spot_img

Reliquie Santa Lucia da Venezia alla Sicilia con assistenza della Polizia

Santa Lucia da Venezia alla Sicilia Domenica 14 dicembre, la Polizia di Stato accompagnerà “Santa Lucia” nel suo prossimo viaggio in Sicilia. Alle 7:30 del mattino le spoglie della Santa saranno portate, con imbarcazioni della Polizia di Stato, dalla basilica dei Santi Geremia...

C’è chi abusa del nome di Venezia per riempirsi le tasche mentre “schiavi” lavorano per loro. Lettere

Passavo per Campo Santo Stefano attirata dalla bella musica classica sparata a tutto volume. Ho scorto un banchetto addobbato con fiori e circondato da uomini in tuxedo e donne in abiti d'atelier. Dapprima pensai fosse una sorta di celebrazione dell'antistante Istituto...

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

Plateatici liberi a Venezia, ma mia madre non riesce più a passare. Lettere

Gran parte della città comprende e approva la delibera comunale che recita ”I pubblici esercizi possono occupare suolo pubblico anche in deroga alle limitazioni poste dalle norme vigenti, con il massimo della semplificazione amministrativa possibile, fino al 31 Luglio”. Ma la...

Prepensionamento dipendenti pubblici, cammino difficile

Il ministro Madia ha cominciato a scontrarsi con visioni opposte al suo piano e la strada che porta al prepensionamento dei dipendenti pubblici non è per niente in discesa. Stefania Giannini, ministro per l'Istruzione le risponde: «Un sistema sano non ha bisogno...

Weekend di sofferenze a Venezia. Alla Celestia visitatori della Biennale opprimono i residenti

L'ultimo weekend a Venezia ha portato un flusso eccezionale di persone. I numeri ufficiali si sapranno più avanti ma per chi abita in città non ce n'è bisogno: la prima settimana estiva ha visto la città assalita da turisti, vacanzieri e...

Festa riuscita? Ve la racconto io la festa: un Rave in via Garibaldi. Lettere

Gentile direttore, vorrei sapere perché tutti contribuiscono a portare avanti questa farsa degli eventi in sicurezza quando invece è solo un'attività di facciata. Situazione di questa notte: un esercito di agenti a controllare che i residenti si posizionassero diligentemente entro gli spazi...

Donna morta dopo 4 vaccini, figli: “A noi chiesto niente”, l’ospedale: “C’è il consenso informato”

La signora aveva fatto un ictus a marzo, dopo la prima coppia di vaccini. Ne avrebbe poi ricevuto altri due secondo la denuncia dei figli.

Legge n. 104, cosa si può e non si può fare. Quali sono le sanzioni in caso di abusi?

Molti lettori si saranno posti il seguente problema: se usufruisco di giorni di permesso retribuito per assistere un familiare con handicap, devo occuparmi di quest’ultimo in quel periodo a «tempo pieno», solo durante il normale orario di lavoro, oppure posso comunque utilizzare quei giorni anche per riposarmi e dedicarmi ad altre attività? Quali sono gli abusi? Quali sanzioni rischio?

Incontro cittadino sui plateatici: i tavolini di Venezia al posto originale il 31/12

A fine anno scadono le concessioni che hanno consentito di moltiplicare i plateatici a Venezia, lo ha garantito l'Assessore

A Venezia turisti come prima della pandemia “Necessari trasporti adeguati”

"Venezia è ai livelli pre-pandemia di turisti: biglietterie, bus, pontili, vaporetti pieni, i lavoratori devono tornare a condizioni normali"