giovedì 27 Gennaio 2022
4.8 C
Venezia

Venezia: da oggi mascherine all’aperto in certe aree. Ecco dove

Homenuova ordinanzaVenezia: da oggi mascherine all'aperto in certe aree. Ecco dove

Venezia: allargamento dell’obbligo dell’uso di mascherine all'aperto alle aree della movida e nelle piazze. Dal 6 dicembre Green Pass obbligatorio fin dai pontili degli imbarcaderi per favorire i controlli a campione

A Venezia da oggi, venerdì 3 dicembre, mascherine indossate non solo nelle fiere e nei mercati rionali, come è stato fino a ieri, ma anche nelle aree della “movida”, nelle piazze e nei campi più affollati del Comune di Venezia. In aggiunta, Green pass obbligatorio dal 6 dicembre anche per chi accede dai pontili agli imbarcaderi del trasporto pubblico per favorire i controlli a campione.

E’ un’ulteriore ‘stretta’ che è arrivata nella giornata di venerdì con un’ordinanza firmata dal sindaco Luigi Brugnaro.
Sentita la Prefettura, la nuova normativa prevede che da oggi saranno più stringenti i provvedimenti già adottati in occasione della Festa della Madonna della Salute il 21 novembre scorso.
Il provvedimento sarà in vigore fino al 15 gennaio 2022.

Rispetto a quanto già previsto dalla precedente ordinanza si ampliano, dunque, le aree all’aperto nelle quali non si potrà circolare se non con mascherina indossata regolarmente. Il nuovo obbligo non si applica a chi è seduto nei plateatici di bar e ristoranti.

Per quanto riguarda, invece, i controlli del green pass, potranno essere effettuati a campione fin dai pontili d’accesso degli imbarcaderi ai mezzi di trasporto pubblico. L’ordinanza, in questo, risponde e agevola le nuove disposizioni della Prefettura che potrà disporre i controlli da parte delle Forze dell’Ordine in qualsiasi momento fin dai pontili.

Nel dettaglio, l’ordinanza stabilisce che “è fatto obbligo di indossare le mascherine chirurgiche o di comunità, ovvero mascherine monouso lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire un’adeguata barriera e che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso, con esclusione di dispositivi con filtro, nelle seguenti aree e manifestazioni:

a) Mestre Riviera XX Settembre e vie limitrofe;

b) Mestre Piazzale Donatori di Sangue;

c) Calle Giovanni Legrenzi;

d) Sestiere di Cannaregio – Fondamenta degli Ormesini – Fondamenta della Misericordia da Ponte San Girolamo a Ponte San Marziale;

e) Sestiere di San Polo – Campo San Giacomo (in vulgo San Giacometto), Campo della Naranseria, Campo Cesare Battisti (già Bella Vienna) e calli e portici limitrofi;

f) Sestiere di Dorsoduro Campo Santa Margherita e calli, ponti e campielli limitrofi;

g) Piazza San Marco e area marciana;

h) Mercerie e Ponte di Rialto;

i) Piazza Ferretto;

j) Mercato bisettimanale di Mestre;

k) Mercato bisettimanale di Marghera;

l) Mercato bisettimanale del Lido;

m) Imbarcaderi, comprese le passerelle di accesso, del trasporto pubblico locale;

e in ogni altra occasione di tempo e di luogo in cui non sia possibile rispettare la distanza interpersonale”.

L’obbligo, si prosegue, “non si applica ai bambini di età inferiore ai sei anni e per chi ha forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina. Gli operatori commerciali dovranno altresì, oltre ad indossare essi stessi la mascherina, mettere a disposizione dei clienti prodotti igienizzanti per le mani, in particolare accanto ai sistemi di pagamento”.

Nelle premesse del dispositivo si specifica come si sia ritenuto che “nel corso dei predetti eventi in particolare potrebbero crearsi situazioni occasionali, anche improvvise, in cui il distanziamento di almeno un metro previsto dalle norme potrebbe non essere garantito” e “tenuto conto che in particolare nelle fiere che si svolgono presso la città antica, è previsto che ci siano migliaia di pedoni in movimento, tanto da prevedere – all’occorrenza – sensi unici pedonali nelle aree limitrofe”. E si sottolinea, infine, che il provvedimento nasce dopo aver preso atto che “è in corso un aumento progressivo dei contagi da virus “Covid-19”, come confermato dai monitoraggi giornalieri dell’AUSSL 3 Serenissima”.

“Per la violazione della presente ordinanza – si conclude – si applicano la sanzioni amministrative pecuniarie previste dalle vigenti norme di legge”.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

redazione centrale
A cura della redazione centrale. Per inviare una segnalazione: [email protected]

3 persone hanno commentato. La discussione è aperta...

  1. All’attenzione del Sindaco Brugnaro:
    consiglio l’obbligo della mascherina in particolare nella zona della Stazione di S.Lucia,ponte degli Scalzi ,Lista di Spagna ,ponte delle Guglie ,Rio Tera’ San Leonardo .Noi residenti facciamo questo appello di usare la mascherina in questi tratti della viabilità,perché non solo il fine settimana ma tutta la settimana circola troppa gente ed è impossibile non trovarci ad una distanza minima l’uno dall’altro.
    Trovo corretto il Green pass ovunque e mascherine obbligatorie in tutta la città di Venezia ,non solo in alcune zone ! Controlli in tutti i trasporti e misurazione di temperatura nei posti chiusi e blocco totale al fine settimana per tutti .

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Notizie più seguite dall'archivio

pubblicità

Il Natale che verrà: con nuovo picco di contagi priorità a salute o economia?

Caro amico ti scrivo. Tra poco sarà periodo pre-natalizio: con i numeri in continua salita priorità all'economia o ad eventuali prescrizioni?

Venezia? Città invivibile per tutti. Lettere

In risposta a: “L’esodo da Venezia c’è ma è voluto e alcune categorie sono privilegiate”. La città è invivibile per tutti. Molti anziani non possono più muoversi di casa poiché quasi tutti gli appartamenti a Venezia non sono dotati di ascensore, c’è il...

“Studenti con le gonne: i soliti per rappresentare un mondo alla rovescia”. Lettere

Gli studenti maschi del liceo classico Zucchi di Monza hanno indossato la gonna durante le lezioni per protestare contro il sessimo. A Parte il fatto che per rappresentare il sesso femminile avrebbero dovuto indossare dei maschilissimi jeans, il grottesco e ridicolo gesto...

“Controlli Actv alle 7 del mattino per chi va in ospedale, ma non avete altri?”. Lettera

Controlli Actv in motoscafo: controllori alle 7 del mattino due fermate prima di quella dell'Ospedale. Ma volete dirmi che non avete proprio altri o altro da controllare? Settimana scorsa - purtroppo - mi sono dovuta recare per qualche mattina consecutiva all'Ospedale Civile...

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

Niente vaporetti senza GP: “La situazione qui a Burano è tragica”. Lettere

Con riferimento all'articolo "Venezia: ecco le barche private per evitare il controllo della certificazione verde sui mezzi Actv", riceviamo e pubblichiamo. La situazione nell’isola di Burano è tragica!! Una parte degli isolani è letteralmente sequestrata in isola. Non è possibile fare un tampone...

Commessa veneziana perde 2.900 euro col ‘phishing’ e la banca non risponde: “Colpa sua”

Banca si rifiuta di riaccreditare le somme prelevate indebitamente a una commessa di Venezia, vittima del phishing: “colpa sua”.

“Venezia va rispettata, chiediamo ai veneziani il permesso per vederla”. Lettere

"Venezia va rispettata così come i veneziani...". Il senso di chiedere "permesso" segno implicito di rispetto quando si va in casa d'altri

“Vi invidio colleghi sospesi, passerete Natale a casa”: la lettera di una dottoressa in prima linea. Di Andreina Corso

Lettera di una dottoressa che combatte il Covid in prima linea ai colleghi sospesi: "Passerete Natale con i cari e poi tornerete al lavoro"

Mostra del Cinema: non si riesce a vedere film, noi andiamo via. Lettere

Buongiorno, siamo un gruppo di accreditati che da anni vengono a Lido per la Mostra. Vogliamo portare a conoscenza e rendere pubblico che ce ne andiamo, siamo in partenza anche se mancano cinque giorni alla fine. A che pro stare qui se non...

Dramma sul campo di calcio nel sandonatese: 17enne sviene e non si sveglia più

Christian Bottan, 17 anni, è svenuto sul campo da gioco. Con il passare dei secondi il malore ha assunto una valenza sempre più drammatica.

“I veneziani DOC non hanno mai fatto niente: mille sigle, associazioni, solo per blaterare…”. Lettere

In risposta alla lettera: "Limitare il turismo per una ristretta parte di residenti di Venezia? Follia”. Il signor Francesco dimentica che Venezia è il capoluogo ( seppur bistrattato) e, il resto attorno è : centro storico, residenziale, ecc ecc. Spero per i suoi...