23.3 C
Venezia
lunedì 20 Settembre 2021

Veneto zona bianca, cosa si può fare ora

HomeVeneto Zona BiancaVeneto zona bianca, cosa si può fare ora

Veneto in zona Bianca: cosa cambia ma soprattutto ecco cosa si può fare

Veneto in zona bianca da oggi.
Ora è ufficiale grazie all’ultima ordinanza del presidente Luca Zaia.
Il Veneto fa parte alle altre quattro regioni che si aggiungono alla parte bianca dell’Italia.
Dopo Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna, riaprono infatti anche le neopromosse Abruzzo, Umbria, Liguria Veneto mentre nel resto dei territori, in zona gialla, il coprifuoco slitta di un’ora, a mezzanotte.
Nel Paese che riparte, inoltre, potrebbe cadere l’ultimo divieto, quello di ballare: è previsto martedì prossimo un incontro sulle discoteche.
I locali potrebbero ripartire a luglio, ma è quasi certo che sarà necessario avere il green pass soprattutto alla luce dello sprint sulla campagna vaccinale per i giovani.
Il Piano in queste ore continua a macinare record (1,2 milioni di dosi in 48 ore) e procede spedito più della nuova variante ‘Delta’ del Covid, che al momento spaventa invece la Gran Bretagna.
(la variante “Delta” è quella conosciuta precedentemente conosciuta come “Indiana”).

Tutto per scongiurare il nuovo diffondersi di mutazioni che possano influire sui numeri dei contagi, che al momento sono in calo e non creano allarme.
Nelle ultime 24 ore ci sono stati solo venti ingressi in terapia intensiva, che hanno riguardato in tutto dieci regioni.
Valle d’Aosta, Molise e Basilicata non hanno più pazienti ricoverati in rianimazione e la media nazionale del 9% di occupazione di terapie intensive e reparti di medicina sta scendendo quindi drasticamente.
Secondo i dati dell’ultimo bollettino, si aggiungono purtroppo altri 51 morti per il virus.
I nuovi contagi sono stati 2.275 e il tasso di positività è dell’1,5%.
In tutta Italia i malati di Covid sono al momento 192mila.
L’ultimo dossier ancora aperto sul tavolo di tecnici e politici è quello della riapertura delle discoteche.
Anche se non si sa ancora con certezza come e quando, le sale da ballo dovrebbero ripartire il prossimo mese.

Intanto, come si diceva in apertura, il Veneto è ufficialmente in zona bianca da oggi, lunedì 7 giugno.
Luca Zaia, presidente della Regione, ha già firmato l’ordinanza che disciplina le varie attività che ora potranno tornare a tenersi di nuovo sul territorio.
Cosa si potrà fare
Nell’ordinanza, che recepisce quanto contenuto in quella del Ministero della Salute, sono elencate le varie attività consentite.
Si tratta praticamente di un ritorno alla normalità, e il punto più gradito è che se ne va anche il coprifuoco.
Riaprono le piscine al coperto, i parchi tematici e di divertimento, anche temporanei, i centri benessere e i centri termali.
Si potranno fare anche feste private, matrimoni e cerimonie religiose sia all’aperto che al chiuso.
Via libera anche alle fiere, che siano sagre locali, congressi o convegni.
Aperte le sale giochi e centri scommesse, così come bingo, casinò, centri culturali, centri sociali e centri ricreativi nonché i corsi di formazione.

sponsor

 

Ristoranti e discoteche
Fino al 21 giugno 2021, in zona bianca il consumo al tavolo negli spazi al chiuso è consentito per le attività dei servizi di ristorazione, ma solo ancora per un massimo di sei persone per tavolo.
Il suddetto divieto non vale se le persone sono conviventi.
In relazione alle sale da ballo e alle discoteche, si applica quanto previsto dal decreto nazionale, fermo restando che le attività di ristorazione e bar sono equiparate alle altre.
Gli impianti di risalita in zona bianca o gialla, deve rispettare i limiti sul numero dei passeggeri.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements
sponsor