Vendita Isola delle Grazie, Giesse Investment precisa: Ulss12 ha venduto bene immobile che avrebbe dovuto essere libero da vincoli

ultimo aggiornamento: 16/03/2016 ore 17:19

345

Vendita Isola delle Grazie, Giesse Investment precisa: Ulss12 ha venduto bene immobile che avrebbe dovuto essere libero da vincoli
Riceviamo e pubblichiamo.

GIESSE INVESTMENT SRL precisa innanzi tutto che il prezzo dell’isola è stato interamente saldato con l’unica eccezione del costo di bonifica il cui esatto ammontare sarà reso pubblico non appena le autorità competenti avranno effettuato la verifica prevista dalla legge.

Per quanto concerne l’acquisto dell’Isola, si segnala che essa è stata posta in vendita da ULSS 12 con un bando datato 28.12.2006 ad valore di base d’asta di EUR 6.200.000. GIESSE INVESTMENT SRL si è aggiudicata l’isola avendo offerto una quota maggiore rispetto agli altri potenziali acquirenti.


Ciò nonostante GIESSE INVESTMENT SRL è stata costretta ad intraprendere un’azione giudiziaria nei confronti di ULSS 12 per il rispetto dell’accordo contrattuale, ottenendo la stipula di un accordo preliminare ad un prezzo maggiore di quanto originariamente offerto ed accettato.

Nel frattempo il MIBAC imponeva un vincolo di interesse culturale e imponeva l’uso pubblico di parte dell’Isola, rendendone necessario il cambio di utilizzo.

Solo nel Giugno del 2014 è stata definita la convenzione per regolamentare l’uso pubblico di parte dell’Isola dando la possibilità a GIESSE INVESTMENT SRL di verificarne l’utilizzabilità in base ad un progetto di natura turistico ricettiva. In quella stessa sede è stata confermata la volontà di dare attuazione al preliminare procedendo alla stipula dell’atto definitivo.


In quello stesso momento si veniva a conoscenza che ULSS12 aveva iniziato la procedura di revoca dell’assegnazione in favore di un secondo offerente costringendo GIESSE INVESTMENT SRL a notificare un atto di citazione con la richiesta di esecuzione della compravvendita e di riduzione del prezzo a causa dei vizi del bene.

GIESSE INVESTMENT SRL è stata costretta infine ad assumersi parte del rischio dell’azione proponendo un atto di transazione che consentisse a ULSS12 di essere indennizzata in caso di esito negativo del giudizio.

Prima della data prevista per il saldo del prezzo GIESSE INVESTMENT SRL viene informata della presenza di rifiuti ospedalieri, amianto, serbatoi interrati ancora pieni di combustibile e di contaminazione da metalli largamente diffusa e comunicava a ULSS12 e ad ARPAV tale scoperta procedendo alle campionature del territorio.

L’analisi preliminare ha indotto GIESSE INVESTMENT SRL a denunciare la situazione ma nel contempo si è dichiarata disposta a pagare l’intera somma al netto dei costi di bonifica.
ULSS12 ha dunque incassato quanto dovuto al netto dei costi di bonifica che verranno accertati al termine della procedura per l’approvazione del progetto da parte delle Autorità competenti.

GIESSE INVESTMENT SRL quindi ha acquistato e pagato un bene immobile che avrebbe dovuto essere libero da vincoli, mentre è oggetto di una rilevante limitazione d’uso, fortemente contaminato e oggetto di una rivendicazione di terzi. Tale complessa situazione ha ovviamente influito negativamente sul valore dell’Isola.

Nonostante tutto ciò il prezzo saldato è stato notevolmente superiore (EUR 11.200.000 contro EUR 8.621.000) rispetto a quello originariamente concordato, danno ancora maggiore in quanto avvenuto in un periodo in cui il valore dei beni immobili è sceso a causa della crisi immobiliare nel periodo 2008-2014.

GIESSE INVESTMENT SRL
16/03/2016

(cod isolagra)

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here