Vaporetto finisce in secca, recupero tra gli applausi

ultimo aggiornamento: 03/01/2015 ore 12:07

179

vaporetto actv in secca a venezia

Finisce tra gli applausi dei passeggeri l’operazione di recupero di un vaporetto finito in secca.
Il fatto è accaduto il primo giorno dell’anno al mezzo che da Burano stava andando a San Zaccaria. Il vaporetto della linea 13, che collega Venezia a Sant’Erasmo, è finito in una secca all’altezza delle Vignole.

Via radio il pilota ha lanciato l’allarme e un vaporetto che si trovava nei paraggi dell’Isola delle Vignole è andato in suo soccorso. I passeggeri sono stati avvisati della deviazione, anzi, è stata chiesta loro collaborazione.


Agganciato il mezzo arenato, sono stati fatti tutti spostare su un lato, così l’imbarcazione in secca è riuscita a trascinarsi fuori dalla sabbia. Dieci minuti di manovra e applausi finali dei presenti.

Certo di un’altra entità rispetto agli allarmi in mare internazionali, gli intoppi alla navigazione che avvengono all’interno delle nostre acque sono quasi sempre risolti con competenza e perizia dai comandanti dei nostri vaporetti Actv.

Laura Beggiora


[03/01/2015]

Riproduzione vietata

TEMI PIU' RICERCATI IN QUESTE ORE:

➔ Coronavirus: tutti gli aggiornamenti
➔ Mose e Acqua alta a Venezia
➔ Pensioni, le novità
➔ 'Racconti in quarantena': il concorso letterario aperto a tutti
 

⌂ titoli di prima pagina

Please enter your comment!
Please enter your name here