20.1 C
Venezia
mercoledì 04 Agosto 2021

Thohir, un’altra calciopoli in Italia e il calcio italiano muore

HomeCalcioThohir, un'altra calciopoli in Italia e il calcio italiano muore

Thohir, un'altra calciopoli e il calcio italiano muore

Thohir ha parlato oggi e il tema è uno di quegli scottanti per il calcio italiano.
Un’altra calciopoli in Italia è possibile, ma deve assolutamente essere evitata, pena la fine del calcio italiano.
Calciopoli è stato il capitolo più nero del nostro calcio e se dovesse capitare di nuovo il livello ma anche la valutazione del calcio italiano scenderebbe a livello del terzo mondo.

“La Serie A, non deve essere facile, è una sfida in cui occorre essere più trasparenti possibile e specificamente più aperti. Ho detto a molti miei colleghi nel calcio italiano che se dovesse succedere un’altra Calciopoli il calcio italiano morirà. Non saremmo più secondi o terzi ma forse noni..”.
Thohir, presidente dell’Inter, ha rilasciato oggi queste parole in una intervista alla Cnn.

“Ogni componente del calcio italiano, il governo, i club, si devono adattare meglio alla globalizzazione. Guardate ad esempio la MLS, lì ora ci sono molti investitori perché le strutture e il business sono molto trasparenti e per gli investitori è sicuro. E gli investitori sanno cosa aspettarsi quando vanno alle partite”, lasciando intendere che quello che è giusto aspettarsi è un risultato aperto ad ogni possilità libero da condizionamenti.

Roberto Dal Maschio

15/10/2014

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché ha pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "mi piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie.