20 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Scuola Media Calvi: moderna e organizzata ma pochi iscritti

Homevia GaribaldiScuola Media Calvi: moderna e organizzata ma pochi iscritti

La Scuola Media Calvi ha lanciato ormai 4 anni fa il progetto “A scuola con il tablet” che evita di piegare le schiene ai ragazzini per gli zaini pieni di libri.
E’ moderna e ben organizzata, chi la frequenta parla di esperienze positive, ma soffre più di altre il calo di nascite e di residenti.
Tanto che l’anno prossimo è a rischio la composizione della nuova “prima media”.
Gli iscritti per il 2021/2022 sono al momento solo 10 ma il minimo di iscrizioni per la formazione della classe è di 18 alunni, salvo eventuali deroghe straordinarie.
Non sono poche le famiglie preoccupate per la situazione. La mancata composizione di una prima mette a rischio il ciclo naturale della didattica, quindi della scuola stessa.
Il bellissimo edificio, gli ampi spazi, le aule perfettamente agibili corrono il rischio di vedere un cambio di destinazione d’uso nei prossimi anni? Magari con vocazione turistica

visto il trend veneziano?
I residenti si interrogano, memori di tanti ricordi che coinvolgono le generazioni precedenti nella storica scuola della via Garibaldi.
Anche l’attuale situazione sanitaria dovrebbe rappresentare una raccomandazione alle famiglie: meglio un numero basso di studenti per classe piuttosto delle scuole che hanno talmente tanti iscritti da avere una ‘lista di attesa’ per il loro nome e tradizione.
Tra l’altro i ragazzi sono seguiti meglio se non c’è sovraffollamento.
Intanto i genitori comunque si organizzano. Con un edificio restaurato da poco, con classi cablate e dotate di lavagna interattiva multimediale, con una palestra perfettamente agibile e attrezzata, con laboratori e aula di musica, sono decisi a lottare fino all’ultimo per evitare la chiusura del plesso.
Sta dunque partendo una raccolta firme per chiedere comunque la composizione di una prima media per l’anno scolastico che si aprirà a settembre.

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta: una persona ha già commentato

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.