spot_img
spot_img
spot_img
9.7 C
Venezia
martedì 19 Ottobre 2021

Sabine nel mondo della magia – La graphic novel che ci insegna ad affrontare i draghi della vita

HomeLibri, recensioni e nuove usciteSabine nel mondo della magia - La graphic novel che ci insegna ad affrontare i draghi della vita

sabine nel mondo della magia

Grazie a Tunué, in questo periodo vi stiamo raccontando anche di bellissime graphic novel, un campo della letteratura che troppe volte viene snobbato e che invece nasconde dei piccoli gioielli. Come quello di cui vi sto per parlare oggi: Sabine nel mondo della magia di Luisa Torchio.

Sabine è giudicata stramba dai suoi compagni di classe e per questo, a scuola, nessuno vuole giocare con lei, viene derisa e maltrattata. Almeno fino al giorno in cui arriva un nuovo alunno: Michael. Il bambino non trova strana Sabine, anzi, sembra interessato alle sue particolarità e tra i due nasce una bella amicizia, fino a che Michael invita Sabine nella sua casa pittoresca per una merenda. E in un attimo Sabine si ritrova in un mondo ancora più bizzarro, dove Michael sembra sparito.

Una storia commovente fatta di coraggio e forza di volontà, in grado di indagare sulla rabbia come reazione alla sofferenza, ma anche sul bullismo e su tutte quelle persone che si sentono diverse e per questo non riescono a trovare il loro posto in un mondo che vuole sempre catalogare tutto.

Torchio ci invita, attraverso un buonissimo ritmo e ad una trama profonda, a riflettere sulle emozioni e Sabine è una protagonista perfetta, proprio nelle imperfezioni. Il suo è un percorso di affermazione del proprio io, di accettazione di chi è e può essere: in fin dei conti, dopo che si affronta un drago e si vince, cos’altro può fare paura?

Le illustrazioni colorate e ben definite, aiutano il lettore ad entrare in questo mondo fantastico, dove chi sembra cattivo in realtà ha solo bisogno di essere ascoltato e capito, dove la rabbia è una risposta immediata alla sofferenza, ma può non essere l’unica soluzione al problema. Una graphic novel per tutti, che sarebbe bello fosse letta e analizzata a scuola per ritrovare quel dialogo che troppe volte manca.

L’autrice, infatti, con leggerezza e attenzione affronta i temi importanti che i giovani adolescenti troppe volte si trovano a combattere da soli per paura di essere giudicati, di non essere accettati. Sabine è una bambina che si sente e vede diversa rispetto ai suoi compagni e solo quando è da sola abbraccia senza problemi il suo essere. Ma fa fatica a parlarne con qualcuno. Non trova, né tra gli adulti né tra i suoi coetanei, un qualcuno con cui potersi confrontare. Fino a che non arriva Micheal che sembra proprio apprezzare questa sua diversità, trasportandola in un mondo dove, volente o nolente, dovrà trasformare quello che lei crede essere un suo difetto, nella sua forza.

Un inno al credere in se stessi e ad abbracciare il proprio io, perché, come canta Lady Gaga “So hold your head up girl and you’ll go far / Listen to me when I say / I’m beautiful in my way / ‘Cause God makes no mistakes / I’m on the right track, baby I was born this way”
E ognuno di noi è bello proprio nel suo modo unico.

Sara Prian
Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Alice Bianco Sara Prian
Laureate in Tecniche Artistiche e dello spettacolo, sono grandi esperte di cinema e libri. Curano la rubrica di opere letterarie: recensioni editoriali, rassegne e nuove uscite. Sono Editor, Social Media Manager, Copywriter E' possibile contattarle a: pandorare[email protected]

Data prima pubblicazione della notizia:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTIZIE DELL'ARCHIVIO DEL GIORNALE COMMENTATE DAI LETTORI QUI SOTTO

pubblicità
spot
Advertisements