Raccolta immondizie Veritas a Venezia: niente panico, ecco le (sole) regole

0
216
Rivoluzione Veritas a Venezia: parte raccolta rifiuti porta a porta a Dorsoduro

Rivoluzione Veritas a Venezia: parte raccolta rifiuti porta a porta a Dorsoduro

Cambia il sistema di raccolta dei rifiuti a Venezia. La ‘rivoluzione’ inizia con il sestiere di Dorsoduro: chi abita o lavora in zona non dovrà più lasciare in strada, vicino alla propria porta, i sacchetti della spazzatura e della differenziata come avveniva fino ad ora.

Il cambio si è reso necessario dall’esigenza di non far aumentare il numero di topi e gabbiani che rompono i sacchetti in cerca di cibo e disperdono il contenuto in strada.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza visto che c’è un po’ di confusione in giro (ieri un’anziana alle Fondamente Nuove non ha messo fuori il sacchettino perché aspettava il campanello e non sapeva bene cosa fare).

La sperimentazione della raccolta porta-a-porta riguarda il solo Sestiere di Dorsoduro al momento.

Due le opzioni offerte ora da Veritas, l’azienda di raccolta della nettezza urbana:
1) portare i sacchetti del rifiuto residuo e della differenziata del giorno in una delle ‘barche’ dell’azienda stessa, ormeggiate dalle 6.30 alle 8.30 in sei punti di raccolta distribuiti nel sestiere
2) attendere che il netturbino suoni il campanello di casa, in un orario che può essere variabile nella mattinata, comunque compresa tra le 8.30 e le 12.

Da poco più di un anno questo sistema è già sperimentato con successo nell’area compresa tra l’Accademia e la Punta della Salute.

Grazie all’impegno dei cittadini e degli operatori commerciali, che non depositano più i loro sacchetti in strada, in quella zona sono spariti i gabbiani, è migliorata la vivibilità, dal momento che le strade sono pulite, e sono diminuiti i topi, come testimonia il drastico calo di richieste di derattizzazione sul suolo pubblico.

Inoltre, è raddoppiata la percentuale di raccolta differenziata, ora superiore al 40%.

Gli ispettori ambientali di Veritas sono incaricati di vigilare sul rispetto degli orari, delle modalità di conferimento dei rifiuti e di separazione dei vari materiali. Chi non li segue sarà multato: le sanzioni partono da 167 euro.

05/10/2016


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here