18.9 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

Obama visita il Colosseo e paga il biglietto per se’ e per tutto il suo staff

HomeCronacaObama visita il Colosseo e paga il biglietto per se' e per tutto il suo staff

Obama a Roma in visita al Colosseo

Da cosa si vede che l’America è un grande paese? Dalle piccole cose, dalle piccole dimostrazioni anche dei suoi rappresentanti. Barack Obama ieri a Roma si è recato in visita al Colosseo e appena arrivato pensava di pagare il biglietto.

Obama è arrivato ieri pomeriggio prima delle 18 davanti allo storico monumento, e sceso dalla sua Cadillac blindata davanti alla biglietteria del Colosseo, ha messo senza indugi mano al portafoglio estraendo la carta di credito sua – personale – per pagarsi l’ingresso che costa – rciordiamolo – 12 euro. IL presidente ha poi chiesto di pagare anche l’ingresso per tutto il suo staff della Casa Bianca e dell’ambasciata americana di via Veneto al seguito.

«How big», quanto è grande!, ha esclamato il presidente Usa. E poi ancora: «Eccezionale, incredibile, è più grande di uno stadio di baseball», strabuzzava gli occhi Mr President, finalmente senza cravatta e masticando chewing gum dopo gli impegni e il rigido protocollo della mattinata in Vaticano e al Quirinale, ascoltando le spiegazioni che gli raccontavano di belve e gladiatori.

Obama, oltre al Colosseo, ha visitato l’Anfiteatro Flavio, e alla fine, da buon americano, si è fermato al negozio bookshop ad acquistare souvenir per tutta la famiglia rimasta a Washington ed ha pagato tutto. Magliette con il monumento sullo sfondo per le due figlie Malia e Sasha e un libro sulla Roma di ieri e di oggi con tanto di dedica per la moglie Michelle, «Rome is amazing», questa la dedica, Roma è meravigliosa.

Chissà se gli hanno mostrato, tanto per fare un parallelo con noi italiani, anche la casa con vista sul Colosseo che aveva comprato Scajola non sapendo che altri la pagavano al posto suo.

Redazione

[28/03/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.