2.9 C
Venezia
venerdì 15 Gennaio 2021

Noi – La lettera d’amore per le proprie radici di Paolo Di Stefano

Home Libri, recensioni e nuove uscite Noi - La lettera d'amore per le proprie radici di Paolo Di Stefano
sponsor

 

sponsor

noi paolo di stefano

commercial

In queste giornate strane che stiamo vivendo, il mondo dei libri diventa un luogo dove rifugiarsi, dove esplorare il mondo senza muoversi di casa. Mentre sto scrivendo questa recensione, ho accanto a me un classico, Il Giro del mondo in Ottanta Giorni di Verne mi sta permettendo di esplorare le meraviglie di questa Terra, anche in questi giorni in cui il mondo lo vediamo solo attraverso le nostre finestre o dalle vetrate dei supermercati. E poi ci sono libri come Noi di Paolo Di Stefano, edito da Bompiani, che ci portano in viaggio per il tempo e per lo spazio, per un’Italia che c’è e c’era, attraverso la vita di una famiglia come tante, attraverso gli occhi di un figlio che guarda l’esistenza di un padre, attraverso gli echi di un fratello che se n’è andato troppo presto.

Al centro di questo romanzo c’è un giorno di aprile del 1967: piove, Patty Pravo compie diciannove anni, a San Siro Burgnich segna il secondo gol dell’Inter contro il Bologna e la vita di una famiglia cambia per sempre. Uno dei tre bambini che giocano nel salotto di casa è l’autore di questo libro. Nella stanza accanto, il fratellino minore sta morendo di leucemia infantile, malattia che dall’anno dopo sarà possibile curare. Inizia per il narratore un viaggio in avanti, verso il futuro che a suo fratello Claudio è stato negato, e al tempo stesso indietro, con lo sguardo al passato e la sensazione di sentire un respiro dietro le spalle, una vocina che si insinua tra i pensieri come le macchie puntiformi della malattia e non accetta di essere ignorata. Con pazienza, consapevole della fragilità del suo tentativo, Di Stefano raccoglie e salva le tracce di un intero universo di vite non illustri eppure notevolissime, le riunisce intorno a sé cercando la forza di evocare e congedare per sempre il fratellino, amatissimo, invidiato, tormentato e perduto.

Noi è un’opera complessa, molto impegnativa, ma anche molto bella e toccante. Di Stefano ha un modo di giocare con le parole, di sfiorarle, di sceglierle che riescono ad arrivare dritte al punto. Non servono troppi giri di parole. All’ autore basta un termine, un termine posizionato al momento giusto per far arrivare al lettore tutta l’emozione che si vuole trasmettere. Mi si sono ritrovata a leggere passaggi più volte, a sottolinearli, perché avevano una musicalità, un significato profondo meritevole di maggiore attenzione.

Sì perché Noi oltre ad essere una sorta di libro di memorie è anche poesia sotto forma di prosa. Una lettera d’amore per le proprie radici, che guarda al passato per riscoprire se stesso. Ma non solo. L’opera permette all’autore stesso di far sì che la sua prosa diventi catartica per se stesso, ma anche per chi legge, soprattutto in questi giorni di forzata quarantena, permette di uscire con l’immaginazione in un Italia che può essere dei nostri padri e dei nostri nonni, riportandoci fedelmente le sensazioni dell’epoca, della voglia di crescere, trovare la propria strada, respirare aria nuova.

Come lettore leggere Noi è un’esperienza particolare, bella e dolorosa allo stesso tempo. Perché da una parte ti senti grata che un’intera esistenza venga condivisa, dall’altra le sofferenze e le pene, così come lo gioie, riescono ad oltrepassare l’epidermide ed andare dritto al cuore. E in queste esistenze tu senti la necessità di entrare in punta di piedi, di non far troppo rumore e di essere rispettoso nei confronti dell’autore che ti apre la porta del suo mondo a cui non puoi essere che grato.

Noi è un libro che in questo momento più che mai ci permette di entrare in altre vite, in altre case, in un’altra epoca, in un’Italia diversa, in famiglie iper connesse in modi diversi dal nostro, ma in grado di farci riscoprire l’importanza e la bellezza dello stare insieme.

Sara Prian

sponsor

TEMI PIU' RICERCATI

sponsor

Vuoi lasciare un commento? Nessuna registrazione necessaria

Please enter your comment!
Please enter your name here

sponsor

Altri titoli

La morte di Daiana, 28 anni, mentre cammina in Strada Nova, sconvolge Venezia

La morte di Daiana, 28 anni, ha sconvolto la città. Già quando si riferiva di un improvviso malore per la giovane donna, mentre si...

Ospedale Civile: dimessa dal pronto soccorso va a casa a piedi e muore

Ospedale Civile di Civile ancora nelle prime pagine oggi. Una donna, visitata e dimessa dal pronto soccorso, è tornata a casa (con grande fatica) camminando...

Un Campagnolo a Venezia: la venezianità vista da un Millennial boy. Lettere

UN CAMPAGNOLO A VENEZIA: la venezianità vista da un Millennial boy Fin dai primi giorni di scuola superiore nel centro storico veneziano, il biglietto da...

Accoltellamento a Cannaregio, zona ex Umberto primo. Grave un uomo ferito all’addome

È successo oggi, sabato 9 gennaio, verso mezzogiorno. Per due uomini ospiti di un centro di accoglienza a Cannaregio 3143, in zona ex Umberto...

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo. Ultima ora

Via libera alle crociere. Così il nuovo Dpcm in arrivo domani. La norma è contenuta nella bozza del nuovo Dpcm. Via libera a crociere navi italiane. Le...

Veneto zona arancione, cosa cambia. Cosa si può fare

Veneto zona arancione. Nella spinosa situazione in cui non ha evidentemente voluto entrare il presidente Zaia, ci entrano i provvedimenti nazionali aggiustando l'Rt, sotto...
commercial

Coronavirus Venezia, quasi 10% di ricoveri in più in 3 giorni a Venezia e Mestre

Coronavirus Venezia e provincia che è ormai diventato come tirare i dadi ogni giorno. Al trend segnalato ieri con un leggero rallentamento dei numeri,...

Il virus torna a scuola: classi che riprendono subito fermate (due a Venezia)

La scuola è ripartita ma nella provincia di Venezia ben otto classi sono state fermate dopo la pausa natalizia. Sono quelle in cui ha...

È morto Ivone Pitteri della Taverna Brenta di Oriago

È scomparso ieri, domenica 10 gennaio, il titolare della Taverna Brenta di Oriago di Mira, Ivone Pitteri, a 60 anni. Era conosciuto e stimato....

Covid martedì in Veneto: numeri pesantissimi. Prima regione d’Italia per nuovi contagi

Covid oggi in Veneto che si apre con un dato molto pesante. Il numero dei morti per Covid-19 in Veneto registra oggi, martedì, 166 decessi...

Veneto in area Arancione: sospese linee 3 e 6 Actv

Il Veneto, come noto, diventa "zona arancione". Ciò comporta inevitabilmente anche conseguenze alla mobilità. Di pochi minuti fa l'avviso di Actv/Avm con cui si...

Veneto “arancione” oggi, ma a rischio zona rossa domani

Veneto "arancione", come abbiamo visto, ma esiste il rischio di finire addirittura in zona rossa con i numeri attuali per un molto probabile cambio...
sponsor

Venezia surreale per il covid. La basilica di San Marco diventa “faro”

Di Giorgia Pradolin E' un meraviglioso set a luci spente Piazza San Marco. Vuota e immersa nel silenzio, tranne l'eco di qualche passo sui masegni,...

8 e 9 gennaio, zona gialla e arancione: cosa si può fare oggi e nel week-end. Cosa cambia da lunedì 11

Zona arancione da domani, sabato 9 gennaio 2021. A causa dell'emergenza sanitaria da coronavirus, ancora per oggi i locali, bar e ristoranti, potranno restare...

Quando finisce il Grande Fratello VIP? La conferma di Signorini

Dopo un primo allungamento all'8 febbraio e le successive voci che parlavano di "finale il 15 febbraio", nell'ultima puntata di GF VIP Party Alfonso...

Concorso Letterario de “La Voce di Venezia”. Prima edizione: “Racconti in Quarantena”. La classifica

» vota il tuo racconto preferito » vai alla presentazione del concorso » leggi tutti i racconti arrivati

Dati Covid Veneto oggi in calo. Flor “gela” Crisanti

Dati del Covid in Veneto oggi in calo nel bollettino odierno della Regione del Veneto. I nuovi contagi nelle ultime 24 ore sono 1.715,...

Zaia conferma variante inglese ma non solo: “In Veneto 8 mutazioni”

Zaia conferma la variante inglese del virus: "Il virus non è più lo stesso di marzo. Nella mia regione i genetisti dell'Istituto zooprofilattico delle...
commercial

“Io non voglio vaccinarmi, cosa posso fare se mi obbligano?”. I consigli dell’avvocato

"Io non voglio vaccinarmi, ma al lavoro me lo impongono, posso essere licenziato?". "Mi hanno informato che dovrò vaccinarmi al lavoro, posso rifiutarmi?". Domande sempre...

Nuovo Dpcm: altra stretta, ma è scontro con le Regioni

Nuovo Dpcm, in arrivo un'altra stretta. Si andranno a modificare i coefficienti ma il focus sarà anti-movida con un ulteriore stop agli spostamenti. Il nuovo...

Crisanti: “Variante Inglese responsabile in Veneto? Bloccare Regione!”

Andrea Crisanti: "Variante Inglese responsabile in Veneto? Bloccare Regione subito!". Il professore di Microbiologia all'Universita' di Padova "legge" le ultime dichiarazioni del governatore Luca...

Coronavirus Venezia, altri 12 morti in un giorno. Ulss 3 Serenissima vaccina più di tutte

Coronavirus Venezia e provincia: numeri dei nuovi contagiati in calo rispetto alla media giornaliera. Un dato che da speranza nonostante la fisiologica diminuzione di...

Chi mi ha chiamato? Di chi è questo numero?

Chi mi ha chiamato con questo numero? Ecco le informazioni sul numero comunicate dagli altri utenti...

Emilio Deboschi – allunno dea terza ellementarre. Tema: I miei cari parenti.

(Riceviamo e pubblichiamo). Emilio Deboschi – allunno dea terza ellementarre. Tema: I miei cari parenti. ...
sponsor
error: Contenuto coperto da Copyright. Ogni trasgressione verrà perseguita a termini di legge. Questo messaggio costituisce informativa, l\'interessato del plagio non potrà quindi invocare la \"buona fede\" ai sensi di Legge.