18.9 C
Venezia
mercoledì 28 Luglio 2021

L’allegra banda Milan guidata da Menez e Inzaghi, risultato: 2-0 al Napoli

HomeCalcioL'allegra banda Milan guidata da Menez e Inzaghi, risultato: 2-0 al Napoli

milan napoli risultato 2-0 grande menez

Milan e Inzaghi in trionfo. Il 2-0 contro Benitez è la vittoria più importante della nuova vita di Filippo Inzaghi. Il suo Milan stende il Napoli, lo raggiunge in classifica, e da’ una lezione implicita al presidente Berlusconi che qualche volta lo punzecchia.
Inzaghi, però, soprattutto, dà fiato e colore al Milan e alle sue ambizioni di tecnico messe in pericolo dalle prime critiche. Nelle ultime sette giornate Filippo & C. avevano vinto una sola volta (contro l’Udinese). Ora cambia tutto: rientra in gioco per l’Europa e per il terzo posto.

Benitez scende ancora: dopo tre pareggi incassa una sconfitta pesantina da digerire. Il tecnico partenopeo è stato visto più volte prendere appunti in panchina, a questo punto, però, farebbe bene a cercare nel taccuino contromisure per il suo Napoli: prende subito il gol con Ménez e ne prende un altro nella ripresa, quando prova a scoprirsi, in contropiede con Bonaventura.

Inzaghi ha il coraggio di spedire in panchina El Shaarawy, che pure non stava giocando male, ma la squadra così è più equilibrata e si vede subito.
Il risultato poteva essere più rotondo perché sul 2-0 Poli si allunga troppo il pallone del possibile 3-0 e Koulibaly salva alla disperata sul solito irresistibile Ménez.

Benitez è lo specchio della delusione azzurra. Il Napoli era imbattuto da 11 partite, ma prima di cadere a San Siro aveva messo insieme tre deludenti pareggi con Cagliari, Sampdoria e Empoli.

Ménez merita una citazione a parte: segna il gol più importante con l’azione più bella della partita (verticalizzazione avviata da Montolivo e proseguita dal suggerimento di Bonaventura per il francese): Ménez si porta avanti il pallone con il destro, mettendo fuori gioco l’allegra difesa di Benitez e fa secco Rafael con un sinistro calibrato sul palo più lontano del brasiliano.

Ménez riconfermato al centro dell’attacco è la scelta perfetta di Pippo. Pur dopo la sconfitta con il Genoa, Jérémy Ménez si candida a leader tecnico di una squadra ancora alla ricerca di certezze. «A Marassi avevamo perso un po’ di cattiveria, la gara con il Napoli ci servirà di lezione. Proseguendo così possiamo fare qualcosa di bello. E ora non vedo l’ora di tornare a Roma» conferma il francese.

Roberto Dal Maschio

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.