22.3 C
Venezia
martedì 27 Luglio 2021

Michael Schumacher è al suo terzo mese di coma profondo. Il medico della F1: «Commessi errori»

HomeNotizie NazionaliMichael Schumacher è al suo terzo mese di coma profondo. Il medico della F1: «Commessi errori»

schumacher video dell'incidente

Michael Schumacher è in coma da ormai tre mesi. Il disperato ottimismo della moglie Corinna, che conferma caparbiamente tutta la sua fiducia allo staff medico di Grenoble, si sta scontrando con un realismo drammatico che ancora non fa trapelare notizie positive sullo stato del grande campione sprofondato in un coma profondo per una caduta con gli sci.

La notizia che giunge oggi non alimenta l’ottimismo e arriva direttamente da una fonte competente: «Meglio prepararsi al peggio» ha annunciato dal suo blog Gary Hartstein, medico americano della Formula 1 fino al 2012 e, soprattutto, per alcuni anni dottore personale di Schumacher.

Di quello che rappresenta «il peggio» non viene fornita specifica, ma il commento conferma però le opinioni di tutti i neurologi: più a lungo durerà quel sonno profondo, più gravi saranno le conseguenze e più complicata sarà la ripresa dopo l’ipotetico risveglio.

Un problema, in particolare, preoccupa Hartstein, ed è il diaframma: «Come il cuore, è molto attivo e resiste all’atrofizzazione meglio degli altri muscoli. Ma anche lui si atrofizza. Quando una macchina respira per te, è il modo migliore per constatare come può, anche il diaframma atrofizzarsi. Sfortunatamente, presumendo (come ho fatto finora), che Michael sia ancora sotto ventilazione assistita, può esserci a questo punto un principio di atrofizzazione del diaframma».

L’ex medico della Formula 1 è un anestesista, conosce il tipo di situazione clinica, ma la famiglia affida sempre e solo a Sabine Kehm, commenti e discorsi su diagnosi e prognosi: «Ribadisco quanto detto nell’ultima dichiarazione. Siamo e rimaniamo fiduciosi che Michael si sveglierà. Lottiamo insieme con il team dei medici dei quali ci fidiamo». Così ha parlato Sabine, secondo quanto riporta l’edizione online della Bild.

Michael Schumacher, secondo Hartstein, soffre di una situazione compromessa anche per carenze ed esitazioni nei primi soccorsi che avrebbero fatto perdere decine di minuti preziosi per arginare le lesioni cerebrali di Schumacher. Trasportato in elicottero prima a Moutiers, il cui ospedale non ha un centro neurologico, e finalmente a Grenoble: «Ci sono stati errori nel trattamento iniziale. Lo so da fonti affidabili che hanno avuto accesso a queste informazioni», assicura il medico dal suo blog.

Redazione

[27/03/2014]

Riproduzione vietata

Copyright 2021: www.lavocedivenezia.it .
Tutti i diritti sono riservati.
Duplicazione vietata. Condivisione consentita.

Data prima pubblicazione della notizia:

Condividi la notizia, potrebbe interessare agli altri:

La discussione è aperta (nessuna registrazione richiesta)

Please enter your comment!
Please enter your name here

altre notizie dall'archivio qui sotto
spot
Advertisements
sponsor

Grazie per aver sfogliato la nostra pagina. La tua considerazione è un'attestazione per il nostro lavoro.
Questo giornale è libero e gratuito per tutti dal 2006.
E' gradito ai lettori perché teniamo le pubblicità in modo meno invasivo possibile anche se questo significa rinunciare a introiti.
Come hai potuto vedere, tutte le righe si leggono perfettamente e non ci sono finestre o video che si aprono contro la tua volontà.
Così come garantiamo la qualità dell'informazione pubblicando solo notizie verificate.
Per tutto questo non chiediamo nulla ma se vuoi sostenerci puoi farlo con il 5x1000. Oppure puoi scorrere le altre news e leggere un'altra notizia in modo da darci un punto in più nelle prossime rilevazioni statistiche. Infine, potresti cliccare il "Mi Piace" sul 'Like Page' di Facebook qui sotto.
Grazie e speriamo che tu possa tornare a trovarci presto, in modo da poterti essere ancora utili con il nostro giornale libero e gratuito.